Pro 12

Treviso senza scampo a Thomond Park

Scritto da Rugby.it

Partita quasi a senso unico, Munster segna sette mete e conquista la vetta della classifica

Munster 46
Benetton Treviso 3

Marcatori: 7’ cp McKinley, 14’ cp Bleyendaaal, 20’ meta Copeland tr Bleyendaal, 25’ meta Conway, 34’ meta Conway tr Bleyendaal; 42’ meta O’Shea tr Bleyendaal, 65’ meta O’Mahony, 69’ meta Wootton tr Keatley, 71’ meta O’Mahony.

Munster: Andrew Conway; Darren Sweetnam (Wootton 57), Sammy Arnold, Jaco Taute, Ronan O’Mahony; Tyler Bleyendaal (Keatley 66), Duncan Williams (Lloyd 66); Dave Kilcoyne (du Toit 46), Rhys Marshall (Scannell 61), John Ryan (Archer 61); Dave Foley (Kleyn 54), Darren O’Shea; Jack O’Donoghue, Tommy O’Donnell (Holland 52), Robin Copeland.

Treviso: Jayden Hayward; Michael Tagicakibau, Tommaso Iannone, Alberto Sgarbi, Luca Sperandio (Pratichetti 56); Ian McKinley, Tito Tebaldi; Alberto De Marchi (Zani 56), Luca Bigi (Giazzon 47), Matteo Zanusso (Pasquali 47); Filippo Gerosa (Santamaria 50), Micheal van Vuuren (Conforti 62), Marco Lazzaroni; Filippo Ferrarini, Marco Barbini. N.e.: Francescato, Odiete.

Nel Thomond Stadium un poco sguarnito di pubblico la sfida tra l’armata rossa di Munster e il Treviso elefantino di coda del torneo non ha presentato sorprese: Munster ha mantenuto il controllo del gioco per gran parte del match lasciando un poco di spazio ai biancoverdi solo nei primi minuti, intorno alla mezz’ora di gioco e per un periodo più ampio nella metà iniziale della ripresa, dopo il rilassamento seguìto alla conquista della quarta meta. Il team di Limerick è andato in meta sette volte e questo ampio successo consente agli uomini di Erasmus di conquistare la vetta della classifica dopo nove giornate, scavalcando i cugini dublinesi del Leinster sconfitti a Llanelli dagli Scarlets. Tra i “cervi” di Munster sono andati a segno due volte l’estremo Conway (foto in alto, dal sito del Pro12), due volte l’ala O’Mahoney, una volta il numero otto Copeland, il seconda linea Darren O’Shea (nessuna parentela diretta con Conor) e l’ala di riserva Wootton. Il Benetton è andato in vantaggio per primo al settimo minuto con un piazzato di McKinley ma poi non si è più avvicinato alla marcatura fino al 59’, quando lo stesso McKinley è stato placcato a un passo dalla meta da Wootton. In classifica i veneti rimangono ultimi con sei punti all’attivo, uno in meno delle Zebre che però possono contare su due match da recuperare, contro Connacht e Ulster.

Informazioni sull'autore

Rugby.it