Italia - Irlanda

Dralbert
Messaggi: 356
Iscritto il: 17 giu 2007, 11:15

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda Dralbert » 4 ott 2011, 17:21

diddi WroteColon
Dralbert WroteColon...e per favore non facciamo i soliti discorsi da bar "eh ma a burger han dato questo" che sono i discorsi per cui l'italia è un paese così incivile "eh ma fa la multa a me che passo col rosso quando c'è la gente che fa le rapine"...ha sbagliato e paga, sono sicuro che è un ragazzo intelligenti e imparerà dal suo errore,stop. (anche perchè dupuy di settimane ne prese 24 per lo stesso tipo di fallo, anche se con dinamiche diverse). Ecco, quella mi sembra una punizione esemplare, 6 mesi sono uno stop che davvero scoraggia a far questo tipo di falli e se sei recidivo un anno...tutto questo naturalmente secondo me

Ghilardini andava sanzionato.
Burger andava radiato.

ma io son d'accordissimo con te, per me un anno minimo per burger ma non è stato fatto quindi che si fa?andiamo avanti con punizioni ridicole perchè l'IRB non ha sanzionato burger come doveva fin quando qualcuno non ci rimette veramente un occhio?

Bergshamra
Messaggi: 163
Iscritto il: 13 set 2005, 0:00

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda Bergshamra » 4 ott 2011, 17:26

Satiro WroteColonma avete visto il video???io lho visto solo su rugbydump ma sinceramente mi pare una cosa estremamente fortuita...rack controrack afferri la prima cosa che te capita dell'altro giocatore e spingi via...tanto che appena capisce col tatto(xkè nn vedeva) dove stava con la mano la toglie...secondo me è estremamente esagerate...e ritiro in mezzo il trattamento a burger contro i lions...


Anch'io, sin dalle prime ripetizioni delle immagini, ho avuto la stessa impressione...

Avatar utente
JosephK.
Messaggi: 10118
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda JosephK. » 4 ott 2011, 17:39

Dralbert WroteColonse ghiraldini non lo fa volontariamente non conta granchè, visto che anch'io sono d'accordo che quando si rende conto di ciò che sta facendo subitro ritrae la mano, ma è vietato tutto il contatto con la "zona degli occhi", non è che ti devono infilare due dita in fondo alle orbite per essere considerato fallo, avrebbe dovuto essere più accorto lui...

e per favore non facciamo i soliti discorsi da bar "eh ma a burger han dato questo" che sono i discorsi per cui l'italia è un paese così incivile "eh ma fa la multa a me che passo col rosso quando c'è la gente che fa le rapine"...ha sbagliato e paga, sono sicuro che è un ragazzo intelligenti e imparerà dal suo errore,stop. (anche perchè dupuy di settimane ne prese 24 per lo stesso tipo di fallo, anche se con dinamiche diverse). Ecco, quella mi sembra una punizione esemplare, 6 mesi sono uno stop che davvero scoraggia a far questo tipo di falli e se sei recidivo un anno...tutto questo naturalmente secondo me


Quoto completamente. Spesso c'è anche l'argomento "eh ma non sai cosa capitava negli anni Settanta...".
Io una costola me la sono fatta fuori in allenamento e manco si faceva la C. Un conto è il contatto di gioco con tutto quello che comporta, infortuni anche gravi compresi, altro è giocare al limite ma "entro le regole", altro ancora è trasformare uno sport in zuffa e cercare soltanto di fare male all'altro con interventi di questo genere. In questo caso, dal mio punto di vista, le punizioni devono essere esemplari.
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Avatar utente
diddi
Messaggi: 2451
Iscritto il: 28 feb 2006, 0:00
Località: Roma

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda diddi » 4 ott 2011, 17:53

Considero questa partita come un incontro a braccio di ferro. Finché i contendenti sono entrambi freschi, gli avambracci rimangono sulla verticale. Dopo un po' di tempo, variabile a seconda della differenza di livello, uno comincia progressivamente a prevalere. Noi abbiamo retto un tempo e poco più. L'uscita di Castro è stata determinante, ancor più per la mancanza di un pilone sx di ruolo in panchina. L'uscita di Orquera non so, magari non avrebbe fatto meglio di Bocchino, magari sì, non lo sapremo mai.

