Eccellenza

Eccellenza, fine dei giochi in testa

foto
Scritto da Rugby.it

Dalla penultima di Eccellenza arrivano le ultime risposte per la griglia playoff

Non era stato difficile prevedere che questo XVII° turno sarebbe stato quello degli ultimi responsi che riguardavano gli accoppiamenti per le semifinali-scudetto. L’ultimissimo enigma è stato sciolto quando ormai stava calando il sipario e, con un’ultima decisiva zampata, il Petrarca ha violato l’area di meta dello Zaffanella garantendosi la terza piazza. Erano comunque tre i match con diretti riflessi sulla composizione della griglia playoff: vediamoli “in crescendo”.
Al Quaggia il Marchiol Mogliano, come ampiamente previsto, ottiene con largo margine il punto di bonus nei confronti dei Lyons Piacenza. Finisce 56-12 dopo che nel primo tempo il passivo ospite era stato di soli 8 punti (15-7); Mogliano marca pesante 8 volte con 8 uomini diversi e a fine match saluta Alessandro Onori (votato MoM) che a fine stagione lascerà il rugby giocato. La contemporanea vittoria degli uomini di Cavinato, però, vanifica il risultato e i trevigiani dovranno accontentarsi della quarta piazza. Una quarta piazza che, tre stagioni or sono, rappresentò il trampolino di lancio per la conquista del primo memorabile scudetto biancoblù. Corsi e ricorsi…
Allo Zaffanella, come anticipato, il Petrarca fa suo un difficilissimo e fondamentale match contro un Rugby Viadana che, evidentemente, voleva salutare il proprio pubblico con un’importante vittoria. Questo 28-30 certifica il terzo posto per i neri e propone loro una sfida playoff che avrà un particolare sapore per alcuni uomini, come coach Cavinato e Gigi Ferraro, che si troveranno di fronte il proprio passato. I petrarchini ringraziano il piede di Fadalti che a 2’ dalla fine trasforma con successo la meta di Nostran che aveva rimesso in parità sul 28-28 il match che nel primo tempo era stato guidato dai virgiliani per 15-13.
Questo passato si chiama Rugby Calvisano, una squadra per la quale ieri è sembrato di dover usare il concetto, appunto, di “passato”, intendendo il team che è parso passare la mano: ieri al Battaglini i campioni del passato campionato sono stati letteralmente asfaltati senza appello da un Femi CZ Rovigo che li ha messi sotto e dominati in tutto e per tutto sin dal fischio d’inizio. Mai per un solo istante i gialloneri di Brunello (amarissimo ritorno a casa il suo) sono sembrati in grado di poter opporre alcunché ad un avversario straripante per aggressività nei placcaggi e determinazione nelle manovre offensive, concretizzate quasi ad ogni tentativo con punti. Finisce 32-10 ed il risultato è persino avaro coi padroni di casa, o generoso con gli ospiti la cui nullità è sembrata davvero sconcertante. Ora Rovigo guida la classifica e, considerando che all’ultima giornata incontrerà un Piacenza cui basterà un punto per la matematica salvezza e contro il quale sarà sufficiente la semplice vittoria senza bonus non è un azzardo pensare che quella uscita ieri sia la classifica definitiva di questa regular season per quanto concerne le prime posizioni.
A meno di cataclismi probabili come una nevicata di ferragosto a Lampedusa, il quadro delle semifinali vedrà quindi gli scontri fra Rovigo e Mogliano (andata a Mogliano; chi uscirà vincitore da questo doppio confronto avrà l’indubbio vantaggio di godere di un giorno di riposo in più rispetto all’avversario uscente dall’altra semifinale in vista del match scudetto) da un lato e Calvisano e Petrarca dall’altro (andata a Padova).
A Ponte Galeria, in un match che l’anno scorso valse l’accesso ai playoff, erano di fronte le Fiamme Oro ed il Lafert San Donà; vincono gli ospiti veneziani di terra per 24-27 dopo un confronto equilibrato e divertente.
Al Fattori L’Aquila Rugby, con una prestazione grintosa ed efficace, vince per 27-7 contro una Ima Lazio che, probabilmente, ha già “staccato” mentalmente e tiene aperto un lumicino di speranza salvezza: se nel prossimo turno a San Donà riuscissero a conquistare 5 punti ed i Lyons nessuno si verificherebbe un aggancio sul fondo che porterebbe ad uno spareggio-salvezza.

Questa la classifica aggiornata:

Rovigo 70, Calvisano 68, Petrarca 58, Mogliano 51 – squadre ammesse ai playoff scudetto
Fiamme Oro 40, Rugby Viadana, Lafert San Donà 38, Ima Lazio 25, Lyons Piacenza 14, L’Aquila 9
N.B. Mogliano -4 punti di penalizzazione per decisione del giudice sportivo.
jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it