18° giornata - a giochi fatti

Moderatori: Ref, ale.com

ayr
Messaggi: 692
Iscritto il: 30 gen 2006, 0:00

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda ayr » 25 apr 2012, 12:38

mariemonti WroteColon
rrd WroteColonProvo a dire anche io la mia.

Uno scudetto non porta introiti monetari, è un titolo.



Certo, è "semplicemente" la cosa per la quale ti alleni tutta l'estate e poi passi nove mesi a giocare ogni settimana (o quasi). Lo scudetto è quella cosa per la quale fra 20 anni negli annuari il nome della tua squadra figurerà nell'albo d'oro della manifestazione.

Attenzione, tifosi, vi state allontanando dallo sport...


Questi sono gli effetti di un anno di "analisi"... cambiate analista.
Maci Battaglini si sta' rivoltando nella tomba (e lui era un proto-professionista...) - altro che dare il nome di Doro Quaglio alla tribuna... :cry:
Grazie al cielo l'hanno inventato a Rugby e non a Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch!

Ilgorgo
Messaggi: 8540
Iscritto il: 21 lug 2005, 0:00

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda Ilgorgo » 25 apr 2012, 13:11

Le mete di Reggio-Lazio (18-19) e la rissa nata a metà del secondo tempo

http://www.youtube.com/watch?v=55rjok4JR2U

http://www.youtube.com/watch?v=_gcXV3_Y69w

ayr
Messaggi: 692
Iscritto il: 30 gen 2006, 0:00

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda ayr » 25 apr 2012, 16:27

Grazie al cielo l'hanno inventato a Rugby e non a Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch!

s6tefano71
Messaggi: 690
Iscritto il: 2 nov 2008, 13:23
Località: Rovigo

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda s6tefano71 » 25 apr 2012, 18:07

mariemonti WroteColonE veramente pensi che il sostenitore di una squadra sia soddisfatto dello scudetto economico?
Io ragiono in modo diverso. Sarà che è un bel po' di anni (secoli...) che la mia squadra non vince uno scudetto ma a me interessa di più il titolo.

Ripeto, si sta parlando di sport.
Perdere uno scudetto dispiace, poi perderlo come l'ha perso il Rovigo l'anno scorso, dopo averlo sentito in saccoccia a momenti già dalla fine del girone d'andata e con la festa già preparata, dev'essere stato drammatico, ma è passato un anno, pensavo che fosse già tutto smaltito.
Gli sforzi linguistici e le acrobazie verbali per dimostrare l'indimostrabile lasciano il tempo che trovano...

Guarda che te la fai e te la dici tu da solo sai. Vabbè che parlare per un forum è limitativo, però penso di essere stato io e anche "rrd" molto chiari. Ma te lo dico senza polemica a te e a tutti quelli che la pensano come te. Allora, ricapitolo in modo, ahimè, sintetico:
1. Certo che ci brucia da matti aver perso lo scudetto l'anno scorso, non ce lo siamo dimenticati, e l'aver buttato fuori il Petrarca sabato scorso ha solo temperato in parte la nostra delusione per l'anno scorso;
2. Uno scudetto sul petto vero, non economico, vale mille accessi ai play-off! Ok! non c'è bisogno di fare allusioni a Maci o a Doro.
3. In tempi di crisi economica-mondiale-del.mercato-mai-vista-prima-e bla, bla,bla,bla...un accesso ai play-off per quello che comporta da un punto di vista economico per le società sportive vale come, attento bene, un scudetto. Ok? sono stato chiaro?
ciao

rrd
Messaggi: 21
Iscritto il: 5 mar 2012, 16:24

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda rrd » 25 apr 2012, 18:08

- AYR e MARIEMONTI:

Non estremizzate il senso del mio discorso a vostro uso e consumo.

Il rugby è cambiato ed un fallimento sportivo stagionale (specie adesso, in piena crisi economica) può rappresentare la messa a repentaglio di un futuro per una società sportiva, dunque anche per chi è a libro paga di quella società. A Padova, tra i giocatori che sono già in piena maretta per avere da poco ricevuto gli stipendi di febbraio e quelli che hanno altri anni di contratto col Petrarca e saranno tagliati o vedranno un drastico ridimensionamento di stipendio, come pensi ci si possa sentire?

Tutto questo considerato come il territorio padovano sia comunque florido in industrie e possibilità economiche.
Ti lascio immaginare cosa sarebbe invece accaduto in Polesine, zona a crescita zero praticamente dal 1951, se il Rovigo non ce l'avesse fatta ad acciuffare il contributo dell'ERC.

Gli scudetti, oltre a vincerli, bisogna anche saperli sostenere. Altrimenti si fa la fine del Milan di Berlusconi, gli scudetti del quale chi se li ricorda?
Stessa cosa l'alloro di Viadana, che in 10 anni di alto livello ha sperperato miliardi per vincere poco o nulla, salvo cambiare identità e diventare Aironi fino al punto - imbarazzante - al quale la società è giunta adesso, tra collusione e servilismo federale.

s6tefano71
Messaggi: 690
Iscritto il: 2 nov 2008, 13:23
Località: Rovigo

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda s6tefano71 » 25 apr 2012, 18:18

Bravo "rrd" speremo che i gabbia capìo

Avatar utente
beetlebailey
Messaggi: 484
Iscritto il: 25 ago 2011, 18:39
Località: Rovigo

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda beetlebailey » 25 apr 2012, 19:41

rrd e stefano hanno spiegato benissimo. questa situazione è in parte dovuta alla FIR che da sempre sperpera fior di soldoni invece di investire nel movimento facendolo crescere. meditate, meditate...

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda mariemonti » 25 apr 2012, 23:39

rrd WroteColon- AYR e MARIEMONTI:

Non estremizzate il senso del mio discorso a vostro uso e consumo.

Il rugby è cambiato ed un fallimento sportivo stagionale (specie adesso, in piena crisi economica) può rappresentare la messa a repentaglio di un futuro per una società sportiva, dunque anche per chi è a libro paga di quella società. A Padova, tra i giocatori che sono già in piena maretta per avere da poco ricevuto gli stipendi di febbraio e quelli che hanno altri anni di contratto col Petrarca e saranno tagliati o vedranno un drastico ridimensionamento di stipendio, come pensi ci si possa sentire?

Tutto questo considerato come il territorio padovano sia comunque florido in industrie e possibilità economiche.
Ti lascio immaginare cosa sarebbe invece accaduto in Polesine, zona a crescita zero praticamente dal 1951, se il Rovigo non ce l'avesse fatta ad acciuffare il contributo dell'ERC.

Gli scudetti, oltre a vincerli, bisogna anche saperli sostenere. Altrimenti si fa la fine del Milan di Berlusconi, gli scudetti del quale chi se li ricorda?
Stessa cosa l'alloro di Viadana, che in 10 anni di alto livello ha sperperato miliardi per vincere poco o nulla, salvo cambiare identità e diventare Aironi fino al punto - imbarazzante - al quale la società è giunta adesso, tra collusione e servilismo federale.


Conosco atleti che sono rimasti senza riscaldamento perché il Rovigo non pagava le bollette, sono amico di altri che sempre a Rovigo dovevano pagarsi di tasca propria bende e cerotti (...e lasciamo perdere gli stipendi arretrati...). Eppure Rovigo eccola qua, in semifinale e l'anno scorso in finale, stipendi -credo- pagati eccetera. Il Calvisano è retrocesso per problemi economici ed ecco che magari quest'anno vincerà lo scudetto. Insomma queste cose passano, si può rimediare, ci si può risollevare.
I problemi passano, gli scudetti restano.
Per questo, ripeto, ho capito benissimo il vostro discorso.
Concordo con tutto, eccetto per quello che riguarda gli scudetti.
Chi si ricorda gli scudetti del Milan Rugby? Credo se li ricordino tutti. Però si ricordano ancora meglio quando L'Aquila batté in finale proprio il Milan Rugby, una sorpresa ben superiore a quella dell'anno scorso. Era così forte quella squadra che si ricorderà di più lo scudetto PERSO di quelli vinti.
Se non supererete il trauma dell'anno scorso rischiate di ricordarvi il campionato 2010-2011 più ancora dei campionati in cui lo scudetto è stato vinto o sarà vinto in futuro...
Il riferimento al Viadana, poi, mi ricorda tanto la favola della volpe e l'uva...

Zeu
Messaggi: 903
Iscritto il: 22 apr 2005, 0:00

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda Zeu » 26 apr 2012, 0:10

A questo giro concordo in toto con Mariemonti:
Pur comprendendo l'importanza economica di quello che rappresenta la partecipazione ai PF con relativi introiti derivanti dalle coppe, se dobbiamo ragionare sul fatto che questi vili denerai di provenienza Fir, debbano salvare o pregiudicare il futuro, equivale alla fortuna o meno di trovare il Berlusconi di turno che mette mano in tasca e ti fa tirare il fiato finchè ce n'è.
Poi? poi ci ricorderemo degli scudetti vinti...

Luqa-bis
Messaggi: 4197
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda Luqa-bis » 26 apr 2012, 9:29

A mia memoria la polemicuzza peggio perdere uno scudetto in finale o peggio non entrare ai playoff, è nata dai commentisulla cosiddetta "vendetta".

Certo, ognuno ha il diritto di sentirsi "soddisfatto" come vuole, ma la questione era se l'aver eliminato a casa sua la propria acerrima rivale dai playoff valesse "sportivamente" quanto l'aver perso nel proprio stadio la finale scudetto dopo un campionato senza sconfitte .

Ripeto "sportivamente" non "economicamente".
Perché è vero che la grossa differenza è tra fare i play off e quindi la Challenge e non farli e restare (per ora) al trofeo Eccelenza fa differenza.

ma anche il vincere o menolo scudetto fa tanta differenza: se l'anno scorso i cavalieri avessero vinto lo scudetto, questo anno avrebbero avuto un budget superiore di 300/400 mila euro (nonostante la crisi )per l'effetto trainante di essere una squadra vincente a livello nazionale.
In Italia , nonostante la celtica e le altre amenità, dire "Siamo una squadra che è arrivata ai playoff" o dire "Siamo i Campioni d'Italia" fa molta differenza, specie con chi proprio del mondo del rugby non è.

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda mariemonti » 26 apr 2012, 10:44

Sentite, amici, non mi sembra il caso di insistere. Nell'"elaborazione di un lutto" (scusate la parola troppo grossa, ma per qualcuno una sconfitta come quella dell'anno scorso può equivalere ad un vero e proprio lutto), ognuno ha il diritto di cercare e trovare le strade più idonee per tirare avanti. Alcuni tifosi di Rovigo hanno trovato la chiave che per loro sembra funzionare. Diventa quindi abbastanza crudele, da parte nostra, girare il coltello nella piaga, e quindi direi che dovremmo tutti lasciar perdere il discorso.
Basta, però, che loro non cerchino di convincere anche noi che gli asini volano...

rrd
Messaggi: 21
Iscritto il: 5 mar 2012, 16:24

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda rrd » 26 apr 2012, 11:46

mariemonti WroteColonSentite, amici, non mi sembra il caso di insistere. Nell'"elaborazione di un lutto" (scusate la parola troppo grossa, ma per qualcuno una sconfitta come quella dell'anno scorso può equivalere ad un vero e proprio lutto), ognuno ha il diritto di cercare e trovare le strade più idonee per tirare avanti. Alcuni tifosi di Rovigo hanno trovato la chiave che per loro sembra funzionare. Diventa quindi abbastanza crudele, da parte nostra, girare il coltello nella piaga, e quindi direi che dovremmo tutti lasciar perdere il discorso.
Basta, però, che loro non cerchino di convincere anche noi che gli asini volano...


A me sembra che di elaborazione del lutto e del 28 maggio 2011 continuino a parlare più i padovani che i rodigini. Abbiamo superato lo scudetto rubato di Udine, per quanto mi riguarda io al 28 maggio 2011 non penso più da mesi.

La soddisfazione di aver evidenziato lo scudetto fortunoso del Petrarca (per stessa ammissione di tanti petrarchini durante l'anno) facendoli diventare la prima squadra campione in carica a non qualificarsi ai playoff per me è cosa grande.
E' cosa grande anche poter pensare che l'anno prossimo potremo di nuovo lottare per vincere lo scudetto anzichè per non retrocedere.

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda mariemonti » 26 apr 2012, 12:02

Esatto. Lo diceva anche mio nonno: "Chi si contenta gode".
E' il segreto per una vita serena e piacevole.
Anche se il Rovigo dovesse perdere la semifinale con il Calvisano, resterà sempre scritto negli annali sportivi che ha eliminato il Petrarca dai playoff.

rrd
Messaggi: 21
Iscritto il: 5 mar 2012, 16:24

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda rrd » 26 apr 2012, 12:30

mariemonti WroteColonEsatto. Lo diceva anche mio nonno: "Chi si contenta gode".
E' il segreto per una vita serena e piacevole.
Anche se il Rovigo dovesse perdere la semifinale con il Calvisano, resterà sempre scritto negli annali sportivi che ha eliminato il Petrarca dai playoff.


Ma non dicevi di non volere rigirare il coltello nella piaga? :lol:

Abbiamo pianto l'anno scorso, lasciaci gioire quest'anno. E soprattutto sii sportivo e fai i complimenti ai tuoi avversari, che hanno giocato la gran parte di gara senza il 40% dei titolari.

mariemonti
Messaggi: 3339
Iscritto il: 17 nov 2011, 19:14

Re: 18° giornata - a giochi fatti

Messaggioda mariemonti » 26 apr 2012, 12:44

Faccio i complimenti al Rovigo (non ai "miei avversari" perché non sono tifoso del Petrarca) e dico che se fossi tifoso del Petrarca non mi girerebbero gli zebedei solo per il derby, ma sarebbe un giramento continuo dall'inizio del campionato.

Il mio punto era solo una regola generale che dovrebbe valere per tutti gli sport ancora "sani": teniamo alta la guardia e facciamo in modo che il risultato sportivo non passi mai in secondo piano rispetto ai "bigliettoni". Forse l'ho scritto nel momento sbagliato... :wink:


Torna a “Stagione 2011/2012”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite