Wales - France

mauott
Messaggi: 2323
Iscritto il: 27 ago 2008, 14:31

Re: Wales - France

Messaggioda mauott » 16 ott 2011, 19:19

[quote="]
1: a parti invertire avrei detto la stessa cosa, non puoi falsare i valori in campo e compromettere una semifinale dopo 20 min in questo modo .... perde il rugby, perde lo sport ...
2: con i se ci rimaniamo tutti a casa a giocare a monopoli ... a parte che non ho visto cattiveria in Warburton, anzi manca la presa o cmq per istinto mette la mano avanti per pararsi dalla caduta e gli scivola il placcato .... sarei stato d'accordo con un giallo, o un rosso se si fosse trattato di una partita normale ... ma in una semefinale mondiale ci vuole buon senso ...[/quote]

mah. Non dubito che avresti detto la stessa cosa ( qualcun'altro magari no) ma in una partita di rugby la prima cosa e' la sicurezza dei giocatori dal mini rugby alla finale di coppa del mondo.... Se un fallo e' pericoloso lo e' dal primo all'ottantesimo minuto e l'arbitro deve stroncare questi comportamenti da subito..... Secondo me l'ha fatto apposta e tre giornate sono anche poche pero' questa e' un'opinione personale e tale resta....

Ci sono migliaia di ragazzi nel mondo che guardano le partite, se passa l'idea che fare una cosa di questo tipo non porta a conseguenze tra un po' all'arbitro bisogna dare una pistola :shock:

Avatar utente
bep68
Messaggi: 1227
Iscritto il: 28 ago 2009, 10:31

Re: Wales - France

Messaggioda bep68 » 16 ott 2011, 20:26

una di quelle partite che anzichè darti piacere ti fan torcere le budella..war(!)burton che fa 'na minchiata micidiale che viene punita in un modo micidiale..a questo proposito ringrazio mero per aver postato il video dellìin come contro wasp - stadetoulousaine dove si ha modo di verificare effettivamente l'uniformità comportamentele di roland nello specifico del placcaggio a rovesciare.premetto che l'amarezza per aver visto l'espulsione così prematura è stata mitigata dopo una telefonata con un amico arbitro che anche lui mi rammentava di come nel caso specifico si parta dal rosso a scendere.La francia come il galles dal mio punto di vista personale godevano di simpatia solo in virtù dell'essere europee e rappresentanti l'unica chance di dare ancora un che di "mondiale"a questo che altrimenti rischia sempre di essere un campionato del commenwelt.
purtroppo la partita è andata così.
se il rugby è una metafora della vita, e la vita è una ruota, sono al terzo giro, il primo da giocatore, il secondo da allenatore, il terzo da genitore..

Bergshamra
Messaggi: 163
Iscritto il: 13 set 2005, 0:00

Re: Wales - France

Messaggioda Bergshamra » 16 ott 2011, 20:29

mauott WroteColon[


Ok d'accordo, allora mettiamola così: se un fallo è pericoloso lo è dalla partita di apertura del mondiale alla finale (anzi se un fallo è pericoloso lo è sempre). Ha fatto bene l'arbitro a estrarre il rosso? Ci sta sicuramente, allora vuol dire che invece di un errore arbitrale ce ne sono almeno tre (i tre precedenti casi non sanzionati con il rosso). Qui non c'è nessuna interpretazione del regolamento che tenga: il fallo è quello, lo vedi, la sanzione deve essere la stessa...
Questo argomento lo discuto non per trovare un'alibi per la squadra perdente, ma per poter capirci qualcosa nelle valutazioni arbitrali e nelle direttive impartite agli arbitri dagli organi superiori...