A posteriori dico che la sconfitta era intuibile da tempo, da quando Mallett aveva reso nota la formazione anti-USA. C'era da fare una scelta tra rischiare la debacle clamorosa con le seconde linee o andare per il risultato "sicuro" a detrimento delle nostre chances di passare il turno. Si è scelto per la seconda ipotesi, per me sbagliando. Poi certo la grande fatica fatta per marcare la quarta meta agli USA, con Castro affetto da pubalgia, non ha giovato. L'arbitro irlandese Clancy non ci ha aiutato, ma in generale ho notato in questa RWC la tendenza a non favorire le squadre che insistevano nell'appoggiarsi alla propria superiorità in mischia chiusa, per cui il suo arbitraggio è stato in fondo coerente con le direttive IRB.

Con questa scelta a priori si spiegano forse il ricorso massiccio ai senatori dell'"ultima partita in Nazionale", il magone di Mallett alla sua ultima conferenza stampa PRE-partita, il nervosismo serpeggiante prima e durante la gara, la resa incondizionata alle prime contrarietà.
Peterino
Chi sa fa, chi non sa insegna a fare

Avatar utente
diddi
Messaggi: 2451
Iscritto il: 28 feb 2006, 0:00
Località: Roma

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda diddi » 4 ott 2011, 18:09

JosephK. WroteColon...Un conto è il contatto di gioco con tutto quello che comporta, infortuni anche gravi compresi, altro è giocare al limite ma "entro le regole", altro ancora è trasformare uno sport in zuffa e cercare soltanto di fare male all'altro con interventi di questo genere. In questo caso, dal mio punto di vista, le punizioni devono essere esemplari.

Posso dire di non essere assolutamente d'accordo?
Accetto il discorso di Dralbert che la condanna scandalosamente mite di Burger non deve essere presa a metro di giudizio. Ma non mi pare proprio che l'azione di Ghiraldini, per quanto pericolosa, possa essere considerata "trasformare uno sport in zuffa e cercare soltanto di far male all'altro". E' entrato in contatto con la zona occhi, per cui va sanzionato anche duramente, ma non poteva vedere esattamente dove metteva le mani (lui è in piedi, Healy è sdraiato a faccia in giù), per cui escluderei l'intenzionalità. Inoltre la smetterei di trattarlo come se fosse un macellaio: sfido chiunque a sostenere che Ghiraldini si sia dimostrato in questi anni un giocatore violento e/o scorretto!
Peterino
Chi sa fa, chi non sa insegna a fare

Dralbert
Messaggi: 356
Iscritto il: 17 giu 2007, 11:15

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda Dralbert » 4 ott 2011, 18:15

diddi WroteColon
JosephK. WroteColon...Un conto è il contatto di gioco con tutto quello che comporta, infortuni anche gravi compresi, altro è giocare al limite ma "entro le regole", altro ancora è trasformare uno sport in zuffa e cercare soltanto di fare male all'altro con interventi di questo genere. In questo caso, dal mio punto di vista, le punizioni devono essere esemplari.

Posso dire di non essere assolutamente d'accordo?
Accetto il discorso di Dralbert che la condanna scandalosamente mite di Burger non deve essere presa a metro di giudizio. Ma non mi pare proprio che l'azione di Ghiraldini, per quanto pericolosa, possa essere considerata "trasformare uno sport in zuffa e cercare soltanto di far male all'altro". E' entrato in contatto con la zona occhi, per cui va sanzionato anche duramente, ma non poteva vedere esattamente dove metteva le mani (lui è in piedi, Healy è sdraiato a faccia in giù), per cui escluderei l'intenzionalità. Inoltre la smetterei di trattarlo come se fosse un macellaio: sfido chiunque a sostenere che Ghiraldini si sia dimostrato in questi anni un giocatore violento e/o scorretto!

ma ci mancherebbe, infatti se sei un macellaio e fai pure una roba del genere secondo me ti devono dare un anno,altro che 6 mesi (vedi attoub o come diavolo si scrive)

Avatar utente
JosephK.
Messaggi: 10118
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda JosephK. » 4 ott 2011, 18:16

diddi WroteColon
JosephK. WroteColon...Un conto è il contatto di gioco con tutto quello che comporta, infortuni anche gravi compresi, altro è giocare al limite ma "entro le regole", altro ancora è trasformare uno sport in zuffa e cercare soltanto di fare male all'altro con interventi di questo genere. In questo caso, dal mio punto di vista, le punizioni devono essere esemplari.

Posso dire di non essere assolutamente d'accordo?
Accetto il discorso di Dralbert che la condanna scandalosamente mite di Burger non deve essere presa a metro di giudizio. Ma non mi pare proprio che l'azione di Ghiraldini, per quanto pericolosa, possa essere considerata "trasformare uno sport in zuffa e cercare soltanto di far male all'altro". E' entrato in contatto con la zona occhi, per cui va sanzionato anche duramente, ma non poteva vedere esattamente dove metteva le mani (lui è in piedi, Healy è sdraiato a faccia in giù), per cui escluderei l'intenzionalità. Inoltre la smetterei di trattarlo come se fosse un macellaio: sfido chiunque a sostenere che Ghiraldini si sia dimostrato in questi anni un giocatore violento e/o scorretto!


Posto che ho qualche dubbio che la cosa sia avvenuta involontariamente, il mio era un discorso generale riferito al fatto che in partite accese e decisive si possa sostanzialmente tollerare di tutto.
A latere: noi domenica per ampi tratti della partita siamo passati alla modalità "zuffa" e ci siamo dimenticati di giocare a rugby. Per quanto "odiose" le provocazioni irlandesi, loro sono sempre stati belli calmi. E hanno portato a casa l'incontro prima di tutto su questo piano...
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

MAX_AM
Messaggi: 903
Iscritto il: 22 feb 2007, 14:13
Località: VR

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda MAX_AM » 4 ott 2011, 18:19

.... durante la diretta ho pensato che eravamo su
SKY FILM CANALE 242: "Gangs of Dunedin"
"I think It's time ..." (Raphaël Ibañez)

Avatar utente
JosephK.
Messaggi: 10118
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda JosephK. » 4 ott 2011, 18:41

http://www.youtube.com/watch?v=8OcBnVko ... _embedded#!

L'azione incriminata, così ognuno si fa la sua idea.
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Avatar utente
diddi
Messaggi: 2451
Iscritto il: 28 feb 2006, 0:00
Località: Roma

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda diddi » 4 ott 2011, 18:57

Dito nell'occhio? SI
Intenzionale? MAH!
Per il SI:
- occhio centrato in pieno
- possibile reazione "di nervosismo"
Per il NO:
- l'azione di Ghira (dita a parte) è coerente con la situazione, sta contrastando un tentativo di controruck ed è al massimo dello sforzo (si vede dalla smorfia mentre cerca di alzare Healy), difficile (non impossibile) che in questa situazione possa anche avere il controllo sui movimenti delle dita
- Ghira è un giocatore normalmente corretto

Anche l'angolazione della telecamera è sfavorevole: a un certo punto la falange scompare e pare che il dito affondi nell'occhio, mentre invece è Ghira che sta chiudendo la mano a pugno.
Peterino
Chi sa fa, chi non sa insegna a fare

Avatar utente
Satiro
Messaggi: 1424
Iscritto il: 1 nov 2006, 18:54
Località: Roma

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda Satiro » 4 ott 2011, 19:20

diddi WroteColonDito nell'occhio? SI
Intenzionale? MAH!
Per il SI:
- occhio centrato in pieno
- possibile reazione "di nervosismo"
Per il NO:
- l'azione di Ghira (dita a parte) è coerente con la situazione, sta contrastando un tentativo di controruck ed è al massimo dello sforzo (si vede dalla smorfia mentre cerca di alzare Healy), difficile (non impossibile) che in questa situazione possa anche avere il controllo sui movimenti delle dita
- Ghira è un giocatore normalmente corretto

Anche l'angolazione della telecamera è sfavorevole: a un certo punto la falange scompare e pare che il dito affondi nell'occhio, mentre invece è Ghira che sta chiudendo la mano a pugno.

esatto...inoltre sembra(ma è un processo alle intenzioni) che quando si rende conto che la mano sta in un posto proibito la ritrae mettendosi in una posizione scomoda x fare opposizione...ora:se le regole dicono che uno va sanzionato anche se il contatto è involontario allora nessun dubbio...ghira è da sanzionare...ma da qua ad accusarlo di farsi giustizia da solo...essere un rissaiolo...perdere la testa...x un contatto NON voluto ce ne passa
"gli uomini si dividono in due categorie...quelli con la pistola carica e quelli che scavano....TU SCAVI"

Avatar utente
JosephK.
Messaggi: 10118
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda JosephK. » 4 ott 2011, 19:25

A me pare che col braccio destro si allunghi appositamente per cercare il viso.

Comunque, dal Grillotalpa:

Lo scontro con Cian Healy durante Italia-Irlanda di domenica a Dunedin costa carissimo al tallonatore di Treviso. la commissione disciplinare ha deciso una maxi-squalifica per il tentativo dell’azzurro di toccare l’occhio dell’avversario. Ghiraldini ha ammesso l’accaduto davanti ai giudici ed è stato giudicato colpevole di violazione della Law 10.4(m), ovvero “acts contrary to good sportsmanship; in this case contact with the eyes or the eye area”.
Ghiraldini non potrà tornare in campo prima del 17 gennaio, ma può presentare ricorso entro le prossime 48 ore.
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Avatar utente
RigolettoMSC
Messaggi: 800
Iscritto il: 21 mar 2009, 16:17

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda RigolettoMSC » 4 ott 2011, 21:57

Ghiraldini è un grande giocatore, non sarà un fuoriclasse ma è solido e affidabile e il clima che circondava la nostra nazionale domenica l'ha sicuramente condizionato in modo che dire negativo pare poco. Ha sbagliato, pagherà (non sempre succede, vero?), non credo che ci sia altro da aggiungere.
E' un uomo e saprà trovare stimoli anche in questa situazione così negativa.
Riccardo

tony_spreadbury
Messaggi: 78
Iscritto il: 20 set 2011, 22:52

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda tony_spreadbury » 4 ott 2011, 22:20

Io non so se è stato intenzionale oppure no, quello che so è che siamo caduti a piedi pari nelle loro "provocazioni" e che kaplan gli ha permesso di fare troppi falli professionali sulle nostre maul avanzanti dentro i loro 22 senza sanzionare nessuno con il giallo
The future is unwritten

metabolik
Messaggi: 5346
Iscritto il: 27 mar 2003, 0:00
Località: Piacenza

Re: Italia - Irlanda

Messaggioda metabolik » 5 ott 2011, 0:01

diddi WroteColonConsidero questa partita come un incontro a braccio di ferro. ............

A posteriori dico che la sconfitta era intuibile da tempo, da quando Mallett aveva reso nota la formazione anti-USA. C'era da fare una scelta tra rischiare la debacle clamorosa con le seconde linee o andare per il risultato "sicuro" a detrimento delle nostre chances di passare il turno. Si è scelto per la seconda ipotesi, per me sbagliando. Poi certo la grande fatica fatta per marcare la quarta meta agli USA, con Castro affetto da pubalgia, non ha giovato...........................

Con questa scelta a priori si spiegano forse il ricorso massiccio ai senatori dell'"ultima partita in Nazionale", il magone di Mallett alla sua ultima conferenza stampa PRE-partita, il nervosismo serpeggiante prima e durante la gara, la resa incondizionata alle prime contrarietà.


Mi piace enormemente questo intervento di Diddi, con poche parole fa un'analisi profonda.
Anche per me l'ultimo atto di Mallett è stato ITA - USA , e l'ho scritto, Mallett ha preferito puntualizzare, sottolineare, evidenziare , ecc.. che la sua migliore ITA è nettamente superiore alla fascia emergente , non sarà fra le prime 8 , ma non è più lontana come prima ; il resto è stato condizionato da questa scelta e dall'inevitabile emotività dell' ULTIMA VOLTA.
Per noi è facile guardare 'il prodotto finale' , la partita , ma dietro ci sono degli uomini, che, seppur allenati a
un estremo stress psico-fisico, hanno un limite e in quest'occasione lo stress psico-fisico era oltre la soglia di sopportabilità. Anche Mallett ha comprensibilmente subito questo stress e ha subito, non gestito, il tunnel logico 'sicura vittoria USA' vs. ' e poi ? ...tanto è l'ultima'. Secondo me non possiamo dargli nè torto nè ragione .
(Rimango convinto del fatto che senza il fallimento del ' Gower affair' sarebbe stata tutta un'altra storia).

Bravo Diddi.


Torna a “RWC Nuova Zelanda 2011”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite