Eccellenza

Calvisano soffre e vince a Reggio Emilia: 16-20

rimpelli-1200x800
Scritto da Rugby.it

Calvisano tenta la fuga nella sua giornata meno brillante

Si usa dire che caratteristica tipica delle squadre grandi e vincenti sia quella di riuscire a portare a casa punti pesanti nelle giornate in cui il gioco non scorre come dovrebbe e l’avversario merita con grinta: ecco, allora Calvisano è davvero una grande squadra.
I campioni d’Italia escono con quattro sudatissimi e preziosissimi punti dallo Stadio Mirabello strappandoli ad una Conad Reggio che, probabilmente, gioca la sua miglior partita stagionale (come altrove l’avevamo incoraggiata a fare…). I gialloneri arrivano in Emilia in formazione rimaneggiata e mancanti soprattutto del loro faro Novillo e del picador più efficace Juanjo Paz. Le cose sembrano mettersi bene all’inizio con una meta ottima dell’ex di turno Martani che dopo pochi minuti porta i suoi sullo 0-7. Ma quella che sembrava poter essere una semplice sgroppata diventa un calvario di lì a poco perché i Diavoli riescono via via ad aggiungere ad una difesa collosa e puntuale una manovra magari non bella da vedere, ma efficace e “pesante”. Calvisano, come spesso gli accade nelle sue giornate no, oppone solo indisciplina che i padroni di casa puniscono col piede bionico del disumano Gennari che ricuce sul 6-7. Ma l’occasione d’oro viene offerta ai calvini da una stupidaggine di Du Preez che si fa cacciare fuori per una scorrettezza a gioco fermo; Calvisano ne approfitta subito per andare in meta con Tuivaiti (6-14), ma poi invece di accelerare si perde in pasticci tattici e scelte individuali cannate che tengono in partita i padroni di casa, bravissimi ad accorciare col solito alieno Gennari (9-14). Calvisano ha l’intelligenza di capire quanto stia giocando male e quanto peggio possa mettersi questa partita, perciò lascia da parte l’idea di cercare il bonus mete e decide di capitalizzare appena ne ha la possibilità con Mortali (9-17). Reggio, allora, fiuta il sangue del predatore ferito e va in cerca del massimo ottenendo una meta di straripante superiorità con Panunzi che vede il buco dopo che i suoi heavies hanno martellato ben bene una linea difensiva sfilacciata e fallosa (16-17). C’è ancora tempo per un altro piazzato di Mortali (16-20) e il primo tempo finisce.
In avvio di ripresa Calvisano (che spesso quest’anno ha distrutto gli avversari nel secondo tempo) schiaccia Reggio nei propri 22: si gioca in una sola metà campo, ma la cosa incredibile è che Calvisano (complice una mediana assai poco lucida, specie in Semenzato, oggi davvero opaco) sbagli l’impossibile buttando via una dopo l’altra almeno tre situazioni da meta che era più facile fare che sbagliare. Così Reggio esce incredibilmente viva e, a 5’ dalla fine si porta nei 22 calvini per la prima volta. Calvisano reagisce con un fallo dopo l’altro e Cavalieri viene giustamente giallato. Sembra che la mazzata decisiva debba arrivare da un momento all’altro, ma Calvisano riesce inspiegabilmente ad uscirne intera e a traccheggiare finchè non arriva il fischio finale, preceduto da una rissa in campo che vede l’equanime Angelucci cacciare fuori un rissante per parte (Susio e Manghi).
Vince, dunque, Calvisano e sono 4 punti importantissimi per la classifica, sia perché ottenuti giocando male, sia perché coincidenti con un passo falso dell’inseguitrice più ravvicinata. Ma fra 7 giorni contro le rampanti Fiamme Oro ci vorrà ben altro. Da elogiare, invece, la prova di Reggio, alla sua miglior prova stagionale: speriamo che identico ardore i Diavoli sappiano mostrare anche in futuro contro altri avversari, magari meno stimolanti della capolista.
Questa la classifica:
Calvisano 48, Rovigo 43, Petrarca 42, Fiamme Oro 34, San Donà 33, Viadana 31, Medicei 18, Reggio 11, Lazio 6, Mogliano 4.

I Tabellini:

Reggio Emilia (RE), stadio “Mirabello” – domenica 28 gennaio 2018
Campionato Nazionale Eccellenza, XI giornata
CONAD REGGIO v PATARO’ RUGBY CALVISANO 16 – 20 (16 – 17)
Marcatori: p.t. 4’ m. Martani tr Mortali (0-7); 12’ cp Gennari (3-7); 15’ cp Gennari (6-7); 19’ m. Tuivaiti tr Mortali (6-14); 22’ cp. Gennari (9-14); 31’ cp Mortali (9-14); 35’ m. Panunzi tr Gennari (16-17). s.t. 48’ cp Mortali (16-20).
CONAD Reggio: Farolini (cap); Costella, Paletta, Suniula, Gennari; Rodriguez, Panunzi; Ferrarini F., Rimpelli (78’ Gatti), Messori (59’ Dell’Acqua); Du Preez (63’ Balsemin), Devodier (57’ Visagie); Bordonaro (66’ Celona), Manghi, Quaranta (78’ Saccà).
All. Manghi
Patarò Rugby Calvisano: Dal Zilio; Balocchi, Chiesa (C), Lucchin, Susio; Mortali, Semenzato; Tuivaiti (49’ Zdrilich), Archetti, Martani (61’ Zanetti); D’Onofrio, Andreotti (61’ Cavalieri); Leso (78’ Gavrilita), Giovanchelli (78’ Luccardi), Rimpelli (78’ Cafaro).
All. Brunello
Arb.: Angelucci (Livorno)
AA1.: Rizzo (Ferrara), AA2.: Giovanelli (La Spezia)
Quarto Uomo: Poggipolini (Bologna)
Calciatori: Gennari (Conad Reggio) 4/4; Mortali (Patarò Rugby Calvisano) 4/4
Cartellini: 17’ giallo a Du Preez (Conad Reggio), 76’ giallo a Cavalieri (Patarò Rugby Calvisano) ; 79’ giallo a Manghi (Conad Reggio) e Susio (Patarò Rugby Calvisano)
Note: giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Spettatori: circa 900
Punti conquistati in classifica: CONAD Reggio 1 ; Patarò Rugby Calvisano 4
Man of the match: Filippo Ferrarini (Conad Reggio)

            jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it