Nazionali

Sei Nazioni femminile, domenica le Azzurre all’assalto della Francia e del secondo posto

eng ita f
Scritto da Rugby.it

Alle 14.30 al Plebiscito di Padova. Ritorna Madia, possibile debutto per Serilli. L’Italia sogna il secondo posto ma deve difendere il terzo dall’Irlanda

La sfida di domenica pomeriggio tra Italia e Francia, valida per l’ultima giornata del Sei Nazioni femminile e determinante per il podio del torneo, sarà trasmessa da Eurosport 2 solo in differita in tarda serata e questa è una piccola delusione. Il match, in programma alle 14.30 allo stadio Plebiscito di Padova, andrà comunque live sulla piattaforma web Eurosport Player, al pari delle altre due partite femminili del weekend.
Le Azzurre si trovano tra due fuochi: da una parte sognano di scavalcare la Francia al secondo posto della classifica -sarebbe il miglior risultato di sempre di una nazionale italiana di qualsiasi genere nel Sei Nazioni- ma al tempo stesso devono difendere la preziosa terza posizione dall’Irlanda. Al contrario di quanto avevamo scritto nei giorni scorsi, infatti, il podio per l’Italia non è ancora sicuro: in caso di parità si conta la differenza punti (non lo scontro diretto) e perciò le irlandesi, che hanno cinque punti di ritardo e giocano in Galles, possono ancora superare le azzurre.

In classifica l’Inghilterra guida a punteggio pieno (20 punti) e sabato sera a Twickenham -Beatriceturani Benvenuti guardalinee- non dovrebbe avere difficoltà a battere la Scozia e a conquistare trofeo e Grande Slam. La Francia insegue con 16 punti e quattro lunghezze di vantaggio sull’Italia (12 punti), mentre l’Irlanda (7 punti) mira a battere il Galles con bonus nel match che inizierà simultaneamente con quello di Padova. Per proteggere la terza posizione l’Italia deve conquistare almeno un punto con la Francia o sperare che l’Irlanda non vinca con bonus con le gallesi o in ultima ratio, se nessuna di queste due prime condizioni dovesse verificarsi, conservare una differenza punti migliore delle verdi (ora Ita -32, Ire -59).
Al Plebiscito le francesi, un “tremendo equipo” come direbbe Cacho Mastrocola, partono favorite, è difficile negarlo. Il divario tra il “tetto del Mondo” (Inghilterra, Francia, Nuova Zelanda) e il resto del globo sembra ancora molto marcato, forse è addirittura aumentato con l’arrivo delle prime forme di semi-professionismo nelle nazionali di vertice.

Inpho

Comunque andrà, il Sei Nazioni delle Azzurre rimarrà eccellente grazie alle vittorie su Scozia (26-10) e Irlanda (17-15) e al pareggio con il Galles (3-3).
Il duello del Plebiscito è organizzato dal club Valsugana. Domani a mezzogiorno in una sala del Comune di Padova a presentare la partita sarà, oltre a Di Giandomenico, Manuela Furlan, che nei giorni scorsi ha scritto un bellissimo post su facebook. Alla formazione italiana si è riaggregata Veronica Madia e si aggiunge Elena Serilli, pilona aquilana già convocata per la partita con il Galles ma non entrata in campo e quindi ancora in attesa del debutto.
La Francia, che sabato scorso ha vinto 47-17 in Irlanda nonostante quasi quaranta minuti con una giocatrice in meno, dovrà rinunciare in terza linea a Romane Menager (è stata lei a subire il “rosso” in terra irlandese) e a Sofie N’Diaye, non ancora pienamente recuperata, ma rimane un XV di altissimo livello.
Ah, in Francia la partita andrà in diretta su France 4, uno dei più popolari canali pubblici.

ITALIA, convocate

Pilone: Lucia Gai (Valsugana, 61 cap), Gaia Giacomoli (Colorno, 17 cap), Sara Tounesi (Colorno, 9 cap)
Tallonatrici: Melissa Bettoni (Rennes, 52 cap), Lucia Cammarano (Belve NeroVerdi, 20 cap), Silvia Turani (Colorno, 9 cap)
Seconde Linee: Giordana Duca (Capitolina, 11 cap), Valeria Fedrighi (Tolosa, 14 cap), Valentina Ruzza (Valsugana, 28 cap)
Terze linee: Ilaria Arrighetti (Rennes, 41 cap), Giada Franco (Colorno, 10 cap), Elisa Giordano (Valsugana, 36 cap), Francesca Sberna (Calvisano, 3 cap)
Mediane di mischia: Sara Barattin (Iniziative Villorba, 88 cap)
Mediane d’apertura: Veronica Madia (Colorno, 16 cap)
Centri: Jessica Busato (Iniziative Villorba, 8 cap), Michela Sillari (Colorno, 50 cap)
Ali/estreme: Maria Magatti (CUS Milano, 27 cap), Manuela Furlan (Iniziative Villorba, 72 cap), Aura Muzzo (Iniziative Villorba, 11 cap), Beatrice Rigoni (Valsugana, 36 cap), Camilla Sarasso (Biella, 3 cap), Sofia Stefan (Valsugana, 49 cap)
Invitata: Elena Serilli (Belve NeroVerdi, esordiente)

FRANCIA, formazione: Trémoulière; Boujard, Yengo, Vernier, Jason; Bourdon, Saluzzo; Hermet fra(cap), Diallo, Berthoumieu; Forlani, Ferer; Joyeux, Thomas, Traore.
Remplaçantes: Soloch, Arricastre, Ambonguilat, Pellegris, Gros, Coudert, Imart, M. Ménager.

Arbitri: Rebecca Mahoney; Laura Pettingale e Clara Munarini.

Sei Nazioni femminile, ultima giornata

Sabato
20.30 Inghilterra v Scozia (diretta Eurosport Player)

Domenica
14.30 Galles v Irlanda (diretta Eurosport Player)
14.30 Italia v Francia (diretta Eurosport Player, differita Eurosport 2 ore 23)

Classifica
Inghilterra 20 punti, Francia 16, Italia 12, Irlanda 7, Galles 6, Scozia 1

Informazioni sull'autore

Rugby.it