Avatar utente
bep68
Messaggi: 1227
Iscritto il: 28 ago 2009, 10:31

Re: Wales - France

Messaggioda bep68 » 16 ott 2011, 21:04

aggiungo un cosa personale ma forse neanche tanto: un problema che si riscontra in formazione su giocatori già con un buon vissuto(esempio in under 14 con alle spalle 7 anni di rugby) è la tendenza a portare in campo skill appresi visivamente in televisione.cosa molto positiva in alcuni casi quando effettuata in modo efficacie (calcio passaggio e offload) o cose assolutamente deleterie, tipo il tuffo alla ashton( certo che se philips anziche la foto andava a cercare un altro paio di metri per favorire la sucessiva trasformazione...parlando di efficacia!) o molto peggio il placcaggio a ribaltare con conseguente incitamento dei genitori(BRAVO COSI',continua...).davanti alla tv ci sono milioni anche di ragazzini.il placcaggio a ribaltare non serve veramente a niente se non forse a inibire quei giocatori più talentuosi e magari penalizzati dalle dimensioni non proprio ciclopiche.ma poi il problema è che oltre a essere pericolosissimo,e questo basta e avanza,è inefficacie al fine del sucessivo contendere del pallone.più basso lo prendo e prima cade e prima sono in grado di contendere il pallone quindi di velocizzare l'azione.
se il rugby è una metafora della vita, e la vita è una ruota, sono al terzo giro, il primo da giocatore, il secondo da allenatore, il terzo da genitore..

mauott
Messaggi: 2323
Iscritto il: 27 ago 2008, 14:31

Re: Wales - France

Messaggioda mauott » 16 ott 2011, 21:19

bep68 WroteColonaggiungo un cosa personale ma forse neanche tanto: un problema che si riscontra in formazione su giocatori già con un buon vissuto(esempio in under 14 con alle spalle 7 anni di rugby) è la tendenza a portare in campo skill appresi visivamente in televisione.cosa molto positiva in alcuni casi quando effettuata in modo efficacie (calcio passaggio e offload) o cose assolutamente deleterie, tipo il tuffo alla ashton( certo che se philips anziche la foto andava a cercare un altro paio di metri per favorire la sucessiva trasformazione...parlando di efficacia!) o molto peggio il placcaggio a ribaltare con conseguente incitamento dei genitori(BRAVO COSI',continua...).davanti alla tv ci sono milioni anche di ragazzini.il placcaggio a ribaltare non serve veramente a niente se non forse a inibire quei giocatori più talentuosi e magari penalizzati dalle dimensioni non proprio ciclopiche.ma poi il problema è che oltre a essere pericolosissimo,e questo basta e avanza,è inefficacie al fine del sucessivo contendere del pallone.più basso lo prendo e prima cade e prima sono in grado di contendere il pallone quindi di velocizzare l'azione.


Bravo, hai colto il punto... E' esattamente quello che penso io e credo che chiunque abbia a che fare con i ragazzini durante la settimana la pensi in maniera analoga..... Inoltre penso che un'azione di questo tipo sia solo intimidatoria e debba essere sempre sanzionata pesantemente.

mauott
Messaggi: 2323
Iscritto il: 27 ago 2008, 14:31

Re: Wales - France

Messaggioda mauott » 16 ott 2011, 21:26

Bergshamra WroteColon
Ok d'accordo, allora mettiamola così: se un fallo è pericoloso lo è dalla partita di apertura del mondiale alla finale (anzi se un fallo è pericoloso lo è sempre). Ha fatto bene l'arbitro a estrarre il rosso? Ci sta sicuramente, allora vuol dire che invece di un errore arbitrale ce ne sono almeno tre (i tre precedenti casi non sanzionati con il rosso). Qui non c'è nessuna interpretazione del regolamento che tenga: il fallo è quello, lo vedi, la sanzione deve essere la stessa...
Questo argomento lo discuto non per trovare un'alibi per la squadra perdente, ma per poter capirci qualcosa nelle valutazioni arbitrali e nelle direttive impartite agli arbitri dagli organi superiori...


Guarda che se nelle partite precedenti non c'e' stato il rosso ha sbagliato l'arbitro, tanto e' vero che comunque i giocatori sono stati citati nonostante il fallo sia stato visto e sanzionato.... Tieni conto che l'arbitro deve partire dal rosso in giù e non il contrario e comunque falli di quel tipo, fatti a centrocampo, sono delle bastardate fatte solo a scopo intimidatorio e non normali azioni di gioco..

dg
Messaggi: 1006
Iscritto il: 12 mar 2007, 10:53

Re: Wales - France

Messaggioda dg » 16 ott 2011, 21:32

ho letto 14 pagine di commento e resto basito.
il regolamento e le direttive parlano chiaro:
lo spear tackle è un fallo che si vuole debellare nel rugby professionistico (se qualcuno preferisce il rugby dei tempi andati di cui canta bollesan mi dispiace per lui: quei tempi sono finiti. lo spear tackle non è più un semplice ribaltino.)
tutti sanno (e soprattutto un capitano di una squadra alle semifinali della coppa del mondo) che se ribalti un giocatore l'arbitro comincia a chiedersi: c'è una ragione per cui non devo dare un rosso?
si, per esempio se cerca di riaccompagnarlo a terra.
un questo caso il capitano gallese accompagna il giocatore a terra? no. lo lascia cadere. non da 2 metri di altezza, ma se anche solo da mezzo metro lo lascia cadere.
per quale motivo rolland si dovrebbe accollare un problema non suo?
se fai un gesto che compromette una partita per quale motivo deve essere un problema dell'arbitro?

