Top 12

Petrarca campione d’inverno in TOP12

TOP12 2018-2019, Viadana (MA), Stadio Zaffanella 30-09-2018,  Rugby Viafdana v Argos Petrarca Rugby.
Enrico Francescato apre palla.
Foto: Roberto Bregani
Scritto da jpr

Nella prima parte dell’ultima di andata di TOP12 i neri vincono, Calvisano ferma la capolista e Lazio di misura sul Valsu

Anche senza aspettare i verdetti delle 3 partite della domenica i ragazzi di Andrea Marcato possono festeggiare la conquista del titolo di campione d’inverno, grazie alla concomitante sconfitta della ex capolista Valorugby sul campo di Calvisano. Domani in campo San Donà-Rovigo, Verona-Viadana e Mogliano-Medicei.
Dunque torna in testa il Petrarca Rugby che batte alla Guizza le Fiamme Oro al termine di un confronto duro ed equilibrato. Nel primo tempo partita bloccata con l’unica marcatura ad opera di Tommaso Coppo, uno dei giocatori emergenti del nostro rugby che fissa lo striminzito 5-0 che chiude la frazione. Alla ripresa del gioco è il piede di Menniti-Ippolito a tenere a galla i padroni di casa, mentre gli ospiti, con due mete dell’ex Zago e di D’Onofrio si portano ad un solo punto. Ma è ancora Tommaso Coppo, giustamente votato MoM a chiudere il discorso con un secondo assolo personale nei minuti finali che frutta la vittoria ai suoi e la perdita del bonus agli ospiti per il finale di 18-10. (Punti in classifica: Petrarca 4, Fiamme Oro 0).
Partita avvincente e con finale thrilling al Pata Stadium dove il Rugby Calvisano parte benissimo mettendo sotto di brutto la capolista Valorugby nel primo tempo chiuso avanti per 13- 0 grazie a due calci di Pescetto e una meta di Fischetti. Ma nella ripresa sono gli ospiti a fare la voce grossa: dopo la meta di Balocchi che porta i bresciani al massimo vantaggio (20-3), il Valorugby, giocando con grande velocità ed aggressività, sfrutta l’evidente calo fisico dei padroni di casa e realizza due volte con Mordacci e Ngaluafe portandosi sotto 20-15. Nel finale al cardiopalma (che merita di essere raccontato) lo stesso Ngaluafe si immola con un fallo che frutta un giallo al 76’ per evitare una quasi certa meta avversaria, Calvisano capitalizza dalla piazzola (23-15), ma Gennari risponde subito (23-18). Reggio poi si butta in attacco costringendo Calvisano all’indisciplina, arriva vicinissima a marcare ma Calvisano, con una cacciata a terra ottiene il tenuto. Ci sarebbe solo da calciare fuori, ma, incredibilmente, Semenzato nella fretta colpisce la traversa (!!!), la palla torna in campo e Reggio potrebbe riprovarci, ma fallisce lasciando il punteggio sul 23-18. (Punti in classifica: Calvisano 4, Valorugby 1),
Confronto tesissimo anche al Giulio Onesti con in palio un pezzo di salvezza fra Lazio Rugby e Valsugana Rugby. Nel primo tempo botta e risposta Girardi-Bonifazi per il parziale di 7-7. Nel secondo tempo le due squadre si inseguono a suon di mete con Varise che al 74’ porta avanti il Valsu 17-21, ma il sorpasso decisivo è quello di Coronel che a fil di fischio finale sigla con una meta il finale 22-21. (Punti in classifica: Lazio 4, Valsugana 1).
In attesa delle ultime 3 partite questa è la classifica provvisoria:
Petrarca 40 (campione d’inverno), Valorugby 39, Calvisano 38, Rovigo* e Fiamme 34, Mogliano* e Medicei* 25, Viadana* 20, San Donà* 19, Lazio 14, Valsugana 13, Verona* 9.
*Una parita in meno.

Informazioni sull'autore

jpr