Eccellenza

In Eccellenza Calvisano colpisce e Rovigo tiene botta

10a_giornata
Scritto da Rugby.it

Nella prima di ritorno di Eccellenza le prime due allungano

Doveva essere il big match di giornata e, invece, è stata probabilmente una delle più brutte partite viste quest’anno. Allo Zaffanella si affrontavano Rugby Viadana e Petrarca che hanno dato vita ad un match lento, spezzettato e con un tempo effettivo bassissimo. I padroni di casa hanno provato a giocarla di più, come dimostrato anche dalle due mete a zero segnate, ma hanno anche commesso tantissimi errori consegnando letteralmente la partita ad un Petrarca molto brutto che ha avuto il solo merito di raccogliere i regali disseminati per il campo dai gialloneri grazie al piede preciso di Menniti-Ippolito che, proprio per questo, è stato designato MoM. A 10’ dalla fine, con Viadana avanti 15-12, il flanker Del Nevo commetteva un fallo privo di senso, consegnando al Petrarca il momentaneo pari e lasciando la sua squadra in 14. Successivamente un altro fallo poco intelligente regalava agli ospiti il sorpasso. A tempo scaduto i gialloneri rifiutavano due volte di piazzare da posizione facilissima per avere almeno il pari e fallivano la meta del sorpasso con un in avanti a meta già fatta. Finisce 15-18, con il Petrarca che, durante il viaggio di ritorno, potrebbe fare tappa al vicino santuario delle Grazie per un giustificatissimo ex-voto. (Punti 1-4).
Intanto il Rugby Calvisano non si ferma nemmeno un momento e porta via altri 5 punti dal Giulio Onesti, al termine di una partita, però, tutt’altro che facile come il punteggio lascerebbe intendere, grazie ad una Lazio Rugby bella e intraprendente. Terminato il primo tempo sul 15-19, nel secondo tempo arrivava l’allungo della capolista che segnava 4 mete in 25’ prima di assistere alla marcatura da cineteca del laziale Bonavolontà, autore di un’azione fantastica. Nel finale, purtroppo, affiorava un nervosismo difficile da spiegare con accenno di rissa. Finisce, comunque, 22-52 e continua l’inarrestabile marcia dei bresciani. (Punti 0-5)
A Calvisano risponde, dal Battaglini, la squadra scudettata della Rugby Rovigo che seppellisce la Conad Reggio sotto ben 50 punti. I Diavoli, però, sono bravissimi a marcare per 4 volte e conquistare comunque un punto di bonus. Da segnalare ancora una volta le ottime prestazioni dei giovani ¾ rossoblù Pavanello, Arrigo e Modena che stanno davvero crescendo tantissimo. Finisce 50-26. (Punti: 5-1).
La sorpresa di giornata arriva dal Beltrametti dove i Lyons Piacenza di Achille Bertoncini risorgono e battono nettamente le Fiamme Oro, squadra che era sembrata in decisa crescita nelle ultime giornate. A segno anche il nuovo acquisto, il pilone isolano Leatigaga e padroni di casa che nel finale, pur avendo la partita in mano, scelgono inopinatamente di piazzare per allungare da 21-6 al finale 24-6 anziché cercare un’importantissima quarta meta per il bonus. Fiamme Oro che segnano solo due volte dalla piazzola nel primo tempo e che restano all’asciutto per tutta la ripresa. (Punti 4-0).
Di risurrezione si può parlare anche per la partita del Quaggia dove il Mogliano Rugby, grazie ad una superprestazione di Inacio Almela, batte nettamente un Rugby San Donà che appare, ormai, un po’ alla deriva. I trevigiani scavano il gap nel primo tempo, chiuso avanti per 20-10, e, nella ripresa, controllano il match senza, però, riuscire a raggiungere la quarta meta. Finisce 25-13. (Punti: 4-0)
La classifica, dopo la prima di ritorno, così recita:
Calvisano 48, Rovigo 39, Petrarca 37, Viadana 24, San Donà 22, Fiamme Oro e Mogliano 18, Conad Reggio 17, Lazio 14, Lyons 11.
Il campionato si ferma, ora, per due settimane, lasciando spazio al 6 Nazioni e tornerà sabato 18 febbraio con la seconda di ritorno.
jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it