da un punto di vista arbitrale, come è stato fatto rimarcare, poteva essere ben più compromettente, come esito sulla partita, il calcio dato alla fine e sbagliato da halfpenny: fischia una entrata laterale al francese quando l'uomo a terra invece di lasciare il pallone, che un altro francese colpirebbe con un calcio e renderebbe pericoloso nel gioco aperto, commettendo un fallo professionale e di antigioco (per gioco sleale) grosso come una casa.

si vuole parlare della pochezza francese e di come la sua presenza ad una finale sia un insulto allo spirito del rugby?
lo si faccia.
si vuole discutere di come i mondiali abbiano falsato questo sport?
idem
si vuole parlare di come l'arbitro sbaglia e di quanto sia giusto pretendere da lui il massimo?
è sacrosanto

ma chi continua a dire che "è colpa dell'arbitro" e pretendere dei comportamenti sulla base dei "secondo me", con tutta la sua ignoranza del regolamento e la protervia da pallonaro è bene che vada a farsi un giro da un'altra parte
scusate lo sfogo ma tutti questi comportamenti giustificazionisti presi solo per partigianeria mi sembrano totalmente irritanti e inaccettabili.

brodo07
Messaggi: 43
Iscritto il: 6 nov 2003, 0:00
Località: tra Adige e Po

Re: Wales - France

Messaggioda brodo07 » 16 ott 2011, 22:15

Dopo tante pagine di commenti più o meno condisibili, è mai possibile che nessuno si ponga una domanda: era proprio necessario fare arbitrare una semifinale mondiale tra Francia e Galles a un arbitro di origini francesi? Con tutto il rispetto per la classe arbitrale, non c'era proprio nessun altro da mandare? E non datemi del calciofilo perché in 50 anni di rugby ne ho viste troppe da parte degli arbitri a tutti i livelli ( anche giovanili...): sono uomini anche loro e quindi fallibili nel loro pensare e condizionabili da fattori che con lo sport non hanno niente a che vedere. Come mai hanno mandato un arbitro indecente per Sudafrica-Australia e invece il migliore di tutti per AB-Australia? Le designazioni arbitrali sono uno schifo!!! E questo succede a tutti i livelli (anche nei nostri campionati) perché la presunzione che gli arbitri siano superiori alle pressioni ambientali o alle loro preferenze naturali è inaccettabile.

billevans
Messaggi: 69
Iscritto il: 11 mag 2011, 16:36

Re: Wales - France

Messaggioda billevans » 16 ott 2011, 22:21

dg WroteColonho letto 14 pagine di commento e resto basito.
il regolamento e le direttive parlano chiaro:
lo spear tackle è un fallo che si vuole debellare nel rugby professionistico (se qualcuno preferisce il rugby dei tempi andati di cui canta bollesan mi dispiace per lui: quei tempi sono finiti. lo spear tackle non è più un semplice ribaltino.)
tutti sanno (e soprattutto un capitano di una squadra alle semifinali della coppa del mondo) che se ribalti un giocatore l'arbitro comincia a chiedersi: c'è una ragione per cui non devo dare un rosso?
si, per esempio se cerca di riaccompagnarlo a terra.
un questo caso il capitano gallese accompagna il giocatore a terra? no. lo lascia cadere. non da 2 metri di altezza, ma se anche solo da mezzo metro lo lascia cadere.
per quale motivo rolland si dovrebbe accollare un problema non suo?
se fai un gesto che compromette una partita per quale motivo deve essere un problema dell'arbitro?

da un punto di vista arbitrale, come è stato fatto rimarcare, poteva essere ben più compromettente, come esito sulla partita, il calcio dato alla fine e sbagliato da halfpenny: fischia una entrata laterale al francese quando l'uomo a terra invece di lasciare il pallone, che un altro francese colpirebbe con un calcio e renderebbe pericoloso nel gioco aperto, commettendo un fallo professionale e di antigioco (per gioco sleale) grosso come una casa.

