ecologia politica e apolitica

Per discutere di qualsiasi cosa che NON riguardi il Rugby...
ruttobandito
Messaggi: 798
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda ruttobandito » 9 mag 2019, 18:19

Garry WroteColonGuarda, se c'è qualche "vips" che la pensa come me non mi fa schifo. Aumenta la mia stima per quei vips. Animali e ambiente, Di Caprio e Harrison Ford su tutti

Ah, tutta gente che consuma poco insomma... :roll:
Non ho mai creduto che alcuno sforzo profuso da chiunque abbia emolumenti così elevati (ma anche meno...) compensi minimamente i danni provocati dalle loro ineludibili capacità edonistiche. Non che lo facciano con cattiveria, s'intende, ma fa ridere pensare al vip di turno, placidamente adagiato a bordo piscina del villone hollywoodiano con un martini cocktail in una mano e smartfon di ultima generazione nell'altra, mentre pensa di devolvere al mondo una quota minima e scaricabile dalle tasse del loro patrimonio come ottima scusa per un party serale. :|

Ps. VANZ ha ragione, l'ho letto su https://www.nicolaporro.it/il-riscaldam ... a-scienza/
MANI DI MINCHIA!!!

Garry
Messaggi: 5055
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda Garry » 9 mag 2019, 18:51

Non sono in grado di dire chi abbia ragione, quello che posso dire con certezza è che il cosiddetto "riscaldamento globale" è solo una parte del problema. Se anche si cancellasse quello, rimarrebbe tutto il resto.
I cambiamenti climatici non sono dovuti all'inquinamento? Però i tumori sì. Tanto per fare un esempio
Il problema siamo noi
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.
Risultato di uno dei test scientifici alla base di questa teoria: "...le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test di grammatica, umorismo e logica tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità. Questi soggetti non erano, inoltre, in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano più capaci e più informati degli altri".

ruttobandito
Messaggi: 798
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda ruttobandito » 9 mag 2019, 20:17

Nessuno ha ragione e nessuno ha colpe in natura, e noi apparteniamo a quella natura con buona pace di chi ci vorrebbe eletti al di sopra di essa.
Soprattutto noi non siamo il problema, siamo parte di un sistema nel quale non esistono problemi, solo situazioni e ruoli più o meno marginali.
MANI DI MINCHIA!!!

Garry
Messaggi: 5055
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda Garry » 9 mag 2019, 20:47

Eh no, troppo comodo.
Siamo proprio agli antipodi
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.
Risultato di uno dei test scientifici alla base di questa teoria: "...le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test di grammatica, umorismo e logica tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità. Questi soggetti non erano, inoltre, in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano più capaci e più informati degli altri".

ruttobandito
Messaggi: 798
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda ruttobandito » 9 mag 2019, 21:23

Comodo è il mondo in bianco e nero, con colpevoli e innocenti, buoni e cattivi, inizio e fine di ogni cosa.
Comodo è il mondo che costruiamo per i bambini, a cui sfugge il senso lato delle cose.
Comodo è il mondo che si costruiscono coloro che per vivere hanno bisogno di certezze, di significati, di parametri e misure e li impongono etichettando ogni cosa, ogni esperienza.
Comodo è il dogma, l'ordine e la disciplina.

Lo sforzo per superare quella fase non è per niente comodo, anzi. Non lo è almeno quanto passare per una ruck esistenziale, e riemergere come rinascere per tornare a correre, finalmente liberi e consapevoli.
MANI DI MINCHIA!!!

Garry
Messaggi: 5055
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda Garry » 9 mag 2019, 21:59

Comodo è autoassolversi
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.
Risultato di uno dei test scientifici alla base di questa teoria: "...le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test di grammatica, umorismo e logica tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità. Questi soggetti non erano, inoltre, in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano più capaci e più informati degli altri".

ruttobandito
Messaggi: 798
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda ruttobandito » 9 mag 2019, 22:07

Anche un divano nuovo, se è per quello. :-]
MANI DI MINCHIA!!!

