News

Traballa la corona dei Kiwi; tre europee all’assalto della prima posizione mondiale

ab
Scritto da Rugby.it

Sabato gli AB rischieranno fortemente di perdere la prima posizione del ranking dopo quasi dieci anni di dominio ininterrotto

“Qualcosa è cambiato nella Nuova Zelanda, anche se è difficile capire cosa”, commenta un intenditore australiano, “fino a poco tempo fa gli All Blacks possedevano una specie di naturale capacità di accelerare la qualità e il grip del gioco quando si trovavano in bilico nel punteggio; ora questa dote sembra di colpo sparita e sono arrivate la vittoria a fatica sui Pumas, il pareggio con gli Springboks, il rovescio in Australia”.

rank

variazioni ipotetiche di sabato prossimo: i numeri rossi indicano impossibilità a conquistare la prima posizione del ranking

Una delle conseguenze di questa partenza opaca nel Championship sono i più di tre punti persi nel ranking; e le inseguitrici che fino a poco tempo fa sembravano timide paggette là lontane a reggere la coda dello strascico ora sono a un piccolo passo di distanza. Già due giorni fa, sabato, il Galles aveva virtualmente superato nel ranking la Nuova Zelanda, prima di cadere ieri a Twickenham non vedendosi così riconosciuto il sorpasso nel nuovo ranking ufficiale pubblicato oggi, come ogni lunedì.

Il sollievo per il mancato sorpasso potrebbe durare però una sola settimana: la Nuova Zelanda rischia di cedere lo scettro lunedì prossimo, dopo più di cinquecento settimane -quasi dieci anni- di permanenza al primo posto (come mostrato dal grafico a destra tratto da Wikipedia).

Per mantenere la leadership i kiwi tutti neri devono battere l’Australia e sperare che la sfida di nz dominanceCardiff si concluda o con una vittoria dell’INGHILTERRA con meno di sedici punti di gap o con un pareggio. Ogni altra combinazione di risultati vedrebbe la NUOVA ZELANDA superata in classifica. In caso di vittoria sugli inglesi il GALLES è certo di conquistare la prima posizione del ranking, per la prima volta nella storia.

A dir la verità c’è addirittura una quarta squadra che potrebbe salire in testa alla classifica tra una settimana: è l’IRLANDA, che sabato non giocherà ma che potrebbe approfittare dei risultati altrui per ritrovarsi in vetta al mondo. Per i verdi-smeraldo le chance sono però minime: Ruddock e compagni devono sperare che la Nuova Zelanda perda con l’Australia e che Galles e Inghilterra pareggino.

poltronax4 bNella tabella sopra abbiamo tentato di riepilogare le varie possibilità: “current” è la classifica attuale, “big win” significa vittoria con più di 15 punti di margine, “draw” è il pareggio, “big loss” è la sconfitta con più di 15 punti di scarto. Abbiamo inserito per completezza anche Sud Africa e Australia ma entrambe queste squadre non hanno alcuna chance di balzare al primo posto del ranking già tra una settimana.

I test match di sabato sono Nuova Zelanda-Australia (Sky), Sud Africa-Argentina (Sky), Galles-Inghilterra, Francia-Scozia (Eurosport), Italia-Russia (Rai Due). Nei prossimi giorni pubblicheremo la scaletta oraria dettagliata.

Informazioni sull'autore

Rugby.it