si vuole parlare della pochezza francese e di come la sua presenza ad una finale sia un insulto allo spirito del rugby?
lo si faccia.
si vuole discutere di come i mondiali abbiano falsato questo sport?
idem
si vuole parlare di come l'arbitro sbaglia e di quanto sia giusto pretendere da lui il massimo?
è sacrosanto

ma chi continua a dire che "è colpa dell'arbitro" e pretendere dei comportamenti sulla base dei "secondo me", con tutta la sua ignoranza del regolamento e la protervia da pallonaro è bene che vada a farsi un giro da un'altra parte
scusate lo sfogo ma tutti questi comportamenti giustificazionisti presi solo per partigianeria mi sembrano totalmente irritanti e inaccettabili.

Sono totalmente d'accordo; tanti esperti "che quasndo giocavo io si che era rugby..." sono un danno

Avatar utente
Hap
Messaggi: 6510
Iscritto il: 3 feb 2010, 16:49

Re: Wales - France

Messaggioda Hap » 16 ott 2011, 22:49

dg WroteColonho letto 14 pagine di commento e resto basito.
il regolamento e le direttive parlano chiaro:
lo spear tackle è un fallo che si vuole debellare nel rugby professionistico (se qualcuno preferisce il rugby dei tempi andati di cui canta bollesan mi dispiace per lui: quei tempi sono finiti. lo spear tackle non è più un semplice ribaltino.)
tutti sanno (e soprattutto un capitano di una squadra alle semifinali della coppa del mondo) che se ribalti un giocatore l'arbitro comincia a chiedersi: c'è una ragione per cui non devo dare un rosso?
si, per esempio se cerca di riaccompagnarlo a terra.
un questo caso il capitano gallese accompagna il giocatore a terra? no. lo lascia cadere. non da 2 metri di altezza, ma se anche solo da mezzo metro lo lascia cadere.
per quale motivo rolland si dovrebbe accollare un problema non suo?
se fai un gesto che compromette una partita per quale motivo deve essere un problema dell'arbitro?

da un punto di vista arbitrale, come è stato fatto rimarcare, poteva essere ben più compromettente, come esito sulla partita, il calcio dato alla fine e sbagliato da halfpenny: fischia una entrata laterale al francese quando l'uomo a terra invece di lasciare il pallone, che un altro francese colpirebbe con un calcio e renderebbe pericoloso nel gioco aperto, commettendo un fallo professionale e di antigioco (per gioco sleale) grosso come una casa.

si vuole parlare della pochezza francese e di come la sua presenza ad una finale sia un insulto allo spirito del rugby?
lo si faccia.
si vuole discutere di come i mondiali abbiano falsato questo sport?
idem
si vuole parlare di come l'arbitro sbaglia e di quanto sia giusto pretendere da lui il massimo?
è sacrosanto

ma chi continua a dire che "è colpa dell'arbitro" e pretendere dei comportamenti sulla base dei "secondo me", con tutta la sua ignoranza del regolamento e la protervia da pallonaro è bene che vada a farsi un giro da un'altra parte
scusate lo sfogo ma tutti questi comportamenti giustificazionisti presi solo per partigianeria mi sembrano totalmente irritanti e inaccettabili.


Sono un "pallonaro" e tifo Galles. Però hai ragione in tutto.
Agli amici che compaiono dagli abissi di internet solo quando l'Italia le prende, gustando il momento con rara intensità: grazie.
Grazie.
Grazie perché mi avete fatto capire il senso di tutti quei video porno in cui i mariti si sollazzano vedendo la moglie soddisfatta da un estraneo.

Avatar utente
andrea12
Messaggi: 1434
Iscritto il: 2 lug 2008, 16:32

Re: Wales - France

Messaggioda andrea12 » 16 ott 2011, 22:56

brodo07 WroteColonDopo tante pagine di commenti più o meno condisibili, è mai possibile che nessuno si ponga una domanda: era proprio necessario fare arbitrare una semifinale mondiale tra Francia e Galles a un arbitro di origini francesi? Con tutto il rispetto per la classe arbitrale, non c'era proprio nessun altro da mandare? E non datemi del calciofilo perché in 50 anni di rugby ne ho viste troppe da parte degli arbitri a tutti i livelli ( anche giovanili...): sono uomini anche loro e quindi fallibili nel loro pensare e condizionabili da fattori che con lo sport non hanno niente a che vedere. Come mai hanno mandato un arbitro indecente per Sudafrica-Australia e invece il migliore di tutti per AB-Australia? Le designazioni arbitrali sono uno schifo!!! E questo succede a tutti i livelli (anche nei nostri campionati) perché la presunzione che gli arbitri siano superiori alle pressioni ambientali o alle loro preferenze naturali è inaccettabile.

Io mi sono già espresso e ripeterei quello che ho già detto, però brodo07 non dice fesserie. Forse un poco più di professionalità non guasterebbe

Avatar utente
mockba1
Messaggi: 313
Iscritto il: 30 lug 2011, 16:29

Re: Wales - France

Messaggioda mockba1 » 17 ott 2011, 2:22

PiVi1962 WroteColon
mockba1 WroteColonFACT come hanno gia' scritto in molti, interventi simili se non peggiori non sono stati punito con il rosso durante questa RWC, ci vuole coerenza specialmente in una semifinale mondiale pertanto la partita piu' importante degli ultimi 150 anni del rugby Gallese...so I say...almeno consulta gli assistenti prima di rovinare una partita di questa importanza e falsare l'esito del torneo


La coerenza sta nelle squalifiche comminate ai giocatori che hanno commesso quei tipi di fallo: gli errori sono i mancati rossi e non il rosso dato a Warburton.
Se per caso hai fatto l'arbitro in qualche sport, saprai anche che vi sono delle sedute di aggiornamento durante i tornei, in cui vengono evidenziati gli eventuali errori e/o le mancanze di omogeneità di giudizio. Io posso pensare che gli errori di valutazione sugli spear tackle siano stati adeguatamente illustrati agli arbitri perché applicassero il metro di giudizio previsto dal regolamento.

Nel sito della WRU le dichiarazioni degli allenatori e del giocatore gallese (http://www.wru.co.uk/eng/news/19883.php) fanno capire che essi non conoscevano appieno la regola.
Il capitano gallese ha subito una squalifica di tre partite oltre al rosso già preso (http://www.wru.co.uk/eng/news/19891.php), e ciò fa capire come il metro di giudizio degli organi giudicanti della RWC sia rimasto uniforme.


Premessa, no non ho mai arbitrato con l'esclusione del Subbuteo :)...comunque PiVi voglio precisare una cosa fondamentale, anche se l'ho gia' fatto diverse folte in questo topic...NON era SPEAK TAKLE...non lo dico io, se sai l'Inglese lo dice il regolamento che tu stesso hai postato un paio di pagine fa' :). Poi il fatto che il capitano del Galles non sappia le regole riguardo il "gioco violento" specialmente se flanker, dai su' mi sembra assurdo anche parlarne. Poi, e qui sono in totale disaccordo, "e ciò fa capire come il metro di giudizio degli organi giudicanti della RWC sia rimasto uniforme"...certo post-factum, ma chi diavolo se lo caca il post-factum, io non voglio giudizi uniformi in aule di tribunale e dietro porte chiuse e a giochi fatti (e in questo caso a danni fatti) ma sul CAMPO!

Ok ora mi darete tutti del folle, comunque sono d'accordo il rosso ci stava ma l'espulsione in questa partita no...ho detto un assurdita' ma la penso cosi'. Mi spiego e anzi autoquoto il mio quote iniziale, anzi lo fa' Francois Pienaar che ha commentato il rosso prima della partita NZ-Aus sulla tv Inglese che la pensa esattamente come me. Its all in the INTERPRETATION of the law...e ha ragione lui nel dire che by the rule of law ci sarebbero falli fischiati ogni 10 secondi, come in tutti gli sport e specialmente nel rugby e come viene interpretata la legge. Percio' chiudo dicendo quello che credo pensano in molti su questo forum, la "legge" permetteva l'espulsione? "SI"...ma andava (interpretata) come tale? "NO"

Un ultimissima osservazione anche se OT, mi fa' veramente piacere leggere i commenti su questo forum non tanto considerando che trovo i forumisti di rugby.it in media (on average) preparati e comunque rispettosi (andate a leggervi qualche forum inglese altro che calciofili :) ma il fatto di comunque sentire un' opinione diversa dai media Britannici mi fa' molto piacere. Vedendo/leggendo il 99% del rugby da fonti Britanniche spesso mi faccio condizionare dall' "indiscussa" imparzialita' Britannica che invece spesso anche se in maniera subdola e mooolto di parte. Tornando un po' in topic espulsione Warburton, i commentatori inglesi (gli inglesi erano ovviamente biased)/gallesi + neutrali su ITV (Pienaar, Fitzpatrick, Larkham) avevano TUTTI gridato allo scandalo, idem TUTTI i miei amici anglosassoni e TUTTI i giornali/tv locali. Bello che invece su questo forum, e lo dico senza sarcasmo, e da 10 pagine che ne discutiamo in maniere educativa ed educata...

Avatar utente
PiVi1962
Messaggi: 2564
Iscritto il: 11 mar 2004, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Re: Wales - France

Messaggioda PiVi1962 » 17 ott 2011, 5:15

nino22 WroteColon1: non puoi falsare i valori in campo e compromettere una semifinale dopo 20 min in questo modo ... perde il rugby, perde lo sport ...


Siamo d'accordo, Warburton ha falsato la partita facendo un fallo terribilmente pericoloso, giustamente punito dall'arbitro.

Warburton sapeva benissimo di essere in una semifinale mondiale, dove l'attenzione sui giocatori era massima anche perché si trattava di un momento di vertice del nostro sport, perché coinvolgeva anche spettatori e media che si interessano solo occasionalmente di rugby.

Se Warburton compie un gesto idiota, non vedo perché si continui a prendersela con l'arbitro... Sembrerebbe quasi che Zidane non poteva essere espulso nella finale dei mondiali di calcio perché "era una finale"!

Avatar utente
PiVi1962
Messaggi: 2564
Iscritto il: 11 mar 2004, 0:00
Località: Roma
Contatta:

Re: Wales - France

Messaggioda PiVi1962 » 17 ott 2011, 5:28

mockba1 WroteColonPoi, e qui sono in totale disaccordo, "e ciò fa capire come il metro di giudizio degli organi giudicanti della RWC sia rimasto uniforme"...certo post-factum, ma chi diavolo se lo caca il post-factum, io non voglio giudizi uniformi in aule di tribunale e dietro porte chiuse e a giochi fatti (e in questo caso a danni fatti) ma sul CAMPO!


Poiché credo che lo staff e i giocatori del Galles non stiano vivendo in completo isolamento, SAPEVANO che falli simili a quello di Warburton, anche se non sanzionati immediatamente con il rosso dall'arbitro, erano stati valutati diversamente dalla disciplinare, dove l'azione viene rivista, dove il giocatore citato può difensdersi, dove non c'è il problema del prendere una decisione in un istante.

Quindi, come ho già scritto, o si parte dalla premessa che Warburton ha fatto un gesto idiota punito dal regolamento con il rosso, e poi si può discutere se un fallo punibile con il rosso va punito invece con il giallo solo perché si sta giocando una semifinale mondiale (secondo me no, secondo altri sì), oppure mi sembra di discutere solo per partito preso.

Avatar utente
TommyHowlett
Messaggi: 3611
Iscritto il: 7 apr 2004, 0:00
Località: Porto Viro

Re: Wales - France

Messaggioda TommyHowlett » 17 ott 2011, 8:26

Mezzo e più mondo rugbystico condanna l'arbitro per l'espulsione di Warburton ma fa finta di dimenticare le nuove direttive Irb che vogliono punire severamente un fallo che può portare a gravissime conseguenze fisiche per chi lo subisce; star lì a cercare il pelo nell'uovo ("...ma non voleva fargli male..", "...ma lui voleva accompagnarlo a terra...", "...ma qua..", "...ma là...") vuol dire disconoscere questa direttive. Immaginiamo (anzi meglio di no...) se per una sfortunatissima coincidenza Clerc avesse piegato la testa di lato prima di cadere. Il placcaggio "a capottare" (mia espressione personale) sta diventando una moda dato che è un gesto molto spettacolare e come tutte le mode spesso se ne fa un uso smodato senza prestare particolare cura e attenzione nell'esecuzione, anche sorvolando sulle eventuali conseguenze sul placcato.
In generale non ho visto particolari vantaggi concessi ai francesi nella partita di sabato; anzi, vorrei sottolineare come già fatto da altri in tantissimi interventi in questi 3d che la punizione della possibile vittoria gallese (che mi avrebbe ampiamente soddisfatto...) poi calciata corta da Mezzosoldo, era in realtà una punizione da fischiare CONTRO il Galles.
Non so se i miei giocatori bevono whisky. So che bevendo frappé non si vincono molte partite.


Torna a “RWC Nuova Zelanda 2011”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite