Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

paga1
Messaggi: 496
Iscritto il: 9 nov 2008, 9:56

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda paga1 » 3 ott 2011, 18:09

Ma scusa dammi una sola buona ragione per cui un allenatore dovrebbe privarsi in un 6N degli unici 2 veri fuoriclasse di cui dispone che per di piu' sono relativamente giovani.
Non si parla di una partita amichevole stile calcio ma del torneo piu' prestigioso che c'e' ogni anno.
Mi spiace ma e' oggettivamente una idiozia.

Avatar utente
greg70
Messaggi: 2424
Iscritto il: 25 feb 2005, 0:00
Località: turro - podenzano - piacenza (un posto in mezzo alla campagna)

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda greg70 » 3 ott 2011, 18:18

paga1 WroteColonMa scusa dammi una sola buona ragione per cui un allenatore dovrebbe privarsi in un 6N degli unici 2 veri fuoriclasse di cui dispone che per di piu' sono relativamente giovani.
Non si parla di una partita amichevole stile calcio ma del torneo piu' prestigioso che c'e' ogni anno.
Mi spiace ma e' oggettivamente una idiozia.


Sai... ho trovato un tuo post dove dici che dare dell'idiota a chi non la pensa come te sul rugby è qualcosa che non ti piace... complimenti, lo hai appena fatto!

Io sulla parte di Parisse e Castro sono anche d'accordo, ma non mi permetterei mai di dare dell'idiota a qualcuno che invece ritiene che possa servire. Una loro idea che non condivido.

Sulla seconda parte del tuo intervento invece la penso diversamente. Primo perché Bocchino non è (ancora) un'eterna promessa. A dire il vero, secondo me non è mai stata neppure una promessa. Io credo possa diventare una discreta apertura, se gioca con continuità ad alto livello potrebbe arrivare più o meno ad essere l'Orquera del 2015 (quando avrà 27 anni). Dato che immagino che nessuno di noi si auguri che nel 2015 la nostra migliore apertura sia del livello di Orquera di quest'anno, tutti ci auguriamo che ne troveremo una (ma anche due) migliore. Una promessa è Benvenuti, che ha già dimostrato di avere la potenzialità per essere un ottimo giocatore.
Detto questo dare dell'idiota o dell'incompetente a chi non la pensa come te è semplicemente come battere i piedi e dire che si ha ragione.

Buon rugby.

paga1
Messaggi: 496
Iscritto il: 9 nov 2008, 9:56

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda paga1 » 3 ott 2011, 18:24

Scusa hai ragione non intendevo dare dell'idiota ma dire che quella era un'idiozia la differenza e' tanta e mi scuso visto che mi sono espresso male

Luqa-bis
Messaggi: 4864
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda Luqa-bis » 3 ott 2011, 18:31

Visto che l'argomento sarebberoigiovaniper la prossima nazionale, direi che Parisse, Castrogiovanni, Orquera e gli altri sopra i 25 possano essere lasciati in pace in questa discussione.

Avatar utente
tafano
Messaggi: 1994
Iscritto il: 28 set 2007, 15:24
Contatta:

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda tafano » 3 ott 2011, 23:12

edopardo WroteColonMmmm...comunque da quanto si capisce nel sito dei Cavalieri Prato il buon rodwell ha fatto l'accademia di tirrenia e gia frequentato under20 italica quindi non so se può essere convocato per la nazionale u.s.a...certo che non capisco una franchigia poteva anche prenderlo che di sicuro il ragazzo ha grandi potenzialità... mah va a capire tu ci teniamo Garcia e Pratichetti che non sono granchè da tempo e ci lascimao sfuggire giovani emergenti ...http://gliscudieri.it/it/cavalieri/sebastian_rodwell

Il ragazzo è andato a studiare in USA, mica a raccogliere castagne.
Buon per lui, il rugby alla fin fine è una passione, uno sport, può diventare una ragione di vita, ma ben pochi riescono a camparci.
Non credo al "ce lo siamo lasciati sfuggire", forse se ne voleva proprio andare e costruirsi una carriera oltre i probabili, ma non garantiti, 10 anni
di rugby.

E magari con meno impegno tentare la via della nazionale USA
http://illinkpiubellodelmondo.com/ : un blog da non leggere.

Avatar utente
Leinsterugby
Messaggi: 4711
Iscritto il: 25 nov 2008, 12:33
Località: treviso

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda Leinsterugby » 3 ott 2011, 23:24

Io chiamerei A.Pavanello e farei fare a lui il capitano, tenendo Parisse e Castro titolari

pilonegrosso
Messaggi: 1530
Iscritto il: 25 nov 2007, 19:52

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda pilonegrosso » 4 ott 2011, 0:49

tafano WroteColonMi space che Benettin sia finito agli Aironi così presto, avrebbe dovuto rimanere in eccellenza già dall'anno scorso a farsi le ossa, invece che
marcire in panca o tribuna a Viadana.
Il problema è che si rompe spesso, pure in allenamento, finora ha giocato meno di una partita in Celtic League contando l'nno scorso.

Poteva essere un'apertura da crescere per bene, e invece...

Benettin è un buonissimo giocatore con ulteriori margini di miglioramento. Purtroppo non è appariscente come piace a qualche genio federale, ma è solido e completo e merita ben altra attenzione. Anche Trevisan è molto migliorato. Vanno di moda invece gli inconsistenti appariscenti che, come dimostra anche la recente esperienza, a livello internazionale non hanno caratteristiche e attributi per reggere stress difensivo e attaccare la linea.
pilonegrosso

PS servono anche buoni procuratori e amici nelle alte sfere, il talento non è indispensabile

Avatar utente
unmetrodallametaèmeta
Messaggi: 237
Iscritto il: 9 mar 2007, 14:39
Località: Dietro un pilone e a fianco di una 2a linea

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda unmetrodallametaèmeta » 4 ott 2011, 9:03

Non ho richiamato l'identico forum di quattro anni fa dopo Saint Etienne, vado a memoria.
Mi sembra di ricordare un autentico plebiscito per Andrea Marcato, Paolo Buso e Gonzalo Padrò; poi, fra i nominati, Sepe, Sgarbi, Patrizio ed anche Semenzato e Bocchino.
Mi rimetto alla saggezza del tempo ed alla coscienza di Brunel e dei suoi collaboratori.

Avatar utente
bep68
Messaggi: 1223
Iscritto il: 28 ago 2009, 10:31

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda bep68 » 4 ott 2011, 9:40

unmetrodallametaèmeta WroteColonNon ho richiamato l'identico forum di quattro anni fa dopo Saint Etienne, vado a memoria.
Mi sembra di ricordare un autentico plebiscito per Andrea Marcato, Paolo Buso e Gonzalo Padrò; poi, fra i nominati, Sepe, Sgarbi, Patrizio ed anche Semenzato e Bocchino.
Mi rimetto alla saggezza del tempo ed alla coscienza di Brunel e dei suoi collaboratori.

se ci fosse stata saggezza, e tempo, inteso come tempo giocato effettivamente ora avremmo 2 aperture di livello almeno migliore di quelle che abbiamo:uno è proprio Marcato e l'altro proprio Bocchino: Ci siamo dimenticati del trattamento perpetrato ai danni di Marcato esponendolo come facemmo a Twikenam alle percussioni inglesi? io purtroppo c'ero( aggiungo che la seconda vittima di quella scelleratezza fu Toniolatti che fece un più che buono secondo tempo entrando al posto di Mauro, e questo non lo dico io ma i giornali inglesi di allora).Dunque quel fenomeno che se è appena andato in un solo macth ti ha fatto fuori l'apertura che ci fece vincere con la scozia e che fino allora aveva dimostrato di essere un giocatore tattico che poteva reggere quel livello, una terza di livello internazionale ridicolizzata che se non fosse per i propri controcoglioni avrebbe subito un danno mica da ridere, e un mediano che si trovò a giocare una partita compromessa in una situazione psicologica assurda( esordio in nazionale, a twikenam , dopo il disastro del primo tempo) e giocò pure bene.ma mai più rischierato nel suo ruolo.
e Bocchino che poteva aver giocato almeno la metà dei macth da 3 anni a questa parte? umiliato a Dublino dove entra per sostituire il "fenomeno", calcia talmente alto, superando di una 15na di metri gli upandunder di o'gara tanto da "costringere gli azzurri a montare, cosa che con le scoregge del "fenomeno"era impossibile fare, placca salvando una meta dentro i 22, e tutto per vedersi sostituire al 78' dal fenomeno?
e ad ascoli dove viene fatto scaldare più volte e lasciato poi fuori da una partita già vinta?
è così che creiamo, costruiamo, proteggiamo i nostri giocatori migliori?
bah sinceramente parlare di orchera o gower lo lascio fare a voi.io non voglio avere ragione, ma il campo mi ha insegnato che i giocatori li deve crescere, amare, proteggere.NON comprare!
quel signore commovente che ci ha lasciato or ora a 10 ha fatto dei disastri perchè non ha mai cercato di costruire la continuità, cosa che puoi fare lavorando solo sui giovani.Il motivo è semplice è per capirlo basta guardare il suo curriculum con l'occhio di chi si occupa di risorse umane di una azienda:come mai ha cambiato squadra ogni 2 anni ? nel mondo del lavoro questo è un pessimo segnale.E 2 milioni di euro all'anno non è lavoro, meglio professionismo? Gui Novess o Graham Henry sono al loro posto rispettivamente da circa 20 e 10 anni...Solo noi, anzi solo dondescu contro tutto il movimento s'è tenuto sul groppone quel simpatico signore e le sue immani capellate( la più grossa è proprio quella del n°10 : marcato,masi,orchera,gover,bocchino,mc lean dimentico qualcuno? 6 aperture in 4 anni? e volevamo battere l'irlanda? humfreis o come cazz si chiama, o'gara, sexton in 10 anni!).
se il rugby è una metafora della vita, e la vita è una ruota, sono al terzo giro, il primo da giocatore, il secondo da allenatore, il terzo da genitore..

