Nazionali

Big saturday, tutti i risultati dei test match

fra nze f
Scritto da Rugby.it

E’ stato il sabato dello scontro ciclopico tra Verdi e All Blacks, il sabato della paura dell’Inghilterra contro il Giappone, il sabato della meta tolta a Tebaldi, il sabato dei mille test match. Ecco un riassunto dei risultati

LE SUPERBIG – Come Gregory Peck e Charlton Heston in un famoso film, irlandesi e neozelandesi se le sono date a lungo con perfetto stile ed enorme stima reciproca, disinteressati al mondo esterno e desiderosi solo di dimostrare a sé stessi e agli avversari chi sono i migliori al Mondo. L’Aviva Stadium di Dublino ha risposto Irlanda, dopo una prestazione monstruosa di O’Mahoney ma pressochè perfetta da parte di entrambe le squadre. Il Rugby al suo meglio. A Twickenham un po’ di paura per un’Inghilterra sperimentale contro il Giappone: vantaggio nipponico 10-15 all’intervallo, poi la solida rimonta inglese. A Padova una bella Italia e un arbitro un po’ incerto (succede), ma Jpr vi ha già raccontato tutto.
Irlanda v Nuova Zelanda 16-9 (highlights)
Inghilterra v Giappone 35-15 (timelapse, highlights)
Scozia v Sud Africa 20-26 (highlights)
Italia v Australia 7-26 (highlights)
Francia v Argentina 28-13 (highlights)

aca

LE ALTRE AVVERSARIE IRIDATE DEGLI AZZURRI – A Marsiglia, nel girone finale di qualificazione mondiale, i successi ottenuti da canadesi e onconghesi eliminano definitivamente Germania e Kenya dal sogno di debuttare nella Coppa del Mondo. Nell’ultima giornata del ripescaggio, venerdì prossimo, Canada e Hong Kong si contenderanno l’ultimo posto iridato, collocato proprio nel girone degli azzurri. In un altro test match, non parte delle qualificazioni mondiali, ha deluso ancora la Namibia, altra avversaria iridata dell’Italia: sconfitta secca contro la Spagna, dopo quella ancor più larga dello scorso weekend contro la Russia.
Canada v Germania 29-10 (highlights)
Hong Kong v Kenya 42-17
Classifica ripescaggio mondiale: Canada 10, Hong Kong 5, Germania 4, Kenya 0.
Spagna v Namibia 34-13

MATTE ISOLANE – Molte mete e punteggi dall’andamento imprevedibile come da tradizione per le nazionali isolane del Pacifico. In Galles le Tonga sono andate sotto 7-24, hanno equilibrato il punteggio 24-24 e infine hanno perso 24-74 crollando in un finale da zero mete a otto. Con un cedimento meno clamoroso ma altrettanto bruciante le Samoa sono andate in vantaggio 19-3 a Tbilisi prima di perdere al termine di un secondo tempo senza punti. Molto più smooth e felice il cammino delle Fiji, che contro l’Uruguay, in campo neutro inglese, hanno segnato dieci mete subendone una sola.
Galles v Tonga 74-24 (highlights)
Georgia v Samoa 27-19 (highlights)
Uruguay v Fiji 7-68 (highlights)

AQUILE IMPERIOSE SULLE QUERCE – A Bucarest gli USA hanno vinto con sorprendente larghezza sulla nazionale di casa. Per la Romania si trattava segretamente del match dell’orgoglio, la partita contro una finalista mondiale che avrebbe potuto far esclamare “ecco, vedete, noi meritavamo pienamente di partecipare alla Coppa 2019!”. La secca sconfitta spegne invece le rivendicazioni romene e lancia gli USA addirittura davanti all’Italia nel ranking mondiale.
Romania v Stati Uniti 5-31

COPPA EUROPA – Due partite per il girone Trophy, seconda categoria continentale per importanza. A Lublino disastrosa sconfitta interna per la Polonia, contro una sempre più brillante Olanda. A Losanna faticosa e preziosa vittoria della Svizzera sui ceki. La promozione nel Championship sembra un affare a due tra Olanda e Portogallo, nonostante gli orange abbiano disputato una sola partita e i lusitani neppure una; la retrocessione incombe invece inevitabile sulla Rep.Ceca.
Polonia v Olanda 0-49
Svizzera v Rep.Ceca 17-5
Classifica Trophy: Polonia 9 (3 giocate), Olanda 5 (1), Lituania 5 (2), Svizzera 4 (1), Portogallo 0 (0), Rep.Ceca 0 (3).

ALTRE – Due partite in Sud America.
Cile v Maori All Blacks 0-73 (highlights)
Paraguay v Sud America XV 22-73

FEMMINILI – Il duello maschile tra Irlanda e Nuova Zelanda ha avuto perfetto riflesso femminile nella sfida di Grenoble tra Francia e Nuova Zelanda, forse le due migliori nazionali “rosa” al Mondo in questo momento. Diciassettemila spettatori (nella foto sotto al titolo, secondo miglior dato di pubblico di tutti i tempi per il rugby femminile) hanno assistito allo Stade des Alpes alla bellissima vittoria della Francia sulle campionesse del Mondo; dopo una serie di mete nella prima ora (quattro per le bleues, tre per le neozelandesi), l’ultimo spezzone di partita è stato un duello di calci piazzati, vinto per un soffio dalle eroine di casa.
A fine partita le felci nere hanno salutato commosse Fiao’o Faamausili e Linda Itunu, due grandi rugbiste che hanno chiuso stasera la loro lunga carriera internazionale.
Francia v Nuova Zelanda 30-27 (highlights)
Samoa v Papua Guinea 56-45
Fiji v Tonga 53-8
Spagna v Sud Africa 17-5
Galles v Hong Kong 65-0
Svizzera v Rep.Ceca 5-10

mou narini

Clara Munarini ha diretto a Villajoyosa la partita della Spagna contro il Sud Africa, avversario delle azzurre domenica prossima a Prato

E OGGI… – Oggi pomeriggio, domenica, gli ultimi due test match del weekend; entrambi femminili ed entrambi in diretta web.
ore 14 Irlanda v Stati Uniti F www.facebook.com/irishrugby/
ore 15 Inghilterra v Canada F www.facebook.com/OfficialEnglandRugby/

Informazioni sull'autore

Rugby.it