Nazionali

Europei 7s, tocca alle azzurre

Scritto da Rugby.it

Sabato e domenica in Francia la prima tappa del Grand Prix, valida anche come preliminare alle qualificazioni olimpiche. Nella prima giornata Italia contro Scozia, Irlanda e Spagna

Non lascia spazio alle sperimentazioni Diego Saccà, il nuovo coach della nazionale azzurra femminile 7s subentrato dopo appena una stagione ad Alfredo De Angelis: a Marcoussis, per la prima delle due tappe degli Europei 7s, il tecnico azzurro porterà una formazione “tosta” ed esperta. Franco, Locatelli, Magatti, Rigoni, Sillari e Stefan costituiscono l’ossatura anche della nazionale a XV, Aura Muzzo è già una “stellina”, mentre Micol Cavina, Benedetta Mancini e Laura Paganini, benché molto giovani, hanno già alcune stagioni di 7s internazionale (Europei U18 compresi) nel curriculum. Forse solo Claudia Salvadego, mediana di mischia dello Stade Francais, e Francesca Sgorbini, terza linea 18enne del Colorno, possono considerarsi convocazioni a sorpresa.
A Marcoussis, non lontano da Parigi, le azzurre affronteranno sabato nel girone preliminare Scozia (ore 11.36), Irlanda (16.41) e Spagna (19.49).

Tutte le partite saranno in diretta web su www.rugbyeurope.eu/womens-sevens-grand-prix-2019-leg-1-marcoussis

Dodici squadre in campo. Per le Azzurre il primo e non difficile obiettivo sarà conquistare un posto nel torneo di qualificazione olimpico, in programma a Kazan, in Russia, il 13 e 14 luglio: nove squadre di questo Europeo vi saranno ammesse (insieme a Germania, Romania e Moldavia provenienti dalle categorie inferiori) ma, dato che Galles e Scozia non sono da considerare poiché alle Olimpiadi si “fonderanno” con l’Inghilterra nel team della Gran Bretagna, in pratica solo una nazionale tra quelle impegnate a Marcoussis non otterrà il pass. All’Italia basterà insomma non arrivare ultima.
Gli altri obiettivi di questo weekend sono il podio di tappa (molto difficile da raggiungere: Francia, Russia, Inghilterra, Irlanda e Spagna partecipano anche al circuito mondiale e hanno più esperienza) e in generale un buon piazzamento, poiché al termine della seconda tappa degli Europei, prevista a fine luglio in Ucraina, le migliori tre squadre a parte le cinque già citate che fanno già parte del circuito mondiale otterranno un biglietto per il torneo di qualificazione alla World Series 2020/21. Un traguardo non facile da raggiungere ma certamente alla portata delle azzurre.

Sarà un inizio d’estate ad alta tensione per il 7s femminile: quattro weekend senza soluzione di continuità con la prima tappa degli Europei (29-30 giugno), le Universiadi a Napoli (6-7 luglio), le qualificazioni olimpiche a Kazan (13-14 luglio) e la seconda tappa degli Europei a Kharkiv (20-21 luglio).

Le dodici giocatrici convocate da Diego Saccà

Micol CAVINA (Iniziative Villorba)
Giada FRANCO (Colorno)
Isabella LOCATELLI (Monza)
Maria MAGATTI (CUS Milano)
Benedetta MANCINI (Unione Capitolina)
Aura MUZZO (Iniziative Villorba)
Laura PAGANINI (CUS Milano)
Beatrice RIGONI (Valsugana Padova)
Claudia SALVADEGO (Stade Francais, Francia)
Francesca SGORBINI (Colorno)
Michela SILLARI (Colorno)
Sofia STEFAN (Valsugana Padova)

Il programma degli incontri della prima giornata

markussi

nella fotografia tratta dal sito FIR, Michela Sillari sembra indicare a Sofia Stefan la via delle Olimpiadi: “là in fondo, dritto davanti a noi!”

Informazioni sull'autore

Rugby.it