Nazionali

Qualificazioni mondiali, la situazione

fuji
Scritto da Rugby.it

A undici mesi dai Mondiali femminili in Irlanda e a tre anni dai Mondiali maschili in Giappone la situazione delle qualificazioni iridate si delinea gradualmente.

wqm

In campo femminile (mappa qui sopra) l’affresco delle dodici finaliste è quasi completo: sette squadre (Nuova Zelanda, Australia, Inghilterra, Francia, Irlanda, Canada e Stati Uniti) sono pre-qualificate grazie al piazzamento nella scorsa edizione della World Cup; due (Italia e Galles) si sono qualificate tramite il Sei Nazioni; le ultime tre ammesse alla fase finale arriveranno dallo spareggio tra la Scozia e la vincitrice del torneo europeo (con Spagna, Olanda, Belgio, Russia, Svizzera e Repubblica Ceca) e dal triangolare tra Giappone, Hong Kong e la vincitrice di Fiji-Papua Nuova Guinea, triangolare che assegnerà due posti iridati.

qm19

In campo maschile (mappa qui sopra) la situazione è decisamente più complessa, sia per il numero molto maggiore di partecipanti alle qualificazioni (88 nazioni tra gli uomini, appena 20 tra le donne) sia, naturalmente, perché la RWC giapponese è ancora molto distante temporalmente. Dodici nazioni (Nuova Zelanda, Australia, Inghilterra, Irlanda, Scozia, Galles, Francia, Sud Africa, Giappone, Italia, Georgia, Argentina) sono già qualificate grazie alla scorsa Coppa del Mondo; altre due qualificate arriveranno dal triangolare 2016/17 tra Fiji, Samoa e Tonga; una dallo spareggio nordamericano tra Usa e Canada; una dalla Coppa Europa (2017 o 2018? Ancora non è chiaro); una dalla Coppa d’Africa 2018; una dallo spareggio tra la seconda di Coppa Europa e la terza del triangolare oceanico; una dallo spareggio tra la seconda nordamericana e la miglior sudamericana; e una, infine, dal quadrangolare di ripescaggio finale che metterà di fronte le perdenti di questi ultimi due spareggi, la migliore asiatica e la seconda miglior africana.
Un po’ complicato, sì, ma l’importante è che l’Italia sia già tranquilla, davanti al camino con il plaid, sia in campo maschile sia in campo femminile.

Le prossime partite

Qualificazioni femminili
8-16 ottobre: torneo con Spagna, Olanda, Belgio, Russia, Svizzera e Rep.Ceca
5 novembre: Fiji v Papua Nuova Guinea
12-19 novembre: Scozia v vincitrice torneo europeo, andata e ritorno
11-17 dicembre: torneo con Hong Kong, Giappone e la vincitrice di Fij v Png

Qualificazioni maschili
24 settembre: Polonia v Ucraina
1 ottobre: Estonia v Ungheria, Messico v Guyana
2 ottobre: Perù v Venezuela, Colombia v Ecuador
5 ottobre: Colombia v Venezuela, Perù v Ecuador
8 ottobre: Perù v Colombia, Venezuela v Ecuador
8 ottobre: Ungheria v Danimarca, Norvegia v Finlandia, Austria v Bosnia E.
22 ottobre: Lettonia v Lussemburgo, Andorra v Malta, Danimarca v Norvegia, Finlandia v Estonia
29 ottobre: Malta v Cipro, Croazia v Andorra, Slovenia v Serbia

Già eliminate

Eliminate femminili
ancora nessuna eliminata sul campo, ma appena venti nazioni su centotrè sono coinvolte nel processo iridato

Eliminate maschili
in ordine cronologico (considerando sia le eliminazioni sul campo sia non-partecipazioni e ritiri): Taiwan, Pakistan, India, Cina, Indonesia, Rwanda, Swaziland, Kazakhstan, S.Vincent & the Grenadines, Camerun, Singapore, Uzbekistan, Guam, Bahamas, Giamaica, Barbados, Tailandia, Bermuda, Trinidad&Tobago, Zambia, Cayman, Mauritius, Nigeria, Monaco, Grecia, Bulgaria

Informazioni sull'autore

Rugby.it