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 18917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda jpr williams » 10 mag 2019, 11:37

ruttobandito WroteColonNessuno ha ragione e nessuno ha colpe in natura


Io (forse) credo di aver capito cosa intendi dire. Forse ti riferisci al fatto che metterla in termini di colpe e meriti significa adottare un approccio errato, magari figlio di un pensiero morale di tipo religioso e antiscientifico. In un certo senso noi siamo come lo scorpione della famosa favola: pungiamo perchè è la nostra natura.
Forse è più giusto, anzichè parlare di colpe, parlare di impatto. Ecco, quello non si può negare. Il nostro impatto indubbiamente negativo non è paragonabile a quello di uno gnù. Ed il fatto che non ce ne assumiamo pienamente la responsabilità dipende dalla nostra natura. Se fossimo razionali ed "eletti" come pretenderemmo di essere sarebbe ovvio ci comportassimo in maniera da evitare comportamenti che mettono a rischio la nostra stessa sopravvivenza. Ma siamo come lo scorpione che punge la rana che lo sta trasportando in mezzo al fiume. Fossimo eletti eviteremmo di autodistruggerci, ma siamo come lo scorpione che annegherà. Molto leopardiano, se me lo concedi. In fondo Garry è più fiducioso nell'essere umano di quanto lo sia tu. Io ballo fra i due opposti, come tutti i buonisti che non sanno prendere una posizione decisa e si trovano a mal partito in un'epoca di sole scelte nette.

O magari non ho capito una mazza e allora mi ritiro in buon ordine.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Gavazzi VATTENE!!!

ruttobandito
Messaggi: 798
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda ruttobandito » 10 mag 2019, 11:50

jpr williams WroteColon
ruttobandito WroteColonNessuno ha ragione e nessuno ha colpe in natura

Io (forse) credo di aver capito cosa intendi dire. Forse ti riferisci al fatto che metterla in termini di colpe e meriti significa adottare un approccio errato, magari figlio di un pensiero morale di tipo religioso e antiscientifico. In un certo senso noi siamo come lo scorpione della famosa favola: pungiamo perchè è la nostra natura.
Forse è più giusto, anzichè parlare di colpe, parlare di impatto. Ecco, quello non si può negare. Il nostro impatto indubbiamente negativo non è paragonabile a quello di uno gnù. Ed il fatto che non ce ne assumiamo pienamente la responsabilità dipende dalla nostra natura. Se fossimo razionali ed "eletti" come pretendiamo di essere sarebbe ovvio ci comporteremmo in maniera da evitare comportamenti che mettono a rischio la nostra stessa sopravvivenza. Ma siamo come lo scorpione che punge la rana che lo sta trasportando in mezzo al fiume. Fossimo eletti eviteremmo di autodistruggerci, ma siamo come lo scorpione che annegherà. Molto leopardiano, se me lo concedi. In fondo Garry è più fiducioso nell'essere umano di quanto lo sia tu. Io ballo fra i due opposti, come tutti i buonisti che non sanno prendere una posizione decisa e si trovano a mal partito in un'epoca di sole scelte nette.
O magari non ho capito una mazza e allora mi ritiro in buon ordine.

Centrato con buona approssimazione. Lusingato dal paragone leopardiano.

Solo una nota: il nostro impatto non è nemmeno negativo o positivo, è semplicemente ineluttabile (spoiler Avengers :wink: ).
Il fondo del fiume non è la nostra fine. Dal fondo del fiume risorgeremo come mangime per i pesci, e in quei pesci rivivremo per una nuova evoluzione, magari altrove nell'universo.
Ovviamente è una magra consolazione per chi sta annegando...
MANI DI MINCHIA!!!

