Top 12

La mischia di Rovigo ribalta l’Eccellenza

rovigo_calvisano_2017-18
Scritto da Rugby.it

Mischia in vetta alla classifica, Calvisano cade e le inseguitrici mordono

Una mischiona, quella devastante di Rovigo, che provoca un mischione in vetta alla classifica del Campionato nazionale di eccellenza: le prime 3 sono ora in un fazzoletto di punti e dietro le altre seguono sgranate una dietro l’altra.
Cade la capolista ed il tonfo fa rumore, perché Calvisano perde assai raramente. In un Battaglini ribollente (pure troppo) la mischia della Rugby Rovigo fa letteralmente a pezzi il Patarò Calvisano, drammaticamente inferiore nelle fasi di scrummaging. Non inganni il fatto che il sorpasso nei minuti di recupero porti la firma di un ¾ come Guido Barion: la partita è stata dominata dal pack rossoblù in lungo e in largo. Dopo una bella partenza degli ospiti, avanti 10-0, è la mischia di McDonnell a ricucire le distanze ed il primo tempo si chiude sul 9-13. Nella ripresa Calvisano sta a galla con una meta, ma Rovigo ne segna due in cui la mischia è determinate: una tecnica e la meta finale; in entrambi i casi superiorità numerica rossoblù determinata da ripetuti falli in chiusa; finisce 23-20. (Punti: Rovigo 4, Calvisano 1).
Mentre Calvisano collassa il Petrarca sbanca il Pacifici ed insegue staccata di un niente. Un niente che sarebbe potuto non esserci se ad un primo tempo dominato dai neri e chiuso avanti addirittura per 0-16 non fosse seguita una ripresa piena di cuore ed orgoglio dei padroni di casa del Rugby San Donà che si issano sino al -5 per poi veder sfumare insieme alla rimonta anche il bonus difensivo a causa di un piazzato di Menniti-Ippolito che fissa il 14-22 finale. (Punti: San Donà 0, Petrarca 4).
Si rialza fra le mura amiche dello Zaffanella il Rugby Viadana che, dopo 3 sconfitte consecutive, torna a vincere schiantando il povero Rugby Reggio che domenica scorsa aveva assaporato la prima soddisfazione stagionale. Nel primo tempo i virgiliani affilano le armi e chiudono avanti per 11-3, ma nella ripresa allungano e annientano il tentativo degli ospiti reggiani di provare a tornare in partita chiudendo avanti per 31-17, ma senza trovare la quarta meta. (Punti: Viadana 4, Reggio 0).
Partita bella e combattutissima quella del Lodigiani dove le Fiamme Oro di Gianluca Guidi battono di misura i Medicei mai domi di Pasquale Presutti. Dopo una prima frazione vissuta sul confronto fra la tomaia di Roden (che, però, va anche in meta) e quella di Basson che si chiude sul 9-14, nel secondo tempo l’equilibrio continua. E continua anche il confronto fra i due piazzatori delle formazioni: alla fine tutti i punti sono da attribuire a Roden o a Basson, col primo che batte il secondo (anche lui autore di una meta) per 16-20. (Punti: Medicei 1, Fiamme Oro 4).
Infine al Giulio Onesti arriva la prima vittoria stagionale per la Lazio Rugby che lascia la scomoda ultima posizione dove vengono relegati gli sconfitti odierni del Mogliano Rugby, unica squadra ancora incapace di vincere. Partita anche qui equilibrata col primo tempo che vede due mete per parte, ma una maggior precisione di Ceballos dalla piazzola che porta la formazione biancoceleste avanti per 17-10 con due mete di Giazzon da segnalare fra i trevigiani. Nella ripresa ancora equilibrio fino alla fine con Mogliano che arraffa il bonus difensivo grazie ad una meta tecnica allo scadere che fissa il 24-20 finale. (Punti: Lazio 4, Mogliano1).
La prossima settimana l’eccellenza osserverà un turno di riposo e ripartirà sabato 2 dicembre con questa classifica:
Calvisano 29, Rovigo 27, Petrarca 26, Viadana e Fiamme Oro 20, San Donà 18, I Medicei 17, Lazio 6, Reggio 5, Mogliano 4
jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it