Nazionali

E l’Irlanda fu fatale anche all’Italdonne

RBS 6 Nazioni Donne 2017, L'Aquila, Stadio Tommaso Fattori, 12/02/2017, Italia Donne v Irlanda Donne.
Elisa Giordano in azione.
Foto: Roberto Bregani/Fotosportit
Scritto da Rugby.it

Dopo la batosta rifilata ai colleghi maschi anche la nazionale femminile esce sconfitta dall’incontro con le verdi di Irlanda.

Commento, tabellini e foto dal sito Fir.

L’Aquila – Niente da fare per l’Italdonne nella seconda giornata del Women’s Six Nations 2017: di fronte al caloroso pubblico del “Fattori” – oltre 4mila gli spettatori – le azzurre cedono 3-27 all’Irlanda.

Il primo tempo è equilibrato, con l’Italia che parte grintosa e respinge gli attacchi del XV di Tierney. Nella fase iniziale dell’incontro sono le ospiti a portarsi avanti, ma a causa di qualche errore di troppo in fase offensiva e soprattutto la solida linea di difesa delle azzurre l’Irlanda non riesce a concretizzare.

Dopo una meta a metà tempo annullata all’Irlanda, il punteggio viene sbloccato solo al 29′, con un piazzato di Nora Stapleton che porta la sua squadra sul 3-0. Il XV di Di Giandomenico è ordinato e determinato, si fa sentire sui punti di incontro e placca a tutto campo. Il primo tempo termina con l azzurre in attacco e un piazzato centrato dall’ala Michela Sillari, che sblocca finalmente il tabellino dell’Italia.

Ad inizio ripresa il momento peggiore per le azzurre: due mete nel primo quarto d’ora, ad opera di Lyons e della neoentrata Spence, dimostrano tutta l’incisività del pack irlandese, con le ospiti che si mantengono nella ventidue italiana per tutta la prima metà della ripresa. Al 60′ è il capitano Paula Fitzpatrick a siglare la terza meta – sempre frutto del lavoro di mischia irlandese – e a spegnere la velleità di Sara Barattin e compagne.

Sul finale c’è spazio anche per la meta del bonus offensivo per l’Irlanda, con Hannah Tyller che attraversa quasi tutto il campo e va a schiacciare oltre i pali. Finisce 3-27 tra gli applausi del pubblico del “Fattori”, comunque divertito dallo spettacolo.

“Abbiamo difeso bene ma poi non è stato facile mantenere il ritmo – commenta a fine gara il ct Di Giandomenico – abbiamo perso di consistenza ma non posso recriminare nulla alle ragazze. Dobbiamo lavorare sulla concretezza e offrire prestazioni più complete”.

L’Aquila, stadio “Tommaso Fattori” – Domenica 12 febbraio 2017
Women’s Rbs 6 Nations, II giornata
Italia v Irlanda 3-27 (3-3)
Marcatori: p.t. 29′ cp. Stapleton (3-0); 38′ cp. Sillari (3-3); s.t. 43′ m. Lyons tr. Stappleton (3-10); 55′ m. Spence tr. Stappleton (3-17); 60′ m. Fitzpatrick (3-22); 80′ m. Tyller (3-27)
Italia: Furlan; Sillari, Cioffi (38′ Zangirolami), Stefan, Magatti (71′ Salvadego); Rigoni, Barattin; Giordano, Locatelli (55′ Pillotti), Cammarano; Trevisan, Severin (59′ Este); Gai (49′ Arrighetti), Bettoni (71′ Giacomoli), Cucchiella (42′ Ferrari).
All.: Di Giandomenico
Irlanda: Mairead; Tyller, Murphy (35′ McLaughlin), Naoupu, Miller (41′ Healy); Stapleton, Hughes; Fitzpatrick, Molloy, Griffin (60′ Cooney); Reilly, Anthony (41′ Spence); Egan (71′ O’Connor), Lyons, Peat (71′ Van Staden).
all. Tierney
arb. Horton (Australia)
g.d.l. Perrett (Australia), Pacifico (Italia)
TMO: Mason (Galles)
Calciatori: Stapleton (Irlanda) 3/5; Sillari (Italia) 1/1.
Note: cielo nuvoloso, spettatori 4.500. Prima del fischio di inizio è stato rispettato un minuto di silenzio in memoria di Joost van der Westhuizen.
6 Nations Woman of the Match: Claire Molloy (Irlanda)

Informazioni sull'autore

Rugby.it