Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Moderatore: user234483

Avatar utente
boer
Messaggi: 249
Iscritto il: 9 giu 2006, 9:38
Località: Abruzzo
Contatta:

Re: Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Messaggioda boer » 23 giu 2010, 14:25

Burocrazia solo Italiana e Argentina (per avere il nulla - osta bisogna pagare!!). Un amico che qui gioca in serie A, è andato in vacanza in Australia, è arrivato il Giovedi e Sabato ha giocato con una squadra locale.

Avatar utente
gramal_cs
Messaggi: 1016
Iscritto il: 11 set 2005, 0:00
Località: kalafrika
Contatta:

Re: Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Messaggioda gramal_cs » 23 giu 2010, 17:26

1. una volta ci avevano considerato di formazione estera - dopo un anno che già giocava da italiano, mai tesserato in precedenza - un ragazzo nato in germania, figlio di italiani (che evidentemente si trovavano lì momentaneamente per lavoro - e residente in italia fin dalla nascita.
2. tesserare uno che non aveva mai giocato a rugby, nato in argentina, figlio di italiani, cittadinanza spagnola, è stata un'impresa per due anni di seguito. alla fine è diventato italiano e adesso non gioca più ....
3. poi vedi "semi professionisti" che arrivano dall'argentina, pagati, con casa pagata, regolarizzati come studenti universitari che fanno i professori (di rugby)in serie C. Naturalmente dopo sei mesi si ridimensionano e ammesso che continuino a giocare a rugby, si cercano un lavoro da cameriere per campare (con tutto il rispetto per i camerieri.....)

Avatar utente
JosephK.
Messaggi: 10118
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Messaggioda JosephK. » 23 giu 2010, 18:34

Ma io mi chiedo: chi fa i tesseramenti ha delle direttive precise da seguire o si muove così come tira il vento? Parlo sempre rispetto alla questione "tesseramento degli stranieri mai tesserati prima nella loro ex patria di residenza".
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Toumas
Messaggi: 140
Iscritto il: 15 mag 2010, 2:57
Contatta:

Re: Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Messaggioda Toumas » 23 giu 2010, 19:09

E' vero, nonostante tutto continua ad essere pieno di argentini....
Ah a proposito di discriminazioni, anni fa avevamo uno statunitense in squadra (serie C e serie B per due anni) e nessuno ha mai creato nessun problema...
Però ce li hanno creati per tre bambini: due Under 10 (un albanese e un kosovaro) e un Under 8 (albanese fratello di quello dell'under 10).
Per i due australiani (due fratelli uno in 10 e uno in 8) invece...tutto liscio...ha senso tutto ciò?

stefanill
Messaggi: 102
Iscritto il: 20 set 2005, 0:00

Re: Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Messaggioda stefanill » 23 giu 2010, 20:07

Il problema di un solo straniero inserito nel foglio gara, anche se posso immaginare tutte le considerazioni trite e ritrite su vivai etc.. mi sembra assurdo, visto che impedisce a chi si trova in Italia perchè obbligato da ragioni economiche o di altra natura, di avere anche un minimo sfogo o un primo punto di contatto con la società (quella civile, non quella sportiva). E l' esempio dei tanti rumeni impiegati nei cantieri della penisola, mi sembra il più calzante.

Detto questo alcune umilissime precisazioni su quanto letto, sperando di non incorrere in vaccate (abbiate pietà):
- il limite di 1 straniero nel foglio gara vale solo per quelli di formazione estera. Se un ragazzo straniero non è mai stato in precedenza tesserato con altra federazione e viene quindi tesserato per la prima volta in Italia, risulterà di formazione italiana (come diceva totorugby). Teoricamente si possono inserire nel foglio gara 22 stranieri di formazione italiana.
- per poter inserire nel foglio gara un ragazzo straniero di formazione non italiana è obbligatorio che siano presenti anche 21 tesserati di formazione italiana (trad.: non è 1 straniero per foglio gara, ma è 1 straniero per foglio gara con 21 tesserati di formazione italiana).
- nel permesso di soggiorno deve essere evidente che il ragazzo non si trova in italia per ragioni sportive o turistiche, nel caso del ragazzo ghanese dovrebbero essere riportate le motivazioni legate al ricongiungimento familiare, quindi credo che il problema sia un altro.
- credo che non ci sia un database di tutti i tesserati di tutte le federazioni, quindi, nell' esempio del francese tesserato in Inghilterra, credo basti il nulla osta della federazione d' origine, cioè quella francese.

Spero di non aver fatto confusione.
Confusamente Vostro

Avatar utente
boer
Messaggi: 249
Iscritto il: 9 giu 2006, 9:38
Località: Abruzzo
Contatta:

Re: Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Messaggioda boer » 23 giu 2010, 23:21

stefanill WroteColon- credo che non ci sia un database di tutti i tesserati di tutte le federazioni, quindi, nell' esempio del francese tesserato in Inghilterra, credo basti il nulla osta della federazione d' origine, cioè quella francese.

In teoria, la federazione Inglese avrebbe dovuto chiedere il nulla - osta a quella Francese, e successivamente la FIR avrebbe dovuto averla da quella Inglese.
Regolamento IRB

Avatar utente
totorugby
Messaggi: 1065
Iscritto il: 3 apr 2003, 0:00
Località: Pavia

Re: Ci sarà la sospirata riforma della Serie C?

Messaggioda totorugby » 24 giu 2010, 9:45

Avendo fatto una marea di tesseramenti in passato, sia personalmente che in collaborazione con i dirigenti, sono al corrente di queste problematiche.
Al momento non mi ricordo e sinceramente non ho voglia di mettermi a rivedere il regolamento. Semplicemente so che esistono dei passaggi da fare per i cittadini stranieri che se non rispettati fanno imboccare la strada delle lungaggini.

Mia figlia con doppio passaporto, è stata regolarmente tesserata in UNA SETTIMANA in quanto è stata indicata la sola cittadinanza italiana. Se avessi indicato anche quella spagnola (cosa assolutamente NON necessaria) saremmo ancora in attesa del cartellino.

Se io tessero un ragazzo francese che non ha mai giocato a rugby indicandolo come proveniente da federazione estera sono nei guai.

In ogni caso esistono le autocertificazioni anche nel rugby. Infatti l'indicazione della cittadinanza, come per tutto il resto, sul mod. 12 è una autocertificazione, dato che non devono essere prodotti altri documenti (passaporto, C.I., stato di famiglia per i minori ecc).

Adesso non vorrei aver detto castronerie ma in effetti ho notato che spesso tesseramenti impossibili vengono fatti in un baleno ed altri semplicissimi si perfezionano in 6 mesi o mai.
Love & Peace & Play Rugby


Torna a “Stagione 2010/2011”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite