Eccellenza

Una ottava giornata-lampo in Eccellenza

images
Scritto da Rugby.it

Torna nel weekend l’Eccellenza e saluta subito, quasi fossimo parenti noiosi

Avete presente quando dovete andare obbligatoriamente in visita da quei parenti che vedete raramente perché non vi stanno simpatici? Di solito si va là, si fa svogliato atto di presenza e si riparte appena possibile in fretta e furia. Ecco, la nostra Eccellenza ci tratta così, come di solito si fa con quel tipo di parenti. Dopo una settimana di pausa torna; attenti a non affezionarvi troppo, però, perché poi il nostro amato domestic ci saluterà nuovamente per altre due settimane, lasciando spazio alle coppe e ripresentandosi solo sotto Natale. Quindi teniamocela stretta questa ottava giornata che segna il penultimo turno di andata di un torneo forse noioso in basso, dove non c’è lo spauracchio-retrocessione, ma animato anzichenò in cima, dove ci si pesta i piedi in 7. Si gioca sabato 2 alle ore 15.00, con l’eccezione del campo di Calvisano e di quello di Reggio che posticipano a domenica 3 alla stessa ora per non disturbare gli equidi zebrati che sabato pascolano in quel di Parma. Sono 3 gli incontri più interessanti, perciò ci liberiamo in fretta dei primi due e poi vediamo un po’ gli altri.
Al Pata Stadium, come detto, si gioca domenica e i campioni d’Italia del Patarò Calvisano ricevono la sbarazzina, ma francamente non eccessivamente preoccupante, Lazio Rugby. L’occasione ideale per tornare a macinare punti dopo la dolorosissima tramvata di Rovigo. Sarà importante non distrarsi che, poi, è la stessa cosa che si deve richiedere al sig. Stefano Bolzonella di Cuneo chiamato a dirigere.
I “tramvieri” rossoblù della Rugby Rovigo, invece, dopo aver “tramvato” i campioni d’Italia si mettono in viaggio verso il fiorentino Lodigiani dove li aspetta il capo Sioux Pasquale Presutti che i tramvieri rodigini li ha a sua volta spesso tramvati in passato. Per i suoi Medicei, però, sembra davvero difficile ostruire i binari su cui gli ospiti hanno intenzione di proseguire la corsa dietro alla capoclassifica. Dirigerà l’internazionale Elia Rizzo di Ferrara, di solito non molto amato (come più o meno i 315 315esimi degli arbitri) dalla tifoseria polesana.
Dopo questi due incontri alquanto squilibrati ci aspettano, invece, 3 confronti tesissimi, a partire da quello della Caserma Gelsomini toccato in sorte al sig. Matteo Liperini di Livorno. Si affrontano le Fiamme Oro di Gianluca Guidi, in forte ascesa, ed il Lafert San Donà di Zane Ansell, desideroso di riprendere la marcia interrotta negli ultimi due confronti. In palio pesantissimi punti playoff.
Punti che saranno in palio anche alla Guizza dove il Petrarca cerca di staccare nel confronto diretto il Rugby Viadana, tornato in auge dopo tre sconfitte consecutive. I padroni di casa sembrano favoriti, ma non sarà un match facile quello che vedrà la direzione del romano Emanuele Tomò.
Infine, per citare un vecchio film sommergibilistico, inferno sul fondo al Mirabello dove il romano de Roma sig. Gabriel Chirnoaga indosserà muta e pinne per dirigere la battaglia fra i diavoli della Conad Reggio ed il Mogliano Rugby ancora malinconicamente a zero vittorie. Chi riemergerà col bottino domenica pomeriggio?
Dunque prepariamoci a duelli interessanti che sarà possibile vedere allo stadio (andateci! Ne vale sempre la pena) o in simulcast sull’amato ciannel.
Buon Rugby a tutti!
jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it