Eccellenza

L’Eccellenza alla chiamata decisiva

logo-federugby
Scritto da Rugby.it

Semifinali di ritorno: in Eccellenza è il bivio che vale tutto

Ci siamo, è il momento in cui le prudenze non servono più a nulla e ognuno è chiamato a dare il massimo in un appuntamento da tutto o niente: chi vince va a giocarsi il titolo, chi perde mette via le sue cose e pensa alle vacanze.
Con questo spirito si apre il weekend delle semifinali di ritorno dalle quali usciranno i nomi delle due finaliste che si affronteranno sabato 27 alle ore 18.00 sul campo della migliore classificata in regular season.
Si parte sabato 20 alle ore 16.00 al Pata Stadium di Calvisano dove i padroni di casa del Rugby Calvisano sono chiamati al tentativo di rimonta contro il Viadana Rugby 1970, nel tradizionale derby lombardo giallonero dei birthday twins, essendo le due società “coetanee”.
All’andata fu 18-12 a favore dei mantovani, con punteggio in classifica di 4-1; quindi, per raggiungere la finale, i ragazzi di Frati dovranno vincere, pareggiare oppure perdere con uno scarto inferiore ai 6 punti (in caso di scarto di 6 punti si guarderebbe la differenza mete che, per ora, vede i bresciani avanti 2-0), a patto che la sconfitta non comporti un 5-1. Viadana, comunque, come quarta classificata, non potrà in ogni caso giocare la finale allo Zaffanella. In tutti gli altri casi di punteggio sarà Calvisano a poter giocare la finale nel proprio stadio.
A dirigere il match sarà l’esperto arbitro trevigiano Claudio Blessano che per l’occasione sarà assistito dai guardalinee Rizzo di Ferrara e Laurenti di Bologna, oltre che dal concittadino Brescacin in qualità di quarto uomo. TMO sarà il milanese Roscini.
Ad un compito difficilissimo sono chiamati, domenica alle 17.00 allo stadio Plebiscito, i neri del Petrarca che ricevono nel DERBY i tradizionali arcinemici della Femi CZ Rugby Rovigo Delta. All’andata fu un pesantissimo quanto sorprendente 33-18 per i Bersaglieri, con conseguente punteggio di 5-0. Per accedere alla finale il Petrarca deve necessariamente vincere per 5-0 e con almeno 16 punti di scarto; in caso di scarto di 15 punti si guarderà la differenza mete che, attualmente, vede Rovigo avanti 5-2. La vincente, chiunque essa sia, giocherà la finale sul proprio terreno se dall’altra semi uscirà vincente Viadana, mentre dovrà recarsi a Calvisano se saranno i bresciani a prevalere.
Il C.N.A.R. ha designato come arbitro centrale il beneventano Schipani, con i guardalinee Tomò di Roma e Cusano di Vicenza. Quarto uomo sarà il veneziano Franzoi con il milanese Stefano Pennè in qualità di TMO.
Per la gioia di tutti entrambe le partite saranno visibili in diretta (e con l’ottimo livello di servizio visto all’andata) sul benemerito Rugby Channel.
Buon rugby a tutti!

jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it