Top 12

L’urlo di Rovigo terrorizza il TOP12

56847Large
Scritto da jpr

Vittoria impressionante dei Bersaglieri sempre più leader del TOP12

Quando ero piccolo, negli anni ’70, andavano molto di moda i film a base di arti marziali, specie quelli con protagonista il mitico Bruce Lee. Uno dei suoi film più famosi si intitolava “L’urlo di Chen terrorizza anche l’Occidente” (l’Oriente aveva già dato). Ecco, a questo ho pensato vedendo l’impressionante vittoria di Rovigo al Lodigiani contro I Medicei: ad un urlo (in quei film urlavano un sacco) proveniente dal’’Est polesano che spaventa tutti gli altri che stanno ad Ovest di Rovigo. In tutta la stagione I Medicei si erano caratterizzati come squadra dalla difesa rocciosa e dalle partite con punteggi bassi: il quarantello non era mai uscito sulla ruota sparagnina di Firenze. Ma la carica dei Bersaglieri in questo momento travolge tutto e tutti. In effetti i ragazzi di Presutti nella prima frazione ci avevano provato a fermare la valanga: alle due mete della mitraglietta Odiete si erano opposti con un try di Greef e due pedate di Newton, chiudendo appiccicati sul 13-14. Ma nel secondo tempo si sono aperte le cateratte dell’attacco polesano e non c’è stato ombrello abbastanza efficace. Antl, D’Amico e due volte Cioffi hanno marcato pesante e la meta finale dell’ex McCann è servita solo per fissare un’impressionante 23-42 che per Rovigo profuma di predestinazione. (Punti in classifica: I Medicei 0, Rovigo 5).
Anche se in modo assai meno roboante tiene il passo anche il Petrarca Rugby che alla Guizza centra il massimo risultato col minimo sforzo indispensabile contro un poco impegnativo ed impegnato Rugby San Donà. Un eloquente 19-0 chiude la prima frazione dominata dai padroni di casa con due mete in 6’ (Manni ed il “solito” Leaupepe), con sigillo di Mancini Parri. In apertura di secondo tempo meta di bonus di Fadalti e poi standby con isolata marcatura di Owen per gli ospiti utile solo per lui e per il tabellino che segna 26-7. (Punti in classifica: Petrarca 5, San Donà 0).
Gragnuola di mete e punti alla Caserma Gelsomini fra Fiamme Oro che consolidano il quinto posto (e so’ soddisfazioni) e Valsugana Rugby che ci prova per quanto può. Primo tempo equilibrato che finisce 17-17 con due mete per parte (ai poliziotti Biondelli e Caffini si contrappongono gli aquilotti Liut e Lisciani). Nel secondo tempo Fragnito porta avanti i cremisi che poi con una tecnica scavano il gap definitivo e conquistano il bonus. Il Valsugana mette giù poi ben 3 marcature pesanti conquistando a sua volta un preziosissimo punto di bonus e chiude Zago per i padroni di casa sul definitivo 43-31. (Punti in classifica: Fiamme Oro 5, Valsugana 1).
Oggi le altre 3 partite: Calvisano-Lazio, Valorugby-Viadana e Mogliano-Verona.
Intanto questa è la classifica provvisoria:
Rovigo 63, Petrarca 59, Calvisano* 58, Valorugby* 53, Fiamme Oro 47, I Medicei 39, Viadana* e San Donà 29, Mogliano* 27, Verona*22, Valsugana 18, Lazio* ** 12
*una partita in meno
**-4 punti per decisione del giudice sportivo.

Informazioni sull'autore

jpr