Eccellenza

La sesta di Eccellenza va di domenica

1.-foto-rubrica-come-eravamo
Scritto da Rugby.it

Eccellenza domenicale con un romantico “Come eravamo”

Inizia domenica prossima un trittico di partite che vedrà il Campionato nazionale di Eccellenza scendere in campo di domenica per lasciare il giusto spazio e l’attenzione degli sportivi agli impegni della nazionale di Conchuir O’Sé che inizia la propria avventura novembrina sabato 11 a Catania contro Fiji.
Partite della sesta giornata, quindi, che si svolgeranno domenica 12 alle ore 15.00 con l’abituale e benemerita diretta simulcast sul mai abbastanza lodato Rugby Channel. Nel menu di giornata molta varietà, con un big-match, un bivio, un derby veneto (che non manca quasi mai in tavola), un incontro fra vecchi innamorati e la possibilità di una prima assoluta. Ma andiamo con ordine.
Fari puntati ancora una volta sul Pata Stadium dove i campioni in carica del Patarò Calvisano, grigi, ma vincenti nelle ultime uscite, incontrano una delle squadre più in forma e brillanti di questo inizio di stagione, vale a dire il Lafert San Donà che pare un riuscitissimo mix di gioventù locale ed esperienza. Partita che sarà diretta dal rovigoto Federico Boraso: dopo un bresciano al Battaglini, un rovigoto a Calvisano: bene così!
Il bivio viene localizzato dal gps della classifica a Ponte Galeria dove due deluse dell’ultimo turno si scontrano: le Fiamme Oro deludenti di Guidi sperano di imboccare una strada in salita e il Rugby Viadana uscito a bocca amara dal derby lombardo cerca di non imboccare la via in discesa. A dirigere il traffico a questo incrocio sarà l’esperto fischietto livornese Matteo Liperini.
Derby veneto invece, al Quaggia dove un Mogliano Rugby in caduta libera si aggrappa al ritornante Thor Halvorsen per cercare di ridurre il gap, che appare enorme, con i Bersaglieri della Rugby Rovigo, lanciati all’inseguimento della capolista Calvisano. Designato alla direzione il lecchese Luca Trentin.
Un bel “come eravamo” è atteso alla Guizza dove con il suo arrembante e tetragono Petrarca Andrea Marcato attende un confronto cruciale per il cuore dei tifosi petrarchini con il vecchio indimenticato amore Pasquale Presutti, che torna sul campo dei suoi trionfi alla testa degli ottimi Medicei. Affari di cuore che toccherà al sig. Andrea Piardi di Brescia dipanare.
Chiude al programma il match del Mirabello dove agli ordini del npstro miglior fischietto Marius Mitrea, la Conad Reggio senza punti e senza paura deve cercare finalmente il primo trionfo ricevendo la Lazio Rugby nella prima partita in cui gode i favori del pronostico. Occhio, però, che la Lazio va sempre presa con le molle, dato il suo notevole potenziale offensivo.
Buon Rugby a tutti!
jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it