L'emisfero perduto

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 17592
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

L'emisfero perduto

Messaggioda jpr williams » 19 ott 2015, 13:24

Vabbè che solo la sfiga ha impedito che almeno la Scozia facesse il miracolo di raggiungere le semi, ma il dato statistico rimane ed è schiacciante. Lo sapevamo già che laggiù si viaggiava a un altro ritmo, ma è innegabile che vederlo scritto nero su bianco fa un altro effetto. Per la prima volta nella storia dei mondiali nessuna squadra dell'emisfero nord entra nelle semifinali. Noi si è inventato il gioco e loro se lo sono preso, con l'intenzione, fra l'altro, di non restituircene neanche un pezzetto.
Perchè?
Fra le spiegazioni più gettonate ho letto un pò dappertutto il fatto che da noi si gioca troppo e che i club si sono presi quasi tutto lo spazio lasciando le briciole alle nazionali. Tutta questione di soldi, sponsor, tv, etc. C'è del vero, naturalmente, ma può bastare come spiegazione?
Secondo me no. Sicuramente qui da noi si da un valore ai danè molto superiore che non laggiù; non che laggiù siano pauperisti, ma, forse, pensano che i soldi non sono l'unica cosa. Altrimenti ci sarebbe da chiedersi come mai le star di laggiù non siano tutte qua: ci vengono solo a fine carriera a raccogliere le ultime palanche, ma, finchè sono i più forti, non prendono neanche in considerazione di rinunciare alla maglia della loro nazionale in cambio di un sacco di euro. Salvo alcune eccezioni. Chiedetevi quanti soldi avrebbero potuto guadagnare in più gente come McCaw o Carter (per fare solo due nomi) se fossero venuti a giocare nella squadra del solito miliardario francese 5 anni fa.
Un caso a parte sono gli argentini, ma quelli, appunto, sono un caso a parte: guardateli quando cantano il loro inno e non c'è bisogno di spiegare altro.
Il Pro>12 è un'aberrazione palancaia.
Gli italiani ammirano a tal punto la furbizia da apprezzarla persino quando è usata contro di loro. (Ennio Flaiano).
La cosa più bella del rugby è l'avversario, perchè senza di lui non si giocherebbe e quindi zero divertimento, zero rugby.
https://www.youtube.com/watch?v=-rXd8ftJSBo

Avatar utente
pulici
Messaggi: 4480
Iscritto il: 16 mar 2005, 0:00
Località: torino
Contatta:

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda pulici » 19 ott 2015, 14:26

in tre di queste nazioni il rugby probabilmente e' lo sport più gettonato e viverlo ad alti livelli anche di notorietà e perfomance e' un abitudine/attitudine che i giocatori/dirigenti hanno assimilato.
In Europa c'e' molta più concorrenza con gli altri sport e solo da pochi anni chi pratica rugby ad alti livelli (giocatori/dirigenti) e' al centro di attenzione dei media e ricco di sponsor e danari questo probabilmente destabilizza un po' sia nelle perfomance della singola gara (molte pressioni) che nella preparazione (molti interessi esterni di sponsor ecc.).
Discorso a parte per gli argentini - veri fenomeni.
Discorso a parte per gli italiani... veri dilettanti a confronto...

zappatalpa
Messaggi: 5909
Iscritto il: 21 set 2015, 20:02

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda zappatalpa » 19 ott 2015, 14:39

Gli argentini vanno studiati, porca vacca, sono appena 25 milioni ed eccellono in qualsiasi sport, e soprrattutto, rispetto a tutti gli altri paesi sudamericani (eccetto l'Uruguay che fa 3(!) milioni, sono culturalmente molto meglio adattati "all'occidente"
Anzi, la figura di Maradona "napoletano" ha fatto il suo tempo, sono piú "nobili" loro cento volte (scusate lo strisciante razzismo:-)

Avatar utente
Lemond
Messaggi: 342
Iscritto il: 11 gen 2013, 15:17

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda Lemond » 19 ott 2015, 14:53

jpr williams WroteColon Altrimenti ci sarebbe da chiedersi come mai le star di laggiù non siano tutte qua: ci vengono solo a fine carriera a raccogliere le ultime palanche, ma, finchè sono i più forti, non prendono neanche in considerazione di rinunciare alla maglia della loro nazionale in cambio di un sacco di euro. Salvo alcune eccezioni. Chiedetevi quanti soldi avrebbero potuto guadagnare in più gente come McCaw o Carter (per fare solo due nomi) se fossero venuti a giocare nella squadra del solito miliardario francese 5 anni fa.

Non so quanto prendono McCaw e Carter nel loro paese e senza questa informazione non si può andare aventi. E poi il patron del Toulon non è da tanto tempo che ha cominciato ad acquistare e, siccome aveva scelto Wilkinson, non poteva prendere Carter.
Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì ;)

pepe carvalho
Messaggi: 883
Iscritto il: 10 lug 2011, 21:02
Località: Milano

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda pepe carvalho » 19 ott 2015, 14:59

Quello che gira in new Zealand dovrebbe essere l equivalente di 200 mila euro anno

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
...And then the harder they come
The harder they'll fall, one and all...
Jimmy Cliff

Nostradamus 2019 pepe carvalho 3°
Pronostichella 2018 pepe carvalho 7°
Nostradamus 2018 pepe carvalho 38°
Nostradamus 2017 pepe carvalho 33°
Nostradamus Special Edition RWC 2015 - I Verdetti
FIJI / VITI - 1° Pepe Carvalho ENGLAND - 1° Pepe Carvalho WALES - 1° Pepe Carvalho POOL A - 1° Pepe Carvalho
FINALE - 6° Pepe Carvalho[/size]

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda Garryowen » 19 ott 2015, 15:04

Perché diamo per scontato che qui pensino tutti solo ai soldi?
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 17592
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda jpr williams » 19 ott 2015, 15:09

Perchè se si gioca così tanto è per scimmiottare la palla tonda in cui più si gioca più diritti televisivi si incassano. Comunque per me i soldi ed il conseguente giocare troppo non sono l'unica spiegazione. C'entra anche, secondo me, una questione di mentalità e di approccio al gioco. Là giocano più divertiti e "risky", qui si gioca molto sparagnini. Ed alla fine il gusto per il gioco ed il coraggio di provare a fare cose difficili paga, anche in termini di mentalità
Il Pro>12 è un'aberrazione palancaia.
Gli italiani ammirano a tal punto la furbizia da apprezzarla persino quando è usata contro di loro. (Ennio Flaiano).
La cosa più bella del rugby è l'avversario, perchè senza di lui non si giocherebbe e quindi zero divertimento, zero rugby.
https://www.youtube.com/watch?v=-rXd8ftJSBo

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 17592
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda jpr williams » 19 ott 2015, 15:11

pepe carvalho WroteColonQuello che gira in new Zealand dovrebbe essere l equivalente di 200 mila euro anno

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk


Ecco, Carter andando in Francia passerà a 1.400.000: volete dirmi che non avrebbe potuto venirseli a prendere 5 anni fa? Invece è rimasto dov'era, attaccato alla sua amata 10 nera.
Il Pro>12 è un'aberrazione palancaia.
Gli italiani ammirano a tal punto la furbizia da apprezzarla persino quando è usata contro di loro. (Ennio Flaiano).
La cosa più bella del rugby è l'avversario, perchè senza di lui non si giocherebbe e quindi zero divertimento, zero rugby.
https://www.youtube.com/watch?v=-rXd8ftJSBo

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda Garryowen » 19 ott 2015, 15:17

Ah, ho capito, intendevi che chi pensa "troppo" ai soldi sono quelli che gestiscono il gioco e i campionati, non i giocatori. Se fosse per i giocatori il numero di partite si dimezzerebbe immediatamente...
Poi però quando hai citato gli esempi hai parlato di giocatori e di trasferimenti, quello mi ha tratto in inganno.
Il fatto di giocare troppo è stato tirato fuori proprio da Papé dopo la loro sconfitta, e credo possa parlare con cognizione di causa.
Sul gioco, la cosa strana è che gli allenatori che vanno per la maggiore nell'emisfero nord provengono dall'emisfero sud, pertanto evidentemente ritengono un certo tipo di gioco vincente
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

Avatar utente
JosephK.
Messaggi: 10118
Iscritto il: 28 ago 2007, 18:19

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda JosephK. » 19 ott 2015, 15:20

Io non esagererei la portata di questa situazione: sì alle semifinali ci sono arrivate le Sanzar per indubbia forza (AB) e per alcune congiunture positive (oltre ovviamente alle prestazioni offerte). Le partite che si decidino di 1 punto o di 3 punti non sono segnale della situazione di un emisfero.

Aggiungiamo che Sudafrica ha perso con Giappone. Australia le stava per prendere dall'Europea "più scarsa" (sì so tutto, permettetemi la licenza). Argentina ha avuto un girone semplice con possibilità di ruotare meglio prima dei quarti. Insomma io sarei più cauto, a sto giro è andata così.
Poi ovviamente quello che si diceva anche in un altra discussione, cioè che qua si gioca il doppio delle partite con finestre molto più esigue per i nazionali conta tanto (e lo dicono anche gente "saputa" come Henry che certo non ha conflitti di interessi dalle nostre parti).
"Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cosa è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo col fucile in mano. Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa accada. E' raro vincere in questi casi, ma qualche volta succede" (Il Buio oltre la siepe).

Metti una sera con gli amici del bar e capisci quanto è importante... la cultura del rugby.

Entrare al bar per condividere, non per dividere (Il sommo Beppone).

Nex time... Good Game... Nice try... Seh seh avemo capito...

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda Garryowen » 19 ott 2015, 15:28

JosephK. WroteColonIo non esagererei la portata di questa situazione: sì alle semifinali ci sono arrivate le Sanzar per indubbia forza (AB) e per alcune congiunture positive (oltre ovviamente alle prestazioni offerte). Le partite che si decidino di 1 punto o di 3 punti non sono segnale della situazione di un emisfero.


Qui tendiamo sempre da un piccolo indizio a trarre conclusioni gigantesche... :roll:

La penso come te e aggiungo che il periodo in cui si disputa la coppa forse è più indicato per le nazioni dell'emisfero sud.
Nell'emisfero nord il top della condizione gli atleti lo raggiungono per il Sei Nazioni e dopo un rallentamento ritornano al massimo per la conclusione dei rispettivi campionati.
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 17592
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda jpr williams » 19 ott 2015, 15:29

Naturalmente i giocatori non hanno creato questo sistema. Però credo che ne siano anche loro i beneficiari; insomma, Papè ha ragione, ma vorrei vedere cosa risponderebbe se gli si chiedesse: "Ok, sei disposto per giocare metà partite a prendere metà ingaggio?". Perchè finchè la lamentela sulle troppe partite rimane a livello di principi... Quanto ai tecnici del sud che quando vengono al nord cambiano "natura", forse la cosa va messa in relazione alle diverse pressioni che l'ambiente boreale, inteso come stampa e proprietari delle società, fa su di loro, probabilmente sempre per l'entità degli interessi economici in gioco. Vediamo tutti le partite del super 15 (o come diavolo si chiamerà adesso) e, confrontando il gioco che ivi si pratica e quello praticato qui anche nei campionati maggiori (Top 14 e premiership) la differenza di, chiamiamolo così, spirito di avventura ed azzardo è evidente. E mi sembra logico che un giocatore che si abitua a "sperimentare" nel suo club non abbia difficoltà, poi, a portarsi dietro questo bagaglio di abilità ed attitudini anche in nazionale.
Il Pro>12 è un'aberrazione palancaia.
Gli italiani ammirano a tal punto la furbizia da apprezzarla persino quando è usata contro di loro. (Ennio Flaiano).
La cosa più bella del rugby è l'avversario, perchè senza di lui non si giocherebbe e quindi zero divertimento, zero rugby.
https://www.youtube.com/watch?v=-rXd8ftJSBo

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 17592
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda jpr williams » 19 ott 2015, 15:33

Garryowen WroteColon
JosephK. WroteColonIo non esagererei la portata di questa situazione: sì alle semifinali ci sono arrivate le Sanzar per indubbia forza (AB) e per alcune congiunture positive (oltre ovviamente alle prestazioni offerte). Le partite che si decidino di 1 punto o di 3 punti non sono segnale della situazione di un emisfero.


Qui tendiamo sempre da un piccolo indizio a trarre conclusioni gigantesche... :roll:

La penso come te e aggiungo che il periodo in cui si disputa la coppa forse è più indicato per le nazioni dell'emisfero sud.
Nell'emisfero nord il top della condizione gli atleti lo raggiungono per il Sei Nazioni e dopo un rallentamento ritornano al massimo per la conclusione dei rispettivi campionati.


Naturalmente le conclusioni, o meglio, gli spunti di discussione si prendono dalle cose che accadono. E poi, se vogliamo prescindere dal contingente, possiamo negare che le australi da tempo battano quasi sempre le boreali? E questo tanto nei TM di giugno che in quelli di novembre, se vogliamo farne una questione di calendario e stagioni. Queste semifinali, come ho scritto nel primo intervento, hanno solo la nitidezza del mettere nero su bianco, certificare una realtà che, però, era già evidente di suo.
Il Pro>12 è un'aberrazione palancaia.
Gli italiani ammirano a tal punto la furbizia da apprezzarla persino quando è usata contro di loro. (Ennio Flaiano).
La cosa più bella del rugby è l'avversario, perchè senza di lui non si giocherebbe e quindi zero divertimento, zero rugby.
https://www.youtube.com/watch?v=-rXd8ftJSBo

Garryowen
Messaggi: 18223
Iscritto il: 12 giu 2012, 19:13

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda Garryowen » 19 ott 2015, 15:40

Gli spunti si prendono dalle cose che accadono, ma la realtà ha tante sfaccettature, non una sola.
Non mi riferivo a questo caso specifico, ma è una cosa che si ripete spesso, qui.
Cadiamo nell'errore di "Doc" Brown quando sentendo Marty McFly utilizzare spesso l'espressione "pesante" come intercalare, ne deduce che nel 1985 ci sarebbero stati problemi con la forza di gravità... :lol:
"C'è solo una cosa al mondo meglio del rugby. Parlare di rugby"
(parafrasi da G.G. Marquez)

http://www.walesonline.co.uk/sport/rugby/rugby-news/how-much-funding-welsh-rugby-12405682 A imperitura memoria

Avatar utente
jpr williams
Messaggi: 17592
Iscritto il: 26 mar 2012, 11:58
Località: Gottolengo (BS)
Contatta:

Re: L'emisfero perduto

Messaggioda jpr williams » 19 ott 2015, 16:00

Per quel poco che vale, anche il ranking

http://www.worldrugby.org/rankings
Il Pro>12 è un'aberrazione palancaia.
Gli italiani ammirano a tal punto la furbizia da apprezzarla persino quando è usata contro di loro. (Ennio Flaiano).
La cosa più bella del rugby è l'avversario, perchè senza di lui non si giocherebbe e quindi zero divertimento, zero rugby.
https://www.youtube.com/watch?v=-rXd8ftJSBo


Torna a “RWC UK 2015”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite