Top 12

Nella diciannovesima il duello decisivo del TOP12

duello
Scritto da jpr

In TOP12 ne resterà soltanto uno! Si decide chi vincerà la regular season in una partita decisiva con super-designazione.

Nella giornata in cui (finalmente, vivaddio, era ora eccheccavolo!) si torna a giocare tutti insieme e tutti nel giorno giusto, l’attenzione di tutto il TOP12 sarà concentrata su un luogo solo: sabato, ore 15.00, Rovigo, Via Alfieri 45. Lì, come nell’intramontabile (con quel nome) film Highlander si svolgerà il duello decisivo, quello in cui, sostanzialmente, si deciderà la vincitrice di questa regular season e probabile finalista casalinga coi favori del pronostico. Ci saranno anche altre 5 partite, ovviamente, ma è innegabile che nessuna delle altre avrà il peso e l’interesse di quella che si svolgerà al Battaglini.
Si, al Battaglini, perché il calendario consegna alla Rugby Rovigo, solitaria capolista da una settimana, la possibilità di spiccare il volo verso un altro titolo della sua leggendaria storia con questo vantaggio, la gara casalinga, oltre a quello di poter affrontare l’avversaria più consueta degli ultimi anni, il Rugby Calvisano, potendo godere di un giorno in più di riposo oltre che di un’invidiabile condizione di forma e fiducia. Tutti gli elementi oggettivi depongono a favore di un trionfo dei padroni di casa, ma queste sfide spesso sono legate anche a sottili situazioni psicologiche ed eventi casuali. Vedremo se il pronostico sarà rispettato o meno. L’importanza estrema del match è ben testimoniata dall’eccezionalità della designazione arbitrale, probabilmente quella con la qualità più elevata mai vista a questo livello. Arbitro sarà Marius Mitrea da Udine ed i suoi guardalinee saranno il livornese Matteo Liperini (Mitrea e Liperini sono gli arbitri di tutte le finali scudetto degli ultimi anni) ed il milanese Stefano Pennè, con Brescacin quarto uomo.
Alle spalle delle prime due si trova il Valorugby Emilia in viaggio verso il Giulio Onesti per affrontare una Lazio Rugby che non sembra volersi arrendere ad una retrocessione che pare inevitabile. Nei sogni dei Diavoli reggiani la possibilità piuttosto concreta di agganciare Calvisano al secondo posto in caso di sconfitta senza punti dei bresciani a Rovigo. E’ lecito quindi attendersi una partita accesa fra due squadre che daranno tutto agli ordini del sig. Andrea Piardi di Brescia, con i gdl Gnecchi e Costantino, quarto uomo Schilirò.
Chi non può permettersi di perdere altro terreno è il Petrarca Rugby, detto il Lazzaretto per via della incredibile scia di sfortuna ed infortuni, che riceve alla Guizza un tranquillo Mogliano Rugby in un derby più importante per i padroni di casa che per gli ospiti. Vedremo se saranno più forti la caratura e la necessità contro la sbarazzina tranquillità di chi non ha nulla da perdere, né da conquistare se non il prestigio. Designato per la direzione il sig. Manuel Bottino di Roma assistito dai gdl Bolzonella e Panin, quarto uomo Lazzarini.
Se nelle prime partite si decidono i vertici, in altre due si decide la salvezza, a partire da quella del Payanini center dove il Verona Rugby cerca punti decisivi per salvarsi contro le Fiamme Oro Rugby che cercano solo di finire onorevolmente una stagione non proprio esaltante. Le motivazioni sono tutte dalla parte dei padroni di casa, la caratura tecnica da quella degli ospiti. Un interessante confronto che sarà diretto dal sig. Federico Boraso di Rovigo con la collaborazione dei gdl D’Elia e Bonato, quarto uomo Laurenti.
Più o meno identiche le dinamiche che vedremo sul terreno dello Zaffanella: qui la squadra delusa è quella dei padroni di casa del Rugby Viadana, mentre quella famelica è quella degli aquilotti indomabili del Valsugana Rugby sempre all’inseguimento di una salvezza che rappresenterebbe una piccola favola moderna. La fata turchina di questa favola sarà l’arbitro sig. Riccardo Angelucci di Livorno con il quale collaboreranno i gdl Munarini e Bertelli, quarto uomo Renzi.
Completa il tabellone la partita del Pacifici fra due squadre tranquille e capaci di fare ottimo rugby come i panociari del Rugby San Donà ed I Medicei fiorentini. Un confronto anche fra due dei tecnici più bravi, esperti e blasonati del nostro rugby, vale a dire il sandonatese Sir Craig Toni Green da Christchurch ed il fiorentino Sor Pasqualone Presutti da Trasacco. Sono convinto che sarà un bel match e a dirigerlo e probabilmente divertirsi anche lui sarà l’arbitro Gabriel Chirnoaga in arrivo da Roma con il quale interagiranno i gdl Trentin e Russo ed il quarto uomo Scrimieri.
Buon Rugby a tutti!

Informazioni sull'autore

jpr