Eccellenza

Eccellenza: volano le lombarde, inseguono le venete

eccellenza_2a_giornata_risultati
Scritto da Rugby.it

Nella seconda di eccellenza è, però, di Rovigo la vittoria “pesante”

Va in archivio anche questa seconda di eccellenza che vede il risultato più significativo maturare al Battaglini, dove i Bersaglieri della Rugby Rovigo hanno ragione, al termine di un match teso e combattuto, delle tignosissime Fiamme Oro di Gianluca Guidi. Dopo un primo tempo chiuso avanti per 9-3 grazie al piede di Odiete, in avvio di ripresa i cremisi vanno in meta con Caffini e sorpassano. Ci pensano, poi, Momberg ed ancora Odiete a fissare il finale di 19-13. Vittoria importante dei vicecampioni nel primo confronto stagionale per aspiranti semifinaliste; una vittoria di forza al termine di un confronto sempre sul filo che, comunque, non boccia gli ospiti che tornano nella capitale consapevoli di aver retto il livello con una delle principali favorite. (Punti: Rovigo 4, Fiamme Oro 1).
Continua a pieno regime al Pata Stadium la marcia dei campioni d’Italia della Patarò Calvisano; i gialloneri faticano un tempo a scrollarsi di dosso la Conad Reggio che rimane aggrappata al match grazie soprattutto agli errori dalla piazzola dei padroni di casa: 3 mete a 1, ma solo 15-10 al riposo. Nel secondo tempo Calvisano spazza letteralmente via i reggiani seppellendoli sotto ben sei mete quasi tutte molto spettacolari. Da segnalare l’infortunio, ancora da valutare, subito dall’apertura calvina Juan Novillo, entrato al 42’ ed uscito zoppicante al 72’ dopo una prestazione scintillante e spettacolare che strappa applausi alla platea. Finisce 57-10, ma la gioia dei tifosi di casa è alquanto rabbuiata dalla circostanza. (Punti: Calvisano 5, Reggio 0).
Tiene il passo il Rugby Viadana che reagisce nel migliore dei modi all’assenza del suo fuoriclasse argentino Ormson ingaggiando con la Lazio Rugby una contesa che finisce con un punteggio da Super Rugby, come spesso accade quando in campo c’è la squadra “zemaniana” di Daniele Montella. All’inizio fugge il team biancoceleste che si issa fino allo 0-13 prima di subire il ritorno dei virgiliani che riescono a chiudere avanti per 21-20 la prima frazione. Nella ripresa festival di mete per entrambe le squadre e risultato scoppiettante di 45-37 che soddisfa entrambi i team, distribuendo quasi il massimo possibile dei punteggi: bastava, infatti un solo punto agli ospiti per ottenere anche il bonus difensivo oltre a quello per le mete. (Punti: Viadana 5, Lazio 1).
Al Quaggia è il Petrarca ad aggiudicarsi il primo derby veneto stagionale contro il Mogliano Rugby; la vittoria dei neri arriva al termine di una prestazione a dir poco sconcertante (altro scappellotto in arrivo?). Dopo un primo tempo di ottima fattura, chiuso col largo vantaggio di 3-20, nella seconda frazione la squadra del duo Marcato-Allori parte bene mettendo subito a segno la terza meta (molto bella) con Simone Rossi e mostrando di voler puntare al bonus, necessario per chi voglia battersi per il vertice. Invece i petrarchini si impappinano, si addormentano, scelgono i pali anziché la touche e si rilassano in difesa subendo tre mete consecutive e ritrovandosi i trevigiani sotto break a 7’ dalla fine! Finisce 24-30 ed è da elogiare la reazione dei biancoblù, ma sicuramente non arrivano note molto positive per il progetto-Petrarca, che appare ad oggi un cantiere aperto. (Punti: Mogliano 1, Petrarca 4).
Vince largo al Pacifici la Lafert San Donà che batte con un punteggio assai largo i Medicei che, pure, erano reduci da un’ottima prestazione sette giorni fa contro Calvisano. Erano partiti bene, in realtà, i ragazzi di Presutti, andando subito in meta e portandosi avanti fino al 3-10. Da lì in poi la reazione dei ragazzi di Zane Ansell fruttava il sorpasso in chiusura di frazione (15-10). Nel secondo tempo una sola squadra in campo, quella di casa, che marcava pesante per ben 4 volte contro una sola degli ospiti. Punteggio finale di 43-17; da segnalare un cartellino rosso al veterano Jaco Erasmus al 70’, che non impediva, però, ai sandonatesi di segnare una meta anche in inferiorità numerica. (Punti: San Donà 5, Medicei 0).
Questa la classifica aggiornata:
Calvisano 10, Viadana 9, Petrarca e Rovigo 8, San Donà e Fiamme Oro 5, Mogliano 2, Lazio 1, Medicei e Reggio 0.
Appuntamento a tra sette giorni con la terza giornata.
jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it