Coppe Europee

Le Zebre che fecero l’impresa

Generated by  IJG JPEG Library
Scritto da Rugby.it

Zebre vincenti a Worcester, e adesso Gloucester

Da qualunque parte la si guardi quella messa a segno ieri dalle Zebre è un’impresa vera e propria: che una squadra italiana potesse andare a vincere sul terreno dei Masters of the game in quest’epoca professionistica pareva essere pura utopia. E invece i ragazzi bianconeri ce l’hanno fatta e tornano in patria dopo una partita di puro combattimento contro i Guerrieri di Worcester con una vittoria per 15-22 (7-13 nel primo tempo) ottenuta, fra l’altro, senza trascorrere nemmeno un secondo in situazione di svantaggio. Forse non sarà sufficiente a consentire un impensabile, alla vigilia del torneo, passaggio del turno, ma è certo che, per i ragazzi di Guidi, questa stagione di Challenge Cup si avvia a diventare davvero storica. Si perché sabato prossimo al Lanfranchi sarà ospite il fortissimo, ma ormai tranquillamente qualificato, Gloucester, ed una eventuale vittoria contro i cherry&white significherebbe 4 risultati pieni nello stesso anno in coppa, obiettivo mai raggiunto da nessuna squadra italiana. La qualificazione, come detto, è assai difficile e le Zebre dovranno vincere con punto di bonus ed affidarsi a complicate combinazioni di risultati nelle altre pool per rientrare nel novero delle tre migliori seconde che seguiranno le vincenti dei gironi al turno successivo. Ma alzi la mano chi, ad inizio stagione, avrebbe mai immaginato che oggi ci saremmo posti una questione del genere. Per adesso la banda Guidi può godersi questa vittoria e godersi questa settimana di lavoro in attesa del prossimo appuntamento con la storia.

Generated by IJG JPEG Library

E le parole del coach bianconero mostrano appieno questa soddisfazione e una grande consapevolezza del cammino che rimane da fare: “Quella di oggi è una vittoria di una squadra che sta dimostrando su tutti i campi d’Europa di che pasta è fatta. Il successo è frutto del lavoro enorme di uno staff tutto italiano composto da Fabio Roselli e Victor Jimenez. Le Zebre sono una squadra che segue le indicazioni dello staff durante la settimana e le mette in pratica: un gruppo che ha ancora molto da dare. Nelle prossime settimane, anche senza i nazionali che verranno convocati al Sei Nazioni 2016, dovrà rimanere questo spirito pugnandi di voler rivaleggiare contro tutti. Oggi siamo sempre stati avanti nel punteggio in un campo prestigioso come il Sixways Stadium. Questa squadra si sta appropriando di una dimensione internazionale”. Molto bello e significativo anche il tweet che arriva dall’account ufficiale del team:
Noi non diciamo “io”, parliamo solo di NOI! La gioia delle Zebre #Rugby nello spogliatoio di Worcester #WORvZEB pic.twitter.com/P6uSX6H5yU
— Zebre Rugby (@ZebreRugby) 16 Gennaio 2016
Poche ma significative parole, che spiegano molto di questa stagione bianconera.

I Tabellini:

Worcester (Inghilterra), Sixways Stadium – 16 Gennaio 2016
EPCR Challenge Cup Pool 4, Round 5
Worcester Warriors Vs Zebre Rugby 15-22 (p.t. 7-13)

Marcatori: 11‘ cp Beyers (0-3); 18’ m Van Zyl tr Haimona (0-10); 24‘ m Baldwin tr Symons (7-10); 29’ cp Haimona (7-13) s.t. 2‘ cp Symons (10-13); 17’ cp Padovani (10-16); 31‘ cp Padovani (10-19); 37’ m Hammond (15-19); 40‘ cp Padovani (15-22);
Worcester Warriors: Howard, Short (25’ s.t. Humphreys), Grove (cap), Symons, Hammond, Eden, Baldwin (16’ s.t. Mulchrone); Mama, Kirwan, Taylor (16’ s.t. Cavubati), O’Shea, Sanderson, Milasinovich (73’ s.t. Daniels), Sowrey (23’ s.t. George), Bower (Non entrati: Schonert, Cox, Mills) All.Hogg
Zebre Rugby: Beyers (16’ s.t. Burgess), Berryman, Bisegni (30’ s.t. Toniolatti), Pratichetti, Van Zyl, Haimona (16’ s.t. Padovani), Palazzani; Van Schalkwyk, Meyer (11’ s.t. Cook), Sarto J. (25’ s.t. Ruzza, 29’ s.t. Sarto J., 38’ s.t. Ruzza), Bortolami (cap), Bernabò, Chistolini (8‘ s.t. Ceccarelli), D’Apice (26‘ s.t. Fabiani), De Marchi (4‘ s.t. Postiglioni) All.Guidi
Arbitro: Thomas Charabas (Federation Française Rugby)
Assistenti: Sebastien Minery e Vivien Praderie (entrambi Federation Française Rugby)
Cartellini: al 26° giallo a Taylor (Worcester Warriors), al 35° giallo a Berryman (Zebre Rugby), 22° s.t. giallo a Cook (Zebre Rugby), 30’ s.t. giallo a O’Shea (Worcester Warriors)
Man of the match: Howard (Worcester Warriors)
Punti in classifica: Worcester Warriors 1, Zebre Rugby 4

jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it