Top 12

Vecchi e nuovi big-match nell’ottava di TOP12

come
Scritto da jpr

Scontro al vertice del TOP12 e, no, non è quello solito: come siamo e come eravamo

In questo nostro domestic spaccato in due (una squadra da una parte, le altre 11 a sbattersi dall’altra) arriva un bel big-match di alta classifica. Scommetto starete tutti pensando alla classicissima della rivalità degli ultimi anni Calvisano-Rovigo; e invece no! Quello è un “vecchio” big-match che un tempo valeva il verticissimo della classifica, mentre ora, pur con tutto il suo fascino vintage è lo spareggio fra due squadre in ambasce che cercano di contendersi i vagoni di coda dell’alta classifica (almeno per ora, in futuro si vedrà). E’ da un’altra parte il “nuovo” big-match e fra un pò scopriremo dove.
Anche per questa ottava, come la settimana scorsa, ci spostiamo alla domenica lasciando l’amato sabato alla Nazionale maggiore che affronta i Wallabies all’Euganeo di Padova.
Il programma inizia alle 14.30 alla Canalina dove la prima delle umane, la rivelazione Valorugby Emilia, riceve la Lazio Rugby per continuare il suo inseguimento all’irraggiungibile (forse) Petrarca. Ci vorrà concentrazione per i reggiani che affrontano una squadra ad alto tasso di imprevedibilità Dirigerà l’incontro il rodigino Federico Boraso con l’assistenza laterale dei gdl Liperini e Bertelli, quarto uomo Poggipolini.
Alla stessa ora il beneventano Vincenzo Schipani aprirà le danze alla Caserma Gelsomini con il suo staff capitolino composto dai gdl Tomò e Bonacci e dal quarto uomo Paluzzi. Le Fiamme Oro di Gianluca Guidi paiono intenzionate a riprendere la marcia di avvicinamento alle posizioni che contano contro un Verona Rugby sempre più affamato di punti e sempre più lontano dai propri obiettivi. Un match che conta molto per entrambi.
Mezz’ora dopo, alle 15.00, inizia il resto del programma a partire dal vero big-match di giornata, quello del “come siamo” oggi, che si gioca al Quaggia dove arrivano gli invincibili campioni del Petrarca Rugby attesi a piè fermo dal lanciatissimo e sorprendente Mogliano Rugby di un coach, Andrea Cavinato, che contro la sua ex squadra avrà sicuramente sentimenti non proprio morbidi… Match affidato alla direzione di uno dei nostri migliori arbitri emergenti, il bresciano Andrea Piardi che si avvarrà dei gdl Gnecchi e Vinci e del quarto uomo Brescacin.
Al Pata Stadium, invece, all’insegna del “come eravamo” (bellissimo film sul rimpianto degli anni belli con Barbra Streisand e Robert Redford: lo consiglio vivamente!) va in scena l'”ex big-match” fra Kawasaki Calvisano e Rugby Rovigo. Le due squadre, non proprio al top, si affrontano in una sfida che, per chi la perde, potrebbe aprire prospettive assai poco allettanti per quanto riguarda gli ambiziosi obiettivi stagionali, mentre una vittoria servirebbe a ridare un pò di fiducia per proseguire meglio una stagione fin qui avara di soddisfazioni. Sarà il lecchese Luca Trentin a dare il via al match coadiuvato dai gdl Bolzonella e Russo, quarto uomo Locatelli.
Al Lodigiani I Medicei di Pasquale Presutti se la vedono con un Rugby San Donà in cerca di una propria dimensione. Fra desiderio di emergere e paura di cadere si fronteggiano due squadre fin qui in altalena fra buoni risultati e delusioni. Sull’altalena con loro salirà il romano Manuel Bottino accompagnato dai collaboratori di linea Chirnoaga e Sergi e dal quarto uomo Laurenti.
Al Plebiscito il fanalino di coda Valsugana Rugby prova a cercare la prima vittoria stagionale contro una delle squadre più in forma del momento, cioè il Rugby Viadana che dopo un avvio incerto sembra aver trovato la strada giusta per dare l’assalto alle posizioni che contano. A dirigere l’incontro il sondriese Federico Vedovelli assistito dai gdl. Angelucci e Spadoni, quarto uomo Giacomini.
Come sempre tutte le partite saranno visibili sul tutubo federale, ma, altrettanto come sempre, il mio invito è a uscire dalla tana e recarsi al campo!

Informazioni sull'autore

jpr