6 nazioni 2018 Francia Italia

6 Nazioni, Top14, Aviva Premiership, Celtic League, Federazioni Straniere , Coppe e tutto quello che succede in Europa

Moderatore: ale.com

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Garryowen » 26 feb 2018, 11:40

Adryfrentzen WroteColonPermetti che dopo sta mano di papine che ora mi si venga PURE a dire che bisogna aspettare il figlio di Parisse per vedere i risultati sia quantomeno un filino ridicolo?


Ah, perché tu l'hai preso sul serio.
Allora qui dovrebbe intervenire chi ha scritto quella cosa a chiarire, perché io pensavo che stesse scherzando

Adryfrentzen WroteColonHo dubbi sul come prenderò sonno stanotte


Allora continua così che sei sulla buona strada
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

sandrobandito

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda sandrobandito » 26 feb 2018, 11:46

OT
Adryfrentzen WroteColonÈ proprio perché mi informo che mi inca*zo in sta maniera. Giudizi che sono dati da fatti palpabili, hard data se vogliamo usare un inglesismo. O mi sbaglio? A meno che stia guardando un altro sport...

Ci sono un sacco di altri sport che costano emotivamente molto meno. Magari semplicemente questo non è uno sport adatto alle tue attenzioni, ma anche questo forse lo sai già... :wink:

Adryfrentzen
Messaggi: 497
Iscritto il: 31 gen 2018, 12:42

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Adryfrentzen » 26 feb 2018, 11:47

Garryowen WroteColon
Adryfrentzen WroteColonPermetti che dopo sta mano di papine che ora mi si venga PURE a dire che bisogna aspettare il figlio di Parisse per vedere i risultati sia quantomeno un filino ridicolo?


Ah, perché tu l'hai preso sul serio.
Allora qui dovrebbe intervenire chi ha scritto quella cosa a chiarire, perché io pensavo che stesse scherzando


Ma no, ovvio che non l'ho preso completamente sul serio. -.-
Però mi pare l'ennesima scusa del "aspettiamo, stiamo migliorando" quando invece ripeto i fatti sono BEN distanti dalla galoppante fantasia di alcune persone (particolarmente in Federazione).

Consulente
Messaggi: 879
Iscritto il: 21 nov 2009, 17:01

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Consulente » 26 feb 2018, 11:48

Ho avuto un week-end di assenza, confesso ....
La sconfitta mi ha colpito duro questa volta.

Se e' vero che la pazienza si esaurisce, e' altrettanto vero che non vedo reali alternative.
Ci sono persone indubbiamente competenti ai posti di controllo, c'e' una discreta quantita' di denaro disponibile (anche se meno di altre organizzazioni), hanno una discreta liberta' di azione e tutto il vertice si muove in maniera coordinata.
Il sistema non e' perfetto, ci sara' sempre qualcuno contrario, qualche imposizione, qualche sotterfugio, qualche piccineria, ma accade OVUNQUE e non e' una scusa.
Bisogna accettare che il cammino e' e sara' lungo, ma non accetto l'idea di tornare indietro e abbandonare la nostra posizione nel rugby mondiale. Per adesso bisogna rimanere attaccati con le unghie e con i denti, sperando di entrare a pieno titolo nel gruppo quando la modernizzazione del movimento avra' effetto. Soprattutto, dobbiamo trovare una via Italiana al rugby di alto livello, come hanno fatto gli Argentini; uno stile di gioco ed un atteggiamento mentale che sia nostro e non solo copiato. COS e Aboud questa idea mi sembra che la abbiano ben chiara.
Comunque, continuo a pensare che i nostri hanno un problema di testa, prima di tutto, e COS, Bradley e Crowley lo hanno ben chiaro.

Adryfrentzen
Messaggi: 497
Iscritto il: 31 gen 2018, 12:42

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Adryfrentzen » 26 feb 2018, 11:49

sandrobandito WroteColonOT
Adryfrentzen WroteColonÈ proprio perché mi informo che mi inca*zo in sta maniera. Giudizi che sono dati da fatti palpabili, hard data se vogliamo usare un inglesismo. O mi sbaglio? A meno che stia guardando un altro sport...

Ci sono un sacco di altri sport che costano emotivamente molto meno. Magari semplicemente questo non è uno sport adatto alle tue attenzioni, ma anche questo forse lo sai già... :wink:


Ah ecco mi stavo aspettando un commento del genere.
Quindi: sui fatti e sui dati ci si passa sopra. Chi non ce la fa è una fighetta.

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Garryowen » 26 feb 2018, 11:55

Forse la differenza è fra chi legge i numeri ( = i risultati delle partite) e chi quelle partite le ha viste.

Chi ha visto in primi anni delle nostre in Celtic e chi legge solo il bilancio vittorie/sconfitte. Oppure i giocatori che uscivano dalla U20 per finire a scaldare le panchine o magari in serie B.
Oltretutto le cose che vedi oggi sono in gran parte il prodotto di un sistema che è già stato profondamente modificato. E' chiaro che ci vuole tempo.

Le tue rimostranze sarebbero giustificate se vedessi che non si sta facendo nulla di nuovo per cambiare il sistema.
Attenzione, questo cambiamento non è garanzia di risultati, perché rimangono le solite zavorre (pochi sponsor, pochi praticanti), però aspettiamo almeno i primi risultati
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

sandrobandito

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda sandrobandito » 26 feb 2018, 11:55

Adryfrentzen WroteColon
sandrobandito WroteColonOT
Adryfrentzen WroteColonÈ proprio perché mi informo che mi inca*zo in sta maniera. Giudizi che sono dati da fatti palpabili, hard data se vogliamo usare un inglesismo. O mi sbaglio? A meno che stia guardando un altro sport...

Ci sono un sacco di altri sport che costano emotivamente molto meno. Magari semplicemente questo non è uno sport adatto alle tue attenzioni, ma anche questo forse lo sai già... :wink:

Ah ecco mi stavo aspettando un commento del genere.
Quindi: sui fatti e sui dati ci si passa sopra. Chi non ce la fa è una fighetta.

Questo lo sai solo tu. Io ti ho solo dato una suggerimento, una suggestione. :roll:
Se avessi voluto darti della fighetta avrei scritto diversamente. Anzi, se vuoi lo faccio. :-]

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 16080
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda jpr williams » 26 feb 2018, 11:56

Adryfrentzen WroteColonAh ecco mi stavo aspettando un commento del genere.
Quindi: sui fatti e sui dati ci si passa sopra. Chi non ce la fa è una fighetta.


No, non si tratta di essere fighette (che poi ce ne fossero un pò qua... :-] :oops: ). Il concetto, più che altro, è che attraverso il tuo tipo di scoramento noi "vecchi" ci siamo passati più o meno tutti prima o poi e ci abbiamo fatto il callo.
Io ho raggiunto una consapevolezza del fatto che ci è capitato in sorte un destino gramo: siamo una specie di "nazione-spartiacque". Diciamo che siamo a seconda dei punti di vista gli ultimi dei primi o i primi degli ultimi e per via di come funziona il giocattolo ci troviamo quasi sempre a giocare con gente più forte (spesso molto più forte) di noi e quindi accumuliamo frustrazione da sconfitte ripetute. Giocassimo sempre contro tier 2, probabilmente, saremmo meno malmostosi.
Il Pro>12 è un'aberrazione palancaia.
Gli italiani ammirano a tal punto la furbizia da apprezzarla persino quando è usata contro di loro. (Ennio Flaiano).
La cosa più bella del rugby è l'avversario, perchè senza di lui non si giocherebbe e quindi zero divertimento, zero rugby.
https://www.youtube.com/watch?v=-rXd8ftJSBo

Avatar utente
Leinsterugby
Messaggi: 4195
Iscritto il: 25 nov 2008, 12:33
Località: treviso

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Leinsterugby » 26 feb 2018, 12:00

jpr williams WroteColon
Adryfrentzen WroteColonAh ecco mi stavo aspettando un commento del genere.
Quindi: sui fatti e sui dati ci si passa sopra. Chi non ce la fa è una fighetta.


No, non si tratta di essere fighette (che poi ce ne fossero un pò qua... :-] :oops: ). Il concetto, più che altro, è che attraverso il tuo tipo di scoramento noi "vecchi" ci siamo passati più o meno tutti prima o poi e ci abbiamo fatto il callo.
Io ho raggiunto una consapevolezza del fatto che ci è capitato in sorte un destino gramo: siamo una specie di "nazione-spartiacque". Diciamo che siamo a seconda dei punti di vista gli ultimi dei primi o i primi degli ultimi e per via di come funziona il giocattolo ci troviamo quasi sempre a giocare con gente più forte (spesso molto più forte) di noi e quindi accumuliamo frustrazione da sconfitte ripetute. Giocassimo sempre contro tier 2, probabilmente, saremmo meno malmostosi.


Lo scopriremo a giugno e novembre

I giapponesi hanno pareggiato con la Francia (anche essendo inferiori fisicamente) e battuto i sudafricani due anni fa.

Consulente
Messaggi: 879
Iscritto il: 21 nov 2009, 17:01

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Consulente » 26 feb 2018, 12:00

jpr williams WroteColon. Giocassimo sempre contro tier 2, probabilmente, saremmo meno malmostosi.

In effetti penso che un paio di partite all'anno in piu' contro le tier 2 ci farebbero solo bene, ma, come dico sopra, abbiamo un posto nel Rugby mondiale a cui stare attaccati con le unghie e con i denti. Quindi ben vengano gli scontri con i piu' forti.

Avatar utente
jaco
Messaggi: 5304
Iscritto il: 5 feb 2003, 0:00
Località: san donà di piave

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda jaco » 26 feb 2018, 12:01

jentu WroteColonI francesi che giocano da sudafricani - se pensano di aver risolto i loro problemi stanno freschi - ed in più utilizzano contro di noi tutti gli antigiochi, le furbizie e le malizie che si possono mettere in campo quando sei alla canna del gas. Per fortuna Brunel non è più fra noi, ieri ha fatto giocare la sua squadra più da club che da nazionale prestigiosa come dovrebbe essere. Un allenatore che si aggrappa a questi mezzucci non dovrebbe guidare una rappresentativa del VI nazioni.
Noi colpevoli, per non essere capaci di rispondere a questo stile di gioco aumentando l'intensità nei contatti, che continuiamo a non sfruttare a fondo il nostro momento della partita, noi che pur essendo meglio - udite, udite! - con il gioco alla mano rispetto alla Francia, scegliamo di cedere il possesso e di non far scoppiare dalla fatica i loro elefanti. Questa volta, pur in un percorso di crescita evidente della nostra nazionale, devo dire che il piano di gioco di CoS era sbagliato.
Una ultima nota sugli arbitri: Gavazzi dovrebbe pretendere che i nostri arbitri (almeno Mitrea che è a livello) arbitrivo il VI nazioni. Fino ad allora saremo quelli aggiunti...

jentu, ne sai molto più di me e quindi le mie osservazioni non vogliono essere un giudizio sul tuo pensiero nè, tantomeno, su di te (ci mancherebbe!), però mi sembri troppo (e forse inutilmente) acido verso Brunel: certo la Francia non ha giocato da grande squadra, ma io credo che in certi frangenti devi mettere da parte il blasone e fare di necessità virtù... una sconfitta con l'Italia avrebbe avuto conseguenze incalcolabili in un movimento già minato nelle sue poche certezze... a differenza di COS, Brunel non ha (e non deve avere grazie al movimento che si ritrova alle spalle) problemi di rilanciare tutto il rugby Francese (essere il DoR, tanto per intenderci), ma è stato chiamato esclusivamente come CT, come selezionatore con l'obiettivo primario di ridare certezze e credibilità alla squadra e queste si ottengono innanzitutto tramite i risultati... quando si sono messi, grazie ai risultati, pochi punti fermi ai quali ancorarsi, allora si può cominciare a pensare più in grande... secondo me, da come erano messi i galletti a Novembre, in meno di due mesi il baffetto ha fatto un lavoro egregio partendo dalla difesa e non è detto che possa a breve mostrare qualcosina in più...
...ecco, pur comprendendo ed apprezzando il lavoro di COS, io credo che anche noi avremmo bisogno di qualche vittoria anche "aggrappandoci a mezzucci" (cosa che comunque non scontata e che bisogna saper fare), ben consapevole che non è così che cresce il movimento, ma neanche perdendo sempre e comunque...
Ultima modifica di jaco il 26 feb 2018, 12:01, modificato 1 volta in totale.

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Garryowen » 26 feb 2018, 12:01

Caspita a giugno giochiamo anche una partita di preparazione con un club giapponese (terzo in campionato), ecco, questi sono i veri rischi, per noi e per il morale...
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

Adryfrentzen
Messaggi: 497
Iscritto il: 31 gen 2018, 12:42

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Adryfrentzen » 26 feb 2018, 12:11

Garryowen WroteColonForse la differenza è fra chi legge i numeri ( = i risultati delle partite) e chi quelle partite le ha viste.

Chi ha visto in primi anni delle nostre in Celtic e chi legge solo il bilancio vittorie/sconfitte. Oppure i giocatori che uscivano dalla U20 per finire a scaldare le panchine o magari in serie B.
Oltretutto le cose che vedi oggi sono in gran parte il prodotto di un sistema che è già stato profondamente modificato. E' chiaro che ci vuole tempo.

Le tue rimostranze sarebbero giustificate se vedessi che non si sta facendo nulla di nuovo per cambiare il sistema.
Attenzione, questo cambiamento non è garanzia di risultati, perché rimangono le solite zavorre (pochi sponsor, pochi praticanti), però aspettiamo almeno i primi risultati


E chi ti dice che le partite non le veda? Le vedo ma vedo anche:

Un campionato di Eccellenza mediocre, assenza di sponsor per TOTALE INCOMPETENZA di una Federazione che non è stata in grado (e non è in grado) di vedere nel lungo/medio termine e programmare decentemente, ma che ha avuto soldi da buttare nel cesso per diverse altre cose. Vedo boh una classe di allenatori italiani che ha voce zero, una classe arbitrale che ha voce zero al quadrato. Vedo che so... stipendi non pagati per l'ennesimo anno di fila. Una società (Zebre) che per la prima volta in secoli ha una PARVENZA di serietà (adesso vediamo eh), ma che fa zero per lavorare sul territorio.
Per vedere UN MINIMO cambiamento in 20 anni si è dovuto far venire l'irlandese volante (in cui io ho fiducia... poca ultimamente, ma ne ho) che ha ci ha tutto di un colpo svegliato mentre ci stavano ancora facendo le pippe sulla notizia di Parisse player of the year in Francia ("Manca il fitness". Figa, l'è riàt el genio come si dice dalle mie parti). Tuttavia mi risultano ancora un bel po' di sedie scaldate dai soliti (incompetenti?)...

Tempo passato: 20 anni (quasi). Tutto ok beh che vuoi fare in 20 anni?

Poi è CHIARO che in determinati aspetti si migliora, ma gli altri nel frattempo? Vincono contro l'Inghilterra. ;) O fanno delle prestazioni che sono tali e davvero onorevoli. E scalano la vetta del ranking. Sarà fortuna o frutto di saggi investimenti fatti dalla Federazione? Secondo me solo c***! Sti scozzesi del c*zzo embriagoni.
Aspettiamo e vediamo? E aspettiamo. Vediamo a giugno contro il Giappone. Vediamo a novembre contro la Giorgia. Che vuoi che ti dica. Se pure lì andrà male che altre BALLE ci si inventerà?

Ad ogni modo, se dite che è tutto ok allora ci credo. Tutto a posto ragazzi, stiamo andando benone!

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Garryowen » 26 feb 2018, 12:24

E chi ha detto che è tutto a posto?

Certo, se pensi che la FIR debba cercare gli sponsor ai club di Eccellenza, sarà difficile che ci intendiamo. Parliamo due lingue diverse.
La parabola di Menenio Agrippa. Ciascuna parte ha bisogno dell'altra, ma ognuno deve fare ciò che gli compete.
Sei mai stato su un pedalò di Rimini con una ragazza? Hai mai provato la sensazione di essere il solo a spingere sui pedali?
Ecco, da una bella ragazza lo puoi anche accettare, ma, fuor di metafora, da club che buttano i soldi dalla finestra, no.

Anche sulle Zebre che non lavorano sul territorio io ho informazioni diverse, ma sarebbe un discorso lungo. In breve: per collaborare bisogna essere in due
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

Luqa-bis
Messaggi: 4397
Iscritto il: 18 mag 2011, 10:17

Re: 6 nazioni 2018 Francia Italia

Messaggioda Luqa-bis » 26 feb 2018, 12:56

Di' la verità garry che quella volta ti ha pure dato buca la scansapedali...

@ Adryfrentzen

premesso che lo stile ha un peso, io non ce l'ho ma anche a te difetta talvolta un po',
dopo ennemila critiche si dovrebbe anche individuare cause vere, abbordabili e proporre soluzioni.

Se non ci sono cause affrontabili, allora è vero "italiani no buoni per rugby" e chiediamo di andare nel ENC , ma la B o la C , umilmente dando il posto a hci ha ambizioni .

Se ci sono, indichiamole e proponiamo soluzioni.

Rovistando in rete, ho trovato l'elenco dei giocatori della Accademia 2012 (U19), 2013, 2014, 2015

2012
Yannick AGBASSE (Asolo Rugby)
Derrick APPIAH (Modena Junior Rugby)
Maicol AZZOLINI (Pesaro Rugby)
Simone BALOCCHI (Rugby Colorno)
Niccolò BARUFFALDI (Cus Siena)
Mattia BELLINI (Petrarca Padova)
Marco BELLUCCI (Emergenti Cecina)
Matteo BERNINI (Amatori Parma)
Rudy BIANCOTTI (Valtellina Rugby)
Michele BOCCARDO (Cus Padova)
Lorenzo Maria BRUNO (Mantovani Lazio)
Filippo BUSCEMA (UR Capitolina)
Mattia CATELAN (Valsugana Rugby)
Santana Yader CHALONEC (Orved San Donà)
Matteo CORAZZI (Cus Perugia)
Adriano DANIELE (Pomezia-Torvaianica)
Daniele DI GIULIO (Frascati Rugby)
Gabriele DI GIULIO (Frascati Rugby)
Vittorio FLAMMINI (L’Aquila Rugby)
Stefano IOVENITTI (Polisportiva Paganica)
Mata Maxime MBANDA’ (Rugby Grande Milano)
Simone PARISOTTO (Valsugana Padova)
Nicola RETTAGLIATA (Cus Perugia)
Giacomo RIEDO (Zhermack Badia)
Federico RUZZA (Cus Padova)
Samuel SENO (Benetton Rugby)
Marco SILVA (Amatori Parma)
Gianluigi SILVESTRI (Pesaro Rugby)
Nicolò SPERANZA (L’Aquila Rugby)
Alessandro TORLAI (Rugby Reggio)
Cherif TRAORE (Rugby Viadana)
Andrea TROTTA (Nuova Rugby Roma)
Francesco VENTO (Rugby Union Messina)
Gianmarco VIAN (Orved San Donà)


2013
Yannick AGBASSE (Asolo Rugby)
Maicol AZZOLINI (Pesaro Rugby)
Matteo ARCHETTI (Cammi Calvisano)
Nicolò BARUFFALDI (Cus Siena)
Matteo BARUFFATO (Petrarca Padova)
Patrick BIGONI (Rugby Viadana)
Michele BOCCARDO (Cus Padova)
Nicola BOCCAROSSA (Pesaro Rugby)
Paolo BUONFIGLIO (UR Capitolina)
Filippo CANTONI (Rugby Colorno)
Alessandro CASINI (Bombo Rugby)
Massimiliano CHIAPPINI (Amatori Parma)
Mihai CIJU (Cammi Calvisano)
Khadim CISSE (Lyons Valnure)
Matteo CORNELLI (Lyons Valnure)
Lorenzo CROTTI (Cus Perugia)
Adriano DANIELE (Pomezia-Torvaianica)
Giacomo DE SANTIS (UR Capitolina)
Gabriele DI GIULIO (Rugby Città di Frascati)
Ugo D’ONOFRIO (L’Aquila Rugby)
Marco FERRO (Vea-FemiCZ Rovigo)
Vittorio FLAMMINI (L’Aquila Rugby)
Renato GIAMMARIOLI (Rugby Città di Frascati)
Filippo LOMBARO (Primavera Rugby)
Enrico LUCCHIN (Vea-FemiCZ Rovigo)
Pierpaolo MIOTTO (Rugby Oderzo)
Vittorio MUSSO (RC Valpolicella)
Richard PALETTA (Pesaro Rugby)
Simone PARISOTTO (Valsugana Padova)
Davide PASINI (Vea-FemiCZ Rovigo)
Jody ROSSETTO (Marchiol Mogliano)
Federico RUZZA (Cus Padova)
Luca SGARBOSSA (Rugby Como)
Francesco VENTO (Rugby Union Messina)
Davide ZANETTI (Cammi Calvisano)

2014
Yannick AGBASSE (Asolo Rugby) - confermato
Giovanni AMENDOLA (Partenope Rugby)* – nuovo da Accademia U18 di Roma
Marcello ANGELINI (L’Aquila Rugby)* – nuovo da Accademia U18 di Roma
Matteo ARCHETTI (Rugby Rovato) - confermato
Maicol AZZOLINI(Pesaro Rugby) - confermato
Vincenzo BARBUSCIA (Messina Rugby Clan)* - nuovo da Accademia U18 di Catania
Roberto Paolo BARDUCCI (Lions Amaranto)* - nuovo da Accademia U18 di Mogliano
Dennis BERGAMIN (Valsugana Padova)* - nuovo da Accademia U18 di Mogliano
Nicolò BROGLIA (Firenze Rugby 1931)* - nuovo da Accademia U18 di Prato
Alessandro CASINI (Florentia Rugby) - confermato
Massimiliano CHIAPPINI (Amatori Parma) - confermato
Mihai CIJU (Cammi Calvisano) - confermato
Davide CIOTOLI (Pro Recco Rugby)* - nuovo da Accademia U18 di Milano
Khadim CISSE (Rugby Lyons) - confermato
Ugo D’ONOFRIO (L’Aquila Rugby) - confermato
Dino Giulio DALLAVALLE (Rugby Viadana) - confermato
Francesco FAILLA (Ragusa Rugby)* - nuovo da Accademia U18 di Catania
Matteo Giuliano FERRARI (Cammi Calvisano)* - nuovo da Accademia U18 di Remedello
Marco FERRO (Vea-FemiCZ Rovigo) - confermato
Alessandro FLORIO (Misterbianco Rugby)* - nuovo da Accademia U18 di Catania
Davide FRAGNITO (Rugby Benevento)* - nuovo da Accademia U18 di Benevento
Matteo GABBIANELLI (Pesaro Rugby) - confermato
Renato GIAMMARIOLI (Città di Frascati) - confermato
Leonard KRUMOV (Rugby Viadana)* - nuovo da Accademia U18 di Remedello
Filippo LOMBARDO (Primavera Rugby) - confermato
Leonardo MANTELLI (UR Prato Sesto)* - nuovo da Accademia U18 di Prato
Lorenzo MASATO (Lyons VeneziaMestre)* - nuovo da Accademia U18 di Mogliano
Matteo MINOZZI(Valsugana Padova)* - nuovo da Accademia U18 di Mogliano
Vittorio MUSSO (Rugby Valpolicella) - confermato
Samuele ORTIS (Lyons VeneziaMestre)* - nuovo da Accademia U18 di Mogliano
Richard PALETTA (Pesaro Rugby) - confermato
Federico PAVESI (Amatori Parma)* - nuovo da Accademia U18 di Remedello
Giovanni PETTINELLI (Lyons VeneziaMestre)* - nuovo da Accademia U18 di Mogliano
Riccardo RAFFAELE (L’Aquila Rugby)* - nuovo da Accademia U18 di Roma
Jody ROSSETTO (Rugby Piave) - confermato
Michele SLAWITZ (Rugby Colorno)* - nuovo da Accademia U18 di Remedello
Alessandro VIA (Rugby Lyons)* - nuovo da Accademia U18 di Milano
Davide ZANETTI (Cammi Calvisano) - confermato


2015
Antonino ALOE’ (CUS Catania)
Giuseppe ARCADIPANE (Miraglia Rugby)
Cosmin Andrei BENCHEA (Colorno Rugby)
Michelangelo BIENTINESI (Amatori Rugby Cecina)
Matteo BLESSANO (Villorba Rugby)
Marco BONANNI (Florentia Rugby)
Marco BUTTURINI (Modena Rugby 1965)
Matteo CANALI (Rugby Roma Olimpic 1930)
Lorenzo CITTON (Valsugana Rugby Padova)
Ionut Darius CONSTANTINESCU (Fiamme Oro Roma)
Giovanni D’ONOFRIO (Rugby Benevento)
Giacomo DA RE (Benetton Rugby)
Filippo DI MARCO (Polisportiva L’Aquila Rugby)
Mirco FINOTTO (Benetton Rugby)
Alessandro FORCUCCI (Fiamme Oro Roma)
Alessandro FUSCO (Rugby Napoli Afragola)
Tommaso GEMMA (Rugby Colorno)
Enrico GHIGO (CUS Torino)
Mattia GIOVANNINI (Rugby Viadana 1970)
Antoine KOFFI KOUASSI (Amatori Parma)
Michele MANCINI-PARRI (Vasari Rugby Arezzo)
Michele MANTOVANI (Femi-CZ Rugby Rovigo Delta)
Andrej MARINELLO (Ruggers Tarvisium)
Leonardo MARIOTTINI (Vasari Rugby Arezzo)
Damiano MAZZA (Rugby Parma 1931)
Matteo NOCERA (Modena Rugby 1965)
Gianmarco PIVA (Rugby Paese)
Nicola POMARO (Femi-CZ Rugby Rovigo Delta)
Stefano ROMANO (Pro Recco Rugby)
Alberto ROSSI (Valsugana Rugby Padova)
Davide RUGGERI (Rugby Como)
Giovanni SCAGNOLARI (Petrarca Padova)
Niccolò TADDIA (Femi-CZ Rugby Rovigo Delta)
Andrea TURCATO (Valsugana Rugby Padova)
Alexandre WRUBL (Rugby Bergamo 1950)
Sebastien ZARIDZE (UR Capitolina)


Qualcuno verifica dove giocano adesso?


Torna a “Europa”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti