Eccellenza

In Eccellenza si delineano le posizioni

Calvisano_Lazio
Scritto da Rugby.it

Il trio di testa avanza, San Donà in pole per i playoff d’ Eccellenza

Una giornata combattuta con partite incerte e nelle quali, spesso, il risultato cambia direzione più volte: così si presenta il Campionato nazionale d’Eccellenza che imbocca il tratto finale della regular season con molte posizioni ancora da decidere.
Aveva anticipato le rivali il Rugby Rovigo, scendendo in campo al Battaglini sabato contro la Lazio Rugby. In un match che sembra essere stato una sorta di sagra delle difese allegre, alla fine entrambe le contendenti trovano motivi per sorridere: i rossoblù prendono 5 punti mettendo in mostra un ottimo Barion, votato MoM, mentre i biancocelesti tornano nella capitale con un preziosissimo punto di bonus (l’ennesimo raccolto in questa stagione) fondamentale in chiave salvezza. Unica nota stonata per i padroni di casa il cartellino rosso subito per doppia ammonizione dal capitano Edo Ruffolo. Finisce 51-36. (Punti: Rovigo 5, Lazio 1).
Partita combattutissima, invece, quella dello Zaffanella, come, del resto, si conviene in un derby fra storiche rivali come Rugby Viadana e Rugby Calvisano. Nel primo tempo la mischia dei virgiliani domina il campo e permette ai padroni di casa di chiudere avanti per 12-10. Ma nel secondo tempo Calvisano accelera e va subito in meta mettendo una distanza che non verrà più recuperata e che, anzi, si allargherà a tempo ormai scaduto grazie ad un piazzato di Minozzi che castiga Viadana buttandola oltre break e togliendole un più che legittimo punto di bonus. Gran protagonista del match ancora una volta proprio il giovanissimo Minozzi, oggi schierato all’ala, capace di segnare tre mete, un drop ed un piazzato, punti pesantissimi per il 18-26 finale. (Punti: Viadana 0, Calvisano 4).
A Calvisano e Rovigo risponde il Petrarca di Andrea Cavinato che esce con una preziosissima vittoria dalla Caserma Gelsomini contro le Fiamme Oro del poco amato cugino Umberto Casellato. Partita combattutissima e con continui sorpassi fra le due formazioni che i petrarchini fanno loro grazie ad una gran giornata di Nikora dalla piazzola ed alla meta di Menniti-Ippolito che a pochi minuti dalla fine fissa il finale 21-29 e chiude il discorso. (Punti: Fiamme Oro 0, Petrarca 4).
Chi sorride decisamente in questa giornata è il Rugby San Donà che al Pacifici approfitta dei passi falsi di quasi tutte le dirette concorrenti e, al termine di un match equilibrato e difficile, porta a casa un vittoria importantissima nella lotta per l’accesso ai playoff. Sfida nella sfida quella fra i due precisissimi piazzatori (entrambi 100%) Ambrosini e Gennari, quest’ultimo autore del calcio che, a tempo scaduto, regala alla Conad Reggio il bonus che significa quasi certa salvezza. Vince, però, San Donà che oltre ai piazzati segna anche due mete che determinano il 20-15 finale. (Punti: San Donà 4, Reggio 1).
Amarissimo finale, invece, quello vissuto al Beltrametti dai Lyons Piacenza, sconfitti in casa dal Mogliano Rugby grazie ad una meta arrivata a tempo scaduto. Il lungo inseguimento condotto dagli emiliani grazie soprattutto al solito precisissimo piede di Mortali, aveva portato i padroni di casa sul 16-12, ma proprio nell’ultimissima azione arriva la meta di Visentin che segna il 16-19 e lascia ai bianconeri solo un amarissimo punticino che tiene lontano l’agognato penultimo posto, rilanciando i trevigiani nella contesa per il quarto posto. (Punti: Lyons 1, Mogliano 4).
Sabato prossimo il nostro domestic ripartirà con questa classifica:
Calvisano 63, Petrarca 53, Rovigo 46, San Donà 34, Mogliano e Viadana 30, Fiamme Oro 27, Reggio 23, Lazio 21, Lyons 16.
jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it