Avatar utente
bep68
Messaggi: 1223
Iscritto il: 28 ago 2009, 10:31

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda bep68 » 4 ott 2011, 9:46

e burton, l'ottimo burton, a mio avviso. 7 aperture in 4 anni.e non gli ne va bene una! mallet va a cagare!
se il rugby è una metafora della vita, e la vita è una ruota, sono al terzo giro, il primo da giocatore, il secondo da allenatore, il terzo da genitore..

Avatar utente
unmetrodallametaèmeta
Messaggi: 237
Iscritto il: 9 mar 2007, 14:39
Località: Dietro un pilone e a fianco di una 2a linea

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda unmetrodallametaèmeta » 4 ott 2011, 9:50

bep68 WroteColon
unmetrodallametaèmeta WroteColonNon ho richiamato l'identico forum di quattro anni fa dopo Saint Etienne, vado a memoria.
Mi sembra di ricordare un autentico plebiscito per Andrea Marcato, Paolo Buso e Gonzalo Padrò; poi, fra i nominati, Sepe, Sgarbi, Patrizio ed anche Semenzato e Bocchino.
Mi rimetto alla saggezza del tempo ed alla coscienza di Brunel e dei suoi collaboratori.

se ci fosse stata saggezza, e tempo, inteso come tempo giocato effettivamente ora avremmo 2 aperture di livello almeno migliore di quelle che abbiamo:uno è proprio Marcato e l'altro proprio Bocchino: Ci siamo dimenticati del trattamento perpetrato ai danni di Marcato esponendolo come facemmo a Twikenam alle percussioni inglesi? io purtroppo c'ero( aggiungo che la seconda vittima di quella scelleratezza fu Toniolatti che fece un più che buono secondo tempo entrando al posto di Mauro, e questo non lo dico io ma i giornali inglesi di allora).Dunque quel fenomeno che se è appena andato in un solo macth ti ha fatto fuori l'apertura che ci fece vincere con la scozia e che fino allora aveva dimostrato di essere un giocatore tattico che poteva reggere quel livello, una terza di livello internazionale ridicolizzata che se non fosse per i propri controcoglioni avrebbe subito un danno mica da ridere, e un mediano che si trovò a giocare una partita compromessa in una situazione psicologica assurda( esordio in nazionale, a twikenam , dopo il disastro del primo tempo) e giocò pure bene.ma mai più rischierato nel suo ruolo.
e Bocchino che poteva aver giocato almeno la metà dei macth da 3 anni a questa parte? umiliato a Dublino dove entra per sostituire il "fenomeno", calcia talmente alto, superando di una 15na di metri gli upandunder di o'gara tanto da "costringere gli azzurri a montare, cosa che con le scoregge del "fenomeno"era impossibile fare, placca salvando una meta dentro i 22, e tutto per vedersi sostituire al 78' dal fenomeno?
e ad ascoli dove viene fatto scaldare più volte e lasciato poi fuori da una partita già vinta?
è così che creiamo, costruiamo, proteggiamo i nostri giocatori migliori?
bah sinceramente parlare di orchera o gower lo lascio fare a voi.io non voglio avere ragione, ma il campo mi ha insegnato che i giocatori li deve crescere, amare, proteggere.NON comprare!
quel signore commovente che ci ha lasciato or ora a 10 ha fatto dei disastri perchè non ha mai cercato di costruire la continuità, cosa che puoi fare lavorando solo sui giovani.Il motivo è semplice è per capirlo basta guardare il suo curriculum con l'occhio di chi si occupa di risorse umane di una azienda:come mai ha cambiato squadra ogni 2 anni ? nel mondo del lavoro questo è un pessimo segnale.E 2 milioni di euro all'anno non è lavoro, meglio professionismo? Gui Novess o Graham Henry sono al loro posto rispettivamente da circa 20 e 10 anni...Solo noi, anzi solo dondescu contro tutto il movimento s'è tenuto sul groppone quel simpatico signore e le sue immani capellate( la più grossa è proprio quella del n°10 : marcato,masi,orchera,gover,bocchino,mc lean dimentico qualcuno? 6 aperture in 4 anni? e volevamo battere l'irlanda? humfreis o come cazz si chiama, o'gara, sexton in 10 anni!).

Infatti mi sono rimesso anche (e soprattutto) alla coscienza dello staff tecnico.
Il tempo servirà, eventualmente (e naturalmente), alla crescita.
Il nostro, da appassionati, è puro esercizio di stile.

Avatar utente
bep68
Messaggi: 1223
Iscritto il: 28 ago 2009, 10:31

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda bep68 » 4 ott 2011, 9:53

Infatti mi sono rimesso anche (e soprattutto) alla coscienza dello staff tecnico.
Il tempo servirà, eventualmente (e naturalmente), alla crescita.
Il nostro, da appassionati, è puro esercizio di stile.[/quote]
se permetti appassionato solo perchè quel che faccio in campo lo faccio a gratis ma non per questo lo faccio male occupandomi di formazione.più che sercizio di stile lo chiamo giramento di c******* :rotfl: :rotfl: :rotfl:
se il rugby è una metafora della vita, e la vita è una ruota, sono al terzo giro, il primo da giocatore, il secondo da allenatore, il terzo da genitore..

Avatar utente
tafano
Messaggi: 1994
Iscritto il: 28 set 2007, 15:24
Contatta:

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda tafano » 4 ott 2011, 10:00

pilonegrosso WroteColon Vanno di moda invece gli inconsistenti appariscenti che, come dimostra anche la recente esperienza, a livello internazionale non hanno caratteristiche e attributi per reggere stress difensivo e attaccare la linea.


Tipo Venditti, cui manca tremendamente visione e senso della posizione
http://illinkpiubellodelmondo.com/ : un blog da non leggere.

youngblood
Messaggi: 941
Iscritto il: 29 mar 2011, 13:23

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda youngblood » 4 ott 2011, 10:21

1 Fazzari
2 D'Apice
3 Cittadini
4 Cazzola
5 Furno
6 Derbyshire
7 Favaro
8 Barbini
9 Palazzani
10 Morisi
11 Majstorovic
12 Quartaroli
13 Benvenuti
14 Toniolatti
15 Iannone

pilone63
Messaggi: 100
Iscritto il: 29 giu 2011, 20:42

Re: Cotti e mangiati...che gioani vedremo con Brunel?

Messaggioda pilone63 » 4 ott 2011, 10:33

paga1 WroteColonMa scusa dammi una sola buona ragione per cui un allenatore dovrebbe privarsi in un 6N degli unici 2 veri fuoriclasse di cui dispone che per di piu' sono relativamente giovani.
Non si parla di una partita amichevole stile calcio ma del torneo piu' prestigioso che c'e' ogni anno.
Mi spiace ma e' oggettivamente una idiozia.


Sono daccordo, ma sono altresì dell'idea che al sig parisse e al sig castrogiovanni (più il primo del secondo)si deve far fare un grande bagno di umiltà e imporre il veto su certi comportamenti in campo.
Sono inoltre dell'idea che la fascia di capitano data da Mallet a Parisse gli abbia fatto più male che bene, lui non è un leader naturale e la pressione della fascia distoglie la sua attenzione dal gioco.
Si necessità di un capitano che abbia in mano la squadra e incarni l'animus pugnandi necessario per venir fuori da questa crisi, in poche parole...uno con le palle!!!

Ritengo però altresì estremamente necessaria anche una valutazione dello staff in organico per la nazionale, la principale colpa della debacle è la difesa, mai avanzante, mai arrembante, sempre attendista....e quello non è colpa solo dei giocatori.


Torna a “RWC Nuova Zelanda 2011”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti