Rugby World Cup 2015

Press conference: dopo Galles-Fiji parlano i tecnici

press 1
Scritto da Rugby.it

Post partita: parlano i coach di Galles e Fiji

Warren Gatland parla al termine della sofferta vittoria contro Fiji: “E’ stato un match molto duro e fisico e siamo assolutamente soddisfatti della vittoria, dato che, a causa del breve tempo passato dall’ultimo match, abbiamo dovuto scavare a fondo dentro di noi per cercare energie. Per me la cosa fondamentale era vincere questo match e mostrare il coraggio ed il carattere del gruppo
A proposito del match che vedrà di fronte Inghilterra e Australia il coach neozelandese ha proseguito: “I Wallabies potrebbero farci davvero un bel regalo, ma per un kiwi come me è davvero troppo tifare per loro; penso che guarderò la partita con atteggiamento neutrale“.
Il coach dei dragoni, poi, minimizza le preoccupazioni suscitate dalla sofferenza mostrata dai suoi in mischia chiusa: “Eravamo sotto pressione, ma la loro mischia (dei fijiani) ha messo a dura prova anche inglesi ed australiani. Nel secondo tempo, poi, la nostra mischia è stata più stabile e alcuni aggiustamenti hanno funzionato“.
press 2
McKee frustrato dagli zero punti di Fiji
John McKee, coach di Fiji, ammette che è davvero frustrante essere ancora a zero punti nonostante tre ottimi matches giocati: ” Si, è frustrante aver giocato tre partite ad alto livello e ritrovarsi senza punti sul tavolo. Sapevamo di trovarci in un girone difficile, ma avevamo grandi aspettative ed un gruppo di ragazzi di talento. Del resto incontrare in 13 giorni Inghilterra, Australia e Galles è un compito difficile per qualunque squadra. Ciononostante abbiamo giocato sempre a pari livello con tutti. Faccio i complimenti al Galles per il suo primo posto, ma io sono estremamente orgoglioso dei miei ragazzi che, anche se sono a zero punti, meritano solo ammirazione“. Difficile dargli torto, anche perchè Fiji ci ha comunque fatto divertire e merita il plauso di tutti.

jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it