Under20 2017/18

Discussioni sulla FIR e sulle Nazionali, maggiore e giovanili

Moderatore: Emy77

zappatalpa
Messaggi: 5517
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Under20 2017/18

Messaggioda zappatalpa » 8 mar 2018, 13:40

Una considerazione: dei 27 convocati con il Galles, Polledri, Negri, Allan, Budd, Hayward e Chistolini sono di formazione estera, dei 31 anche Steyn e Biagi. 8 su 31! E nei 31 abbiamo ancora diversi che non sono proprio di livello assoluto.
Questa cosa mi fa un pó pensare, considerando che i giocatori italiani ora hanno molto spazio nelle franchigie e cmq copiosi investimenti della federazione nei CF e Accademie.
Qual'é il reale stato dell'arte nelle giovanili? la qualitá dei gironi elite delle Under?

Avatar utente
doublegauss
Messaggi: 2120
Iscritto il: 15 nov 2004, 0:00
Località: Ancona

Re: Under20 2017/18

Messaggioda doublegauss » 8 mar 2018, 16:22

zappatalpa WroteColonUna considerazione: dei 27 convocati con il Galles, Polledri, Negri, Allan, Budd, Hayward e Chistolini sono di formazione estera, dei 31 anche Steyn e Biagi. 8 su 31!


Ma secondo te sono molti o pochi? Perché guarda che un tempo erano molti di più eh.

Italos
Messaggi: 477
Iscritto il: 27 set 2015, 18:23

Re: Under20 2017/18

Messaggioda Italos » 8 mar 2018, 16:53

Ilgorgo WroteColonDomani sera la partita sarà in diretta su BBC2 Wales, ma non ho trovato alcuno streaming pirata di quel canale


Sai a che ora? Speriamo ci sia il doppio commento, chè con i gargarismi gallesi non mi trovo..

Ilgorgo
Messaggi: 8957
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: Under20 2017/18

Messaggioda Ilgorgo » 8 mar 2018, 17:41

Alle 20.15, ora nostra

Sulla nostra paginetta facebook puoi trovare una lunga lista di orari del weekend
https://www.facebook.com/Rugbyit-1637030689872550/

Stru
Messaggi: 274
Iscritto il: 7 set 2009, 12:01

Re: Under20 2017/18

Messaggioda Stru » 8 mar 2018, 18:30

Zappa, vai a vederti qua ti giocatori della Scozia sono di formazione scozzese..
Non ci accorgiamo del poaching delle anglosassoni solo per colpa dei cognomi, ma ne fanno molto più di noi.

Inviato dal mio MI 2 utilizzando Tapatalk

metabolik
Messaggi: 4880
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Under20 2017/18

Messaggioda metabolik » 8 mar 2018, 18:52

Mi piace questo poaching, non so precisamente il significato, ma già rende l'idea .

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: Under20 2017/18

Messaggioda Garryowen » 8 mar 2018, 18:53

doublegauss WroteColon
zappatalpa WroteColonUna considerazione: dei 27 convocati con il Galles, Polledri, Negri, Allan, Budd, Hayward e Chistolini sono di formazione estera, dei 31 anche Steyn e Biagi. 8 su 31!


Ma secondo te sono molti o pochi? Perché guarda che un tempo erano molti di più eh.


Discorso vecchio, vecchissimo.
Si può discutere sugli equiparati (io non discuto nemmeno su quelli...), ma credo che fare gli schizzinosi sulla nazione in cui si sono formati i nostri giocatori è abbastanza assurdo.
COS ha giustamente sottolineato come ci siano molti più italiani fuori dall'Italia che dentro i nostri confini.

Come ebbi a scrivere anche in passato, credete che ci sia qualcuno che negli USA si faccia dei problemi se uno dei più grandi giocatori che abbiano calcato i campi di basket, Kobe Bryant, si è formato in Italia? Ci sarà qualcuno che dirà che a Reggio Emilia sanno insegnare il basket meglio che negli USA?
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

zappatalpa
Messaggi: 5517
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Under20 2017/18

Messaggioda zappatalpa » 8 mar 2018, 20:12

doublegauss WroteColon
zappatalpa WroteColonUna considerazione: dei 27 convocati con il Galles, Polledri, Negri, Allan, Budd, Hayward e Chistolini sono di formazione estera, dei 31 anche Steyn e Biagi. 8 su 31!


Ma secondo te sono molti o pochi? Perché guarda che un tempo erano molti di più eh.


non il numero, ne avevamo molti di piú.
Ma da quando durante il regno di Gav I si é cercato di battere un pó di piú la pista autarchica, ad oggi sono ancora troppo pochi quelli che potenzialmente reggono il livello 6N. Invece vedo ancora una grossa differenza con molti quelli formati all'estero e che erano considerati nemmeno di primissima fascia come Budd, alla distanza sono piú consistenti di molti dei nostri "talenti". Guarda Negri, é di una consistenza micidiale, lo vedi ad occhio nudo che ha una formazione diversa dai nostri 3a linea, a prescindere dal talento, velocitá ecc. Eppure ne avremmo. Solo per fare un esempio. Spero che i nostri Ruzza, Licata ecc. riescano ad avere questa consistenza, non riesco a trovare un altra parola.

zappatalpa
Messaggi: 5517
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Under20 2017/18

Messaggioda zappatalpa » 8 mar 2018, 20:20

Stru WroteColonZappa, vai a vederti qua ti giocatori della Scozia sono di formazione scozzese..
Non ci accorgiamo del poaching delle anglosassoni solo per colpa dei cognomi, ma ne fanno molto più di noi.


Hai ragione, ma non intendevo questo. Io mi chiedo perché Biagi formato all'estero mi da sempre l'impressione di essere piú "competente" di un qualsiasi nostro Fuser, Ruzza anche se fisicamente e come talento non hanno nulla da invidiare a Biagi se non qualche cm. Cosa fanno di diverso nelle giovanili scozzesi?
Parliamo di Allan? Talento? Ma neanche un terzo di quello di Canna. Peró con tutti i suoi difetti riesce a non spezzarsi, tiene SEMPRE il campo, non liscia placcaggi clamorosi.

Poi chi mi conosce sa che preferisco giocare con 23 dei nostri sempre, anche perdendo in qualitá. E probabilmente questa politica da ragione al Gav, ci saranno di nuovo 60mila dell'Olimpico. Dopo 3 anni di fila di sconfitte, molte brutte anche quest'anno. Ma la gente chiede ai nostri di combattere, di migliorare, non pretende di vincere.

metabolik
Messaggi: 4880
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Under20 2017/18

Messaggioda metabolik » 8 mar 2018, 20:42

La domanda/osservazione di zappa è valida; è abbastanza vero, diciamo mediamente (non sempre,) che 'quelli formati all'estero' hanno qualità più marcate, il ventenne estero è mediamente più forte, più completo del ventenne indigeno: Negri è un esempio molto calzante. Nello stesso tempo, se la domanda è fatta in questi termini, la risposta è nella domanda stessa.
Crescere nel rugby anglosassone o in quello francese, o come per anni è stato per gli italo-argentini, ti porta a un livello superiore al ns. livello medio, se, ovviamente, hai HW e SW adeguati.
Però, abbiamo un Licata che è una bellissima novità in questo senso, ne abbiamo già parlato sottolineando il doppio salto che ha fatto.
Aspettiamo, abbastanza fiduciosi, che non sia un 'prodotto' isolato.

metabolik
Messaggi: 4880
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Under20 2017/18

Messaggioda metabolik » 8 mar 2018, 20:47

Nessun commento degli esperti U20 sulla formazione ?
Mi sembra di vedere parecchi cambi.