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 18917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda jpr williams » 10 mag 2019, 11:56

Ti ringrazio anche per non aver stigmatizzato troppo il mio strafalcione grammaticale.
La fretta a volte è cattiva consigliera...
Si, capisco il tuo concetto e qualche tempo fa espressi qualcosa di simile immaginando la nostra estinzione come quella dei dinosauri.
Spariremo noi, il mondo continuerà. O meglio diventeremo materiale biologico per altro. Un tipo di considerazione che non è dissimile dalla teoria di Gaia.
Per l'antropocentrismo qualcosa di assolutamente inaccettabile.

Ah, secondo me Leopardi se fosse vivo scriverebbe sul forum. :wink:
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Gavazzi VATTENE!!!

Garry
Messaggi: 5055
Iscritto il: 2 lug 2018, 21:31

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda Garry » 10 mag 2019, 12:02

Come ripeto, per me è una forma di autoassoluzione.
Il leone non può scegliere di non mangiare carne, noi sì.
L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti.
Risultato di uno dei test scientifici alla base di questa teoria: "...le persone che hanno ottenuto percentuali più basse nei test di grammatica, umorismo e logica tendevano anche a sovrastimare drammaticamente il proprio livello di abilità. Questi soggetti non erano, inoltre, in grado di riconoscere i livelli di competenza di altre persone, il che è parte del motivo per cui si consideravano più capaci e più informati degli altri".

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 18917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda jpr williams » 10 mag 2019, 12:05

Ragazzi, vi rendete conto che siamo arrivati nientemeno che alla dicotomia cultura-natura?
Può la prima modificare la seconda?
Per Garry evidentemente si, per rutto evidentemente no.
L'idea di Garry è ottimista sull'uomo più di quanto lo sia quella di rutto.
Io, come al solito, 50 e 50 :roll:
Magari 51 dalla parte di Garry, ma forse perchè frequento troppo il rugby ed il forum...
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Gavazzi VATTENE!!!

ruttobandito
Messaggi: 798
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda ruttobandito » 10 mag 2019, 12:12

Garry WroteColonCome ripeto, per me è una forma di autoassoluzione.
Il leone non può scegliere di non mangiare carne, noi sì.

Sempre meglio che chiedere assoluzione a qualcuno che lo fa discrezionalmente, magari a seguito della corresponsione di qualche indulgenza...
jpr williams WroteColonSi, capisco il tuo concetto e qualche tempo fa espressi qualcosa di simile immaginando la nostra estinzione come quella dei dinosauri.
Spariremo noi, il mondo continuerà. O meglio diventeremo materiale biologico per altro. Un tipo di considerazione che non è dissimile dalla teoria di Gaia.
Per l'antropocentrismo qualcosa di assolutamente inaccettabile.

Mi piace molto la teoria della panspermia, è molto zen: https://it.wikipedia.org/wiki/Panspermia
Magari è proprio per questo che ci siamo evoluti in questo modo, per sparare nel cosmo molecole organiche o la spora di qualche battere. Magari non avremmo potuto farlo senza necessariamente inventare la cocacola ed averla gettata fuori della differenziata: https://www.youtube.com/watch?v=5pgANtzO2G4
MANI DI MINCHIA!!!

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 18917
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda jpr williams » 10 mag 2019, 12:23

Un determinismo da paura. Dalla coca nell'indifferenziato alla fecondazione di altri mondi.
Da capogiro.
Il pro>12 è un'aberrazione palancaia.
I Permit Players sono la morte del concetto di leale competizione.
Gavazzi VATTENE!!!

ruttobandito
Messaggi: 798
Iscritto il: 20 nov 2018, 11:01

Re: ecologia politica e apolitica

Messaggioda ruttobandito » 10 mag 2019, 13:07

jpr williams WroteColonUn determinismo da paura. Dalla coca nell'indifferenziato alla fecondazione di altri mondi.
Da capogiro.

Anch'io, a modo mio, ho bisogno di qualche certezza. :-]
MANI DI MINCHIA!!!


Torna a “Chiamate la Neuro....”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot], hardhu e 5 ospiti