Nazionali

Euro 7s, a Kazan si assegna il titolo femminile

Senza titolo 2
Scritto da Rugby.it

Le azzurre puntano ai quarti di finale
Diretta su Rugby Europe e The Rugby Channel

Nella regione russa del Tatarstan si chiude tra sabato 1 e domenica 2 settembre il campionato europeo 7s femminile, con una settimana di anticipo su quello maschile che vivrà l’epilogo il 9 settembre a Lodz. Nel girone preliminare le azzurre guidate dal nuovo tecnico Alfredo de Angelis affronteranno sabato Inghilterra, Irlanda e Polonia (nell’illustrazione dell’argentino Perrone, che abbiamo modificato in chiave azzurra, una raggiante Giada Franco va in meta nonostante la scivolata disperata dell’inglese Breach). Per l’Italia, nona dopo il primo dei due tornei che compongono gli Europei, l’obiettivo è conquistare i quarti di finale, risultato che garantirebbe la permanenza nell’elite europea; tra un anno sarà già ora di qualificazioni olimpiche e una retrocessione nella seconda categoria continentale complicherebbe non poco le speranze azzurre di conquistare l’accesso ai Giochi di Tokyo.

Tutte le partite di Kazan saranno trasmesse in diretta da www.rugbyeurope.tv e da www.therugbychannel.it

L’Italia gioca sabato alle 10.05 ora italiana contro l’Inghilterra, alle 12.35 contro l’Irlanda e alle 15.50 contro la Polonia; domenica in programma quarti, semi e finali dalle ore 9.00.

La prima giornata di Kazan (sabato 1 settembre) in ora locale…

kazan schedule

…e la seconda giornata, domenica

kazan day II

Le 12 convocate azzurre
Ilaria ARRIGHETTI (Stade Rennais)
Micol CAVINA (Cogoleto & Prov. Ovest)
Arianna CORBUCCI (Frascati)
Giada FRANCO (Colorno)
Elisa GIORDANO (Valsugana Padova)
Maria MAGATTI (Monza)
Benedetta MANCINI (Unione Capitolina)
Aura MUZZO (Iniziative Villorba)
Laura PAGANINI (Cus Milano)
Francesca SBERNA (Patarò Calvisano)
Michela SILLARI (Colorno)
Sofia STEFAN (Stade Rennais)

In classifica l’Italia è nona dopo il torneo di Marcoussis (Fra), disputato a inizio estate. Il titolo sembra un affare tra Francia, Russia, Irlanda e Inghilterra. Le ultime due nazioni retrocederanno in seconda categoria (“Euro Trophy”) e saranno rimpiazzate da Olanda e Ucraina

euro women 7s I

Informazioni sull'autore

Rugby.it