Top 12

Catastrofe Calvisano, la Lazio lo ridicolizza e il Petrarca se ne va

30261099_1870152389682707_7056053057355776000_n
Scritto da Rugby.it

Il Petrarca si giocherà il primo posto nel derby con Rovigo, mentre le Fiamme rientrano in lizza

Penultima con sorpresone nell’uovo di Pasqua avanzato da domenica scorsa! L’avevamo detto che il tema di giornata sarebbe stato la ricerca di sorprese nei cocci delle uova e la ricerca ha dato frutti più che ottimi. Triplo salto mortale all’indietro per la capolista che in questa penultima si fa ridicolizzare sul campo della penultima e butta alle ortiche il primo posto e un pezzo dell’intera stagione. Ma sorpresa negativa anche per San Donà che in una partita tutta storta getta al vento tutto quanto di buono costruito nelle ultime giornate e si ritrova con tutto da rifare. Ma se due piangono altre tre ridono di gusto oggi: il Petrarca saluta la compagnia tirandosi dietro i Bersaglieri, mentre i Poliziotti rientrano in gioco alla grande per un quarto posto che sino a qualche giornata fa sembrava perduto. Ma prima di perderci ricostruiamo con ordine quanto accaduto in questa giornata che segna una svolta probabilmente decisiva nella stagione.
Come detto è dal Giulio Onesti che arriva la notizia incredibile, di quelle che quando la senti chiedi che te la ripetono perché non ci credi. Una prestazione fantascientifica della Lazio Rugby (tiratina d’orecchi: se avessero giocato con questa incredibile intensità tutta la stagione chissà dove sarebbero ora) polverizza un Rugby Calvisano osceno e inguardabile. Partenza shock nella prima frazione dove i ragazzi di Montella difendono come indemoniati e attaccano con velocità da…Bolt contro un Calvisano che è solo pasticci e indisciplina: risultato eloquente, 22-5, e persino troppo generoso con gli ospiti. Nella ripresa i bresciani provano a reagire, si avvicinano, ma i biancocelesti non mollano e rispondono colpo su colpo senza sciogliersi nel secondo tempo come ci avevano abituato in passato. In chiusura Calvisano racimola uno striminzito e immeritato punticino e torna a casa con le ossa rotte sotto un pesantissimo e umiliante 36-24. Finiti gli alibi delle sconfitte precedenti (l’assenza di Novillo, la pioggia) resta la realtà di una squadra bruttissima che perde e precipita al terzo posto. (Punti: Lazio 5, Calvisano 1).
Della clamorosa disfatta calvina approfitta un brillantissimo Petrarca che allo Zaffanella passeggia sulle spoglie di un Viadana Rugby senza voglie che cede sotto una gragnuola di colpi senza nemmeno accennare una timida reazione. Dopo un primo tempo controllato senza problemi e chiuso avanti 3-14, i ragazzi di Marcato dominano in lungo e in largo, soli e padroni del campo nella ripresa dilagando fino al 3-33 finale che la dice lunga sul divario di valori e di intensità in campo. Protagonista del match l’argentino del Petrarca Riera, autore di ben tre marcature pesanti. Questo Petrarca, insomma, getta la maschera e pone con grande forza la propria candidatura al titolo: sono meritatamente primi, sono i più forti e sono i favoriti d’obbligo per il titolo. (Punti: Viadana 0, Petrarca 5).
Avversario principale dei neri per la conquista dell’ambito triangolino saranno i Bersaglieri della Rugby Rovigo che al Battaglini regolano come da pronostico dei Medicei che esistono per mezzora e poi spariscono dal campo. Primo tempo chiuso avanti dai padroni di casa per 14-6 e poi nella seconda frazione tocca aspettare l’ora di gioco per raggiungere l’atteso punto di bonus grazie d una meta di Muccignat. Negli ultimi 20’ più nulla, con le menti dei rossoblù, probabilmente, già rivolte allo scontro con la capolista Petrarca di sabato prossimo che deciderà la prima della regular e a molti sembra già un anticipo di finale: resta da decidere solo dove si svolgerà. (Punti: Rovigo 5, Medicei 0).
L’altra sorpresa di giornata arriva dal Pacifici dove i padroni di casa del Rugby San Donà partono bene contro gli avversari diretti delle Fiamme Oro, ma si vedono superare in chiusura di primo tempo grazie ad una meta di Bacchetti che chiude la prima frazione con i cremisi avanti 13-14. Al rientro in campo l’equilibrio della prima frazione sparisce ed in campo ci sono solo i poliziotti che dettano legge e raggiungono addirittura il punto di bonus con una meta di Sepe al 54’. Nel finale la reazione tardiva dei veneziani viene ammortizzata dagli ospiti con un prezioso calcio di Buscema che chiude il match sul 20-29, garantendo la vittoria ai suoi e togliendo ai padroni di casa un punto fondamentale. Ora le due squadre sono a pari punti e si giocheranno i playoff nell’ultima giornata. (Punti: San Donà 0, Fiamme Oro 5).
Ecco la rivoluzionatissima classifica provvisoria, in attesa di Mogliano-Reggio che giocano domani:
Petrarca 69, Rovigo 67, Calvisano 65, San Donà e Fiamme Oro 48, Viadana 42, Medicei 26, Reggio 24*, Lazio 20, Mogliano 10*
*Una partita in meno.
jpr

Aggiornamento

Al Quaggia, al termine di una partita incredibile, i padroni di casa del Mogliano Rugby, che a 10′ dalla fine erano avanti 35-19, si fanno rimontare e clamorosamente superare dalla Conad Reggio che all’86′ pareggiano con una meta di Saccà e affidano al piede magico di Marco Gennari la trasformazione del sorpasso sul 38-40. (Punti: Mogliano 2, Reggio 5).
Classifica aggiornata al termine della 17esima:

Petrarca 69, Rovigo 67, Calvisano 65, San Donà e Fiamme Oro 48, Viadana 42, Reggio 29, Medicei 26, Lazio 20 Mogliano 12

jpr

Informazioni sull'autore

Rugby.it