Adryfrentzen
Messaggi: 569
Iscritto il: 31 gen 2018, 12:42

Re: Under20 2017/18

Messaggioda Adryfrentzen » 8 mar 2018, 22:37

Cmq hanno annunciato che la faranno vedere su TheRugbyChannel.it

zappatalpa
Messaggi: 5517
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: Under20 2017/18

Messaggioda zappatalpa » 8 mar 2018, 23:19

metabolik WroteColonLa domanda/osservazione di zappa è valida; è abbastanza vero, diciamo mediamente (non sempre,) che 'quelli formati all'estero' hanno qualità più marcate, il ventenne estero è mediamente più forte, più completo del ventenne indigeno: Negri è un esempio molto calzante. Nello stesso tempo, se la domanda è fatta in questi termini, la risposta è nella domanda stessa.
Crescere nel rugby anglosassone o in quello francese, o come per anni è stato per gli italo-argentini, ti porta a un livello superiore al ns. livello medio, se, ovviamente, hai HW e SW adeguati.
Però, abbiamo un Licata che è una bellissima novità in questo senso, ne abbiamo già parlato sottolineando il doppio salto che ha fatto.
Aspettiamo, abbastanza fiduciosi, che non sia un 'prodotto' isolato.

Ciao Meta, la mia domanda è: il gap secondo te/voi si sta chiudendo o no? sono pochi anni che abbiamo una U20 apparentemente competitiva, gironi elite U18 che fanno gironi meritocratici ecc. i giocatori che hanno fatto le giovanili con gironi da 8 squadre, con 14 partite all'anno di cui solo metà provanti, insomma si notano molti nostri giocatori che anche nei primi anni da professionisti fanno 1 partita di alto livello e 2 medio-discreti. A livello di Pro14 è ancora più evvidente. Dite che riusciremo a breve ad allinearci? Aboud fa qualcosa in questo senso? Fare la 2da accademia non basterà, devono anche fare partite partite partite

metabolik
Messaggi: 4880
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Under20 2017/18

Messaggioda metabolik » 9 mar 2018, 0:15

Sicuramente Aboud sta lavorando in questo senso, l'hanno chiamato proprio per questo, per le sue, già ampiamente dimostrate, capacità di riorganizzare il movimento dalla leva giovanile, ma non so dirti di più.
Seguo le 2 squadre seniores cittadine, di più non riesco (mi sarebbe arrivata una richiesta da una società minore giovanile (!) .. ma non ce la faccio proprio).
Ci sono qui forumisti che lavorano sul campo; loro possono parlare con cognizione di causa.

Italos
Messaggi: 477
Iscritto il: 27 set 2015, 18:23

Re: Under20 2017/18

Messaggioda Italos » 9 mar 2018, 1:03

Gorgo, grazie dell'orario. Evito accuratamente di andare su facebook. Ho perso contatto con tante persone che conoscevo in passato e vorrei evitare di vanificare questo mio sforzo.

Per quanto riguarda la formazione dei giovani, provo a dire la mia senza parlare di tecnica, della quale chiaramente non capisco, non avendo mai giocato.

Mi sono trovato più volte a condividere l'albergo con la nazionale italiana per trasferte del 6N - a Cardiff ed Edinburgo per la precisione. La sera ne ho incontrato al bar e la mattina per colazione. In più di un'occasione ho sentito che discutevano della Serie A (pallatonda).

In Inghilterra, se giochi a rugby, schifi il calcio. Adesso iniziano a giocare entrambi gli sport in alcune scuole, ma entro gli 11 anni devi scegliere perchè entrambe le leghe giocano di domenica, a quel punto.

Chiudo la triangolazione. Ho studiato negli Stati Uniti. Naturalmente mi sono trovato nell'orbita di gruppi che giocavano a calcio. Sebbene molti di loro avessero più talento di me, quando si trovavano in una situazione complessa, non avevano il cervello del calcio. Prendevano la decisione sbagliata.

Noi pensiamo calcio. I neozelandesi pensano rugby. Gli inglesi, dipende dal ceto sociale. I francesi, dipende dalla zona di nascita.

Mi sa che questo discorso lo fece Kirwan, tanti anni fa. O forse era Mallett..


Torna a “La Federazione e la Nazionale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti