Nazionali

Quindici anni fa Italia d’argento negli Europei di rugby a sette

ita 2004 copia
Scritto da Rugby.it

Le imprese di Palma de Mallorca e Limoges rimangono l’apice della storia del 7s azzurro

Il 17 luglio 2004 l’Italia sevens maschile conquistò alle isole Baleari il secondo posto nei campionati europei, cedendo solo in finale al Portogallo; tre mesi prima, il 22 maggio, la nazionale femminile aveva ottenuto la stessa grande soddisfazione, raggiungendo a Limoges la seconda posizione europea dietro all’Inghilterra.
Un doppio argento che rappresenta tuttora la vetta dell’ancor breve storia del rugby a sette in Italia, anche se in tre occasioni successive -nel 2005, 2006 e 2009- la squadra maschile è riuscita ad arrivare al bronzo continentale.

In quel 2004 gli azzurri vinsero entrambi i tornei di qualificazione alla fase finale, a Spalato (Croazia) e Lunel (Francia); la fotografia sotto al titolo, ritrovata nei meandri abbandonati del web, si riferisce alla premiazione nella cittadina francese.
Non conosciamo i nomi dei giocatori ritratti (anche se ci pare di intravedere il biondo Mirco Bergamasco sotto uno dei cappelli di paglia) né quelli dei partecipanti al torneo finale a Palma di Majorca, probabilmente in gran parte gli stessi della foto.

Abbiamo però i dati relativi al 2003, grazie all’annuario 2004 di Pacitti e Volpe (il corrispettivo rugbistico del Manuale delle Giovani Marmotte).
Nel 2003 fecero parte dell’Italia a sette Benatti (Viadana), Di Luia (Capitolina), Dragotto (Calvisano), Fiorani (Gran Parma), Kahn (Reggio E.), Mannato (Rugby Roma), Marangon (Silea), L.Nitoglia (Lazio&Primavera), Perziano (Treviso), Rivaro (London Irish), Roselli (Rugby Roma), Salvan (Petrarca), Canavosio (Rovigo), De Jager (Catania), Galon (La Rochelle), Masi (L’Aquila), Pucciariello (San Donà), Robertson (Viadana), Rotilio (L’Aquila), Scapoli (Ferrara), Stanojevic (Colleferro) e Martin (Rovigo). Allenatore era Marco Gabrielli.

Non conosciamo neppure la composizione della nazionale femminile di Limoges, ma è probabile che una delle ragazze che ne facevano parte sia tuttora in attività: Veronica Schiavon, ancora in campo con il club giapponese di Yokohama (nel frontespizio della pagina fb del club è la terza in alto da destra), era infatti già mediano di apertura della nazionale a XV, è sempre stata portata per il 7s ed è quindi probabile che facesse già parte di quella selezione azzurra d’argento in Europa. Il torneo limosino dovrebbe addirittura aver rappresentato il debutto assoluto di una nazionale italiana 7s femminile; se così fosse (ma non ne abbiamo certezza), il 21 maggio 2004 (Italia-Lituania 40-0) rappresenterebbe la data di nascita ufficiale di questa selezione.

Ecco la pagina wiki in inglese sugli Europei 7s 2004
https://en.wikipedia.org/2004_European_Sevens_Championship
https://en.wikipedia.org/2004_European_Women_Sevens

…e quella in polacco, la più dettagliata
https://pl.wikipedia.org/Mistrzostwa_Europy_Rugby_7_Mężczyzn_2004
https://pl.wikipedia.org/Mistrzostwa_Europy_Rugby_7_Kobiet_2004

le classifiche degli Europei 7s 2004: maschili (a sinistra) e femminili (a destra)

Le classifiche degli Europei 7s 2004: maschili (a sinistra) e femminili (a destra)

Il cammino dell’Italia negli Europei di rugby 7s

Uomini. 2002 assente / 2003 assente / 2004 ARGENTO / 2005 BRONZO / 2006 BRONZO / 2007 6° / 2008 5° / 2009 BRONZO / 2010 7° / 2011 7° / 2012 10° / 2013 4° / 2014 11° / 2015 11° / 2016 8° / 2017 10° / 2018 7° / 2019 (8° dopo la prima tappa, sabato la seconda tappa).

Donne. 2003 assente / 2004 ARGENTO / 2005 6° / 2006 10° / 2007 6° / 2008 6° / 2009 8° / 2010 4° / 2011 8° / 2012 12° / 2013 6° / 2014 8° / 2015 8° / 2016 9° / 2017 9° / 2018 9° / 2019 (9° dopo la prima tappa, sabato la seconda tappa).

Informazioni sull'autore

